Fisica e università

Scuola Normale Superiore, Sant'Anna, Indam, etc. Cosa studiare, come prepararsi.
Rispondi
Composition86
Messaggi: 59
Iscritto il: 14 ago 2005, 19:20
Località: Corato-Bari

Fisica e università

Messaggio da Composition86 » 14 ago 2005, 19:37

Ciao ragazzi, mi sono letto un po' tutti i topic di questa stanza, giusto per iniziare.
Infatti mi sta venendo un po' il gusto di provare per questi famosi esami di ammissione alla sns, conscio delle difficoltà e conscio che se partecipa gente come Luca Barbieri (che mi pare abbia vinto un po' tutte le Olimpiadi) avrò poche speranze.
Qua e là ho, durante l'anno, ho cercato di fare qualche rompicapo matematico, non sempre riescono ma la cosa buona è che almeno mi diverto. Va bene, vorrei tentare visto che questi test scritti non mi sembrano impossibili: dovrei fare 20 giorni di allenamento, pochi, ma spero costruttivi in ogni caso.
Arrivo al dunque:
in caso non passi (cosa molto probabile :lol: ), avrei intenzione di sfruttare il periodo di soggiorno, oltre per visitare la città d'arte, anche per vedere l'altra università presente a Pisa.
Voi che mi sapete dire a riguardo? E' buona? Oppure mi sapete nominare altre facoltà di fisica buone in Italia? Premetto che io sto a Bari.
E per gli alloggi esistono a Pisa dei college (gratuiti o a pagamento) esterni alla sns oppure mi rimane come alternativa solo l'affitto di una camera di un privato o un albergo?

Grazie per le risposte, invidio davvero i normalisti! :)

EvaristeG
Site Admin
Messaggi: 4790
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00
Località: Roma
Contatta:

Messaggio da EvaristeG » 14 ago 2005, 19:52

Allora, tanto per iniziare, l'università di pisa è una sola.
La Normale è una scuola che offre una preparazione parallela a quella universitaria, ovvero i normalisti seguono le lezioni all'università statale di pisa, oltre a due corsi interni all'anno che, appunto, sono tenuti in SNS (all'interno), anche se sono aperti a tutti...
Di collegi a pisa non ce n'è, almeno mi pare; del resto, mi sembra che non sia difficile ottenere posti nei collegi ISU (o come si chiamano a pisa), quelli che sono assegnati tramite la richiesta di riduzione delle tasse e simili...visto che conta la distanza, dovrebbe andarti bene.
Stare in albergo è una cosa folle ... i costi sono assurdi per uno studente.
Gli affitti sono alti come in ogni città universitaria.
La facoltà di Fisica a Pisa è buona, da quel che mi dicono i fisici ... di altre città d'Italia non so.
Non invidiare i normalisti, non è il caso...almeno non in generale.

Composition86
Messaggi: 59
Iscritto il: 14 ago 2005, 19:20
Località: Corato-Bari

Messaggio da Composition86 » 14 ago 2005, 23:54

Adesso inizio a capirci un po' meglio: pensavo fossero due le università, quella realativa al sito sns.it e quella relativa a unipi.it, ma tu mi hai chiarito meglio le idee. Iscrivendosi alla ordinaria, quindi, cosa cambia? I compiti da valutare solamente?

Sui collegi: sul sito della sns parlano di tre collegi addirittura, ma, da ciò che ho capito, appartengono alla Normale stessa e ci vanno solo gli studenti della sns. Per ciò che hai detto sulle spese mi devo informare. In ogni caso: qualcuno sa darmi informazioni più precise?

Le eccezioni cosa rappresentano? Raccomandati? Incapaci? :?
Grazie per le info! :wink:

EvaristeG
Site Admin
Messaggi: 4790
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00
Località: Roma
Contatta:

Messaggio da EvaristeG » 15 ago 2005, 15:56

Hmm ... cambia che non sei in normale...non hai vitto e alloggio, non ti vengono rimborsate le tasse e non hai 106 euro al mese; del resto non hai due corsi annuali in più, non hai richieste di media e non hai i colloqui (prove intermedie verso marzo/aprile che, dal terz'anno, constano nel presentare l'equivalente di una tesi.
Ovviamente poi ci sono le solite chiacchiere pompose sull'ambiente intellettuale e cose simili...

Avatar utente
FrancescoVeneziano
Site Admin
Messaggi: 603
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00
Località: Genova
Contatta:

Messaggio da FrancescoVeneziano » 15 ago 2005, 21:29

Caro EvaristeG, l'ambiente intellettuale è la cosa migliore che abbiamo in Normale (beh, c'è anche il servizio di stiratura camicie...), non trattarlo così.

Per quel che mi riguarda è proprio l'ambiente la cosa fantastica; la possibilità di cenare faccia a faccia con un fph o un EvaristeG non ha prezzo, e poi quando hai bisogno di qualcosa puoi sempre bussare alla porta accanto e trovare qualcuno più bravo di te (un po' deprimente, in effetti).

CaO
Wir müssen wissen. Wir werden wissen.

Composition86
Messaggi: 59
Iscritto il: 14 ago 2005, 19:20
Località: Corato-Bari

Messaggio da Composition86 » 15 ago 2005, 22:19

EvaristeG ha scritto:Hmm ... cambia che non sei in normale...non hai vitto e alloggio, non ti vengono rimborsate le tasse e non hai 106 euro al mese; del resto non hai due corsi annuali in più, non hai richieste di media e non hai i colloqui (prove intermedie verso marzo/aprile che, dal terz'anno, constano nel presentare l'equivalente di una tesi.
Ovviamente poi ci sono le solite chiacchiere pompose sull'ambiente intellettuale e cose simili...
Ho capito, ci sono molti vantaggi. La questione della media è in effetti piuttosto pesante, capisco che sia necessario avere certe capacità.

Per l'ambiente intellettuale devi togliermi una curiosità: com'è il clima tra alunni? C'è competizione tra i vari studenti? O c'è la volontà di aiutare anche chi magari non ha capito qualcosa? La prima situazione è quella in cui mi sono trovato in questi 5 anni, non è molto bello e non facilità i rapporti, è proprio negativa. :(

fur3770

Messaggio da fur3770 » 15 ago 2005, 23:21

un consiglio:scordati la competizione e impara a guardare i tuoi risultati,se vuoi vivere tranquillo ed andare lontano. Se invece vuoi deprimerti,fai il contrario (cioè guarda i risultati di qualcuno,che c'è sempre,piu' bravo di te).


Bye!

ma_go
Site Admin
Messaggi: 1906
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00

Messaggio da ma_go » 15 ago 2005, 23:51

uhm..
per quanto ho visto io (magari sarò un bastardo competitivo e non me ne rendo conto), il clima è relativamente socievole..
cioè, gli attriti ci sono (inevitabilmente) possono nascere e morire, però, considerando il fatto che si è "compressi" in un ambiente molto ristretto, e "forzati" a trascorrere molto tempo con le stesse persone... beh, second me la situazione è quasi miracolosamente tranquilla :)
poi, oltre all'assenza di competitività (almeno quella scorretta) c'è una correttezza di fondo, un cercare di non mettersi i bastoni tra le ruote, e anche magari di aiutarsi (vedi famoso "ambiente intellettuale"...
per quanto riguarda me personalmente, un po' di "sana" competizione mi ha sempre e solo stimolato, quindi...

Avatar utente
Marco
Site Admin
Messaggi: 1331
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00
Località: IMO '93

Messaggio da Marco » 16 ago 2005, 07:43

FrancescoVeneziano ha scritto:Caro EvaristeG, l'ambiente intellettuale è la cosa migliore che abbiamo in Normale (beh, c'è anche il servizio di stiratura camicie...), non trattarlo così.
Perché? Hanno tolto il calciobalilla gratis?
[i:2epswnx1]già ambasciatore ufficiale di RM in Londra[/i:2epswnx1]
- - - - -
"Well, master, we're in a fix and no mistake."

Composition86
Messaggi: 59
Iscritto il: 14 ago 2005, 19:20
Località: Corato-Bari

Messaggio da Composition86 » 16 ago 2005, 10:08

fur3770 ha scritto:un consiglio:scordati la competizione e impara a guardare i tuoi risultati,se vuoi vivere tranquillo ed andare lontano. Se invece vuoi deprimerti,fai il contrario (cioè guarda i risultati di qualcuno,che c'è sempre,piu' bravo di te).


Bye!
Guarda, hai proprio ragione. Fino ad oggi sono riuscito bene in qualcosa solamente quando ho voluto fare di testa mia, per me stesso, senza guardare gli altri. Le altre volte ho fallito. Non lo so quanto sia utile la competizione.
Sono comunque contento che tra maschi, anche in un ambiente così "elevato", ci si aiuta: se si andava a chiedere qualcosa alle femmine della mia classe, ad esempio, che studiano il libro a memoria ( tipo di studio inutile per come lo concepisco io, ma i prof. apprezzavano :( ), davano risposte poco carine, alle volte.

Rispondi