Sondaggio filosofico

In questo forum vengono proposti i sondaggi che verranno fatti sul sito delle olimpiadi

Moderatore: tutor

colin
Messaggi: 544
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00
Località: Fano

Messaggio da colin » 01 gen 1970, 01:33

Quasi dimenticavo...ho trovato un meravigliosa dimostrazione del problema 12, sed exiguitas marginis non capieret....Mi dispiace...

Avatar utente
ale86
Messaggi: 613
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00
Località: ovunque

Messaggio da ale86 » 01 gen 1970, 01:33

Questo è VERAMENTE l\'ultimo messaggio dell\'anno. Deve essere assolutamente astiolitico e inammerale. Dunque:
<BR>W LA F**A
<BR>Qual miglior modo...

colin
Messaggi: 544
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00
Località: Fano

Messaggio da colin » 01 gen 1970, 01:33

Bè siccome sei più lento a scrivere di un bradipo me ne vado a letto

colin
Messaggi: 544
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00
Località: Fano

Messaggio da colin » 01 gen 1970, 01:33

<!-- BBCode Quote Start --><TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>
<BR>On 2002-12-27 03:47, colin wrote:
<BR>Bè siccome sei più lento a scrivere di un bradipo me ne vado a letto
<BR></BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE><!-- BBCode Quote End -->
<BR>
<BR>come non detto...

colin
Messaggi: 544
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00
Località: Fano

Messaggio da colin » 01 gen 1970, 01:33

E se l\'anno è bisestile come la mettiamo???

colin
Messaggi: 544
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00
Località: Fano

Messaggio da colin » 01 gen 1970, 01:33

Ale ma è vero che ancora aspetti che ti sia alzi la gamba da quel giorno di quando avevi 6 anni in cui il medico ti diede un colpetto con un martelletto sul ginocchi(etto)?

lakrimablu
Messaggi: 130
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00

Messaggio da lakrimablu » 01 gen 1970, 01:33

per quanto la filosofia mi affascini, non riesco ad accettare che sia \"utile\". la mia mente probabilmente non riesce ad apprezzare appieno qualcosa che non porta ad una conclusione.
<BR>

lakrimablu
Messaggi: 130
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00

Messaggio da lakrimablu » 01 gen 1970, 01:33

è nata la prima bambina clonata. auguri. sarà contento massimino (almeno mi sembra fosse lui il sostenitore di questo abominevole esperimento).
<BR>
<BR>un crimine contro l\'umanità? è proprio questo che mi sembra.

lakrimablu
Messaggi: 130
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00

Messaggio da lakrimablu » 01 gen 1970, 01:33

questo è l\'ultimo messaggio dell\'anno perciò auguro a tutti di passare una splendida vigilia e spero, come tutti (credo), in un futuro migliore.
<BR>
<BR>un bacio.
<BR>

Livia
Messaggi: 35
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00
Località: Pisa

Messaggio da Livia » 01 gen 1970, 01:33

Innanzitutto volevo dire che dopo aver postato Popper sono andata subito a letto, non so perchè risultavo online, forse dipende da un meccanismo di aggiornamento del sito...
<BR>Colin, considera i risultati, come dicevo: in matematica arrivi a qualcosa di certo, in base agli assiomi che hai stabilito...Ma che valore ha?In filosofia la posta in gioco è molto più alta, si tratta di rispondere a quelle domande che come ho già detto tutti da sempre ci poniamo...Anche se mi pongo da sempre la domanda di cosa voleva dire Fermat in quello spazietto a lato della pagina, non è esattamente la stessa cosa....
<BR>Inoltre, in matematica appunto parti da assiomi. In filosofia assiomi non ce ne sono, basta pensare a Cartesio...
<BR>E poi la certezza è diversa dalla verità, come dice il mio mitico prof di Filosofia del linguaggio...E dice anche che per la nostra generazione è difficile da capire... Lo scopo dei filosofi è trovare la verità, penso io, non la certezza... Ma sinceramente non ho nè le conoscenze nè gli strumenti adatti per addentrarmi in una discussione del genere...
<BR>Forse non riusciremo mai ad essere certi, ma ogni giorno facciamo un passo in più verso la verità, secondo me. Popper (scusate se sono noiosa) diceva :
<BR>
<BR>\"La scienza non posa su un solido strato di roccia. L\'ardita struttura delle sue teorie si eleva, per così dire, sopra una palude. E\' come un edificio costruito su palafitte. Le palafitte vengono conficcate dall\'alto giù nella palude: ma non in una base naturale o \"data\"; e il fatto che desistiamo dai nostri tentativi di conficcare più a fondo le palafitte non significa che abbiamo trovato un terreno solido. Semplicemente ci fermiamo quando siamo soddisfatti e riteniamo che, almeno per il momento i sostegni siano abbastanza stabili da sorreggere la struttura.\"
<BR>
<BR>Cioè, ogni giorno troviamo un punto e siamo soddisfatti. Ma il giorno dopo succede qualcosa che ci manda in crisi il sistema precedente, e allora bisogna cercarne un altro.
<BR>E sto parlando di scienza, non di filosofia. Non esistono certezze, per nessun campo, tranne che per voi matematici. Potete cercare di conficcare più giù le palafitte giorno dopo giorno, oppure assaporare la certezza di una dimostrazione. La scelta è tutta vostra.
<BR>
<BR>Spero di aver espresso bene quello che volevo dire.
<BR>
<BR>Per quanto riguarda lakrimablu: non per forza una cosa è utile solo se certa.
<BR>L\'esempio è la scienza. Pensa alla fisica: man mano nella storia della fisica più si andava avanti più i sistemi cambiavano, perchè ai vecchi subentravano quelli nuovi, capaci di spiegare più cose di quanto facessero quelli vecchi. Newton ne è un esempio.
<BR>
<BR>
<BR>Non ricordo chi(colin forse) diceva fare filosofia=non fare filosofia.
<BR>Appunto perchè non ci sono certezze, credo, intendesse.
<BR>Mi sembra di averlo già spiegato sopra.
<BR>Cmq se vi interessa vedere qualcosa \"di più tangibile\" nella filosofia, approfondite l\'epistemologia. E non è vero che non serve.
<BR>Non mi ricordo chi, ah, si, Valentino Zeichen, un poeta incontrato in un viaggio in treno verso Pisa (un vero colpo di fortuna!Persona spettacolare, se vi capita di leggere qualcosa di suo approfittate) mi diceva che ogni sabato nel Sole 24 ore c\'è una pagina dedicata all\'epistemologia.
<BR>Più concreto di così...
<BR>
<BR>Forse ho affrontato troppi argomenti insieme... Spero di essere stata comprensibile...
<BR>
<BR>Se non ritorno tanti auguri a tutti di Buon Anno!
<BR>
<BR>Un bacione
<BR>Livia.
<BR>
<BR>
<BR>P.S.=Se pensate che ho detto c****te, ditemelo! (Oddio magari un po\' più gentilmente di così...)
<BR>

colin
Messaggi: 544
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00
Località: Fano

Messaggio da colin » 01 gen 1970, 01:33

Dunque vediamo…Credo che sia tu che io analizziamo la filosofia e la matematica in relazione al fine, solo con conclusioni differenti: che valore hanno i risultati in matematica? E che valore hanno i risultati in filosofia?
<BR>
<BR>Lo scopo della filosofia, cercare-trovare- la verità, ma anche l’essenza stessa della filosofia: riflettere-rispondere- sulle-alle- grandi domande che da sempre ci poniamo sono cose irrealizzabili per l’uomo, almeno secondo me…Io vedo la filosofia come fare piccoli passi verso la verità che però si trova all’infinito…Se quelle domande non possono avere una risposta [credo qui debba rispondere il tuo proff…se anche la nostra generazione arrivasse poi alla verità, trovasse risposte giuste a quelle domande, poi chi o che cosa ci darebbe la certezza che sono realmente tali? Non si può scindere la verità dalla certezza secondo me: se uno trova la verità poi ne deve essere certo, altrimenti la scarterebbe per cercarne un’altra senza trovarla, senza contare che il dubbio è sempre in agguato. Cioè non essendoci la certezza non ci può essere nemmeno la verità e anche quando ci fosse la certezza non sarebbe la prima volta che mancherebbe la verità…ma la terra non era piatta???] perché tentare di rispondere? Viene naturale dire:” bè almeno ci si prova, comunque si migliorerà e si sarà un po’ più avanti nella conoscenza rispetto all’inizio” ma se si ammette questo allora la posta in gioco non è più la stessa di prima, non è più la ricerca della verità, ma una lotta vana nel tentativo di migliorare…,Ma che miglioramento reale si ottiene? Piccolissimo, infinitesimo, anzi il più delle volte, arrivati ad una conclusione, (che in questa ottica va intesa come miglioramento, come essere più vicini alla verità) dopo che un sistema filosofico è stato definito, si sceglie di tornare indietro, di cambiare tutto nella vana speranza di compiere un passo più grande la volta dopo. Passo che però sarà più o meno equivalente a quello di prima perché l’uomo ha dei limiti oltre i quali non può andare… Insomma un circolo vizioso.
<BR>In matematica invece tutto questo non c’è. Non ci sono scopi alti e nemmeno irrealizzabili. C’è solo il lavoro intellettuale dell’ uomo che procede in avanti senza avere scopi situati all’infinito da raggiungere…insomma in matematica i risultati che si perseguiscono continuano ad avere valore perché non scompaiono in relazione al fine cui sono diretti. Non si pretende di arrivare a sapere tutto sulla teoria dei numeri, ma già sapere qualcosa di nuovo è un grande risultato…Fine a sé stessa? Credo di sì, anche se non del tutto, perchè in fin dei conti la matematica amplia anch’essa le conoscenze dell’uomo, offre quello che di più simile alla verità l’uomo può cogliere (se gli assiomi fossero dimostrabili sarebbe un’altra storia…) e proprio per questo lo migliora,credo.
<BR>
<BR>Questo è ciò che la mia mente può esprimere in questo momento e senza interlocutori…peccato non potersi confrontare…Spero di avere presto una risposta…
<BR>
<BR>Ah, alla luce di questo si capisce perché ho definito la filosofia vaga e ho detto “fare filosofia=non fare filosofia?” no, vero? Pazienza fatemi sapere…
<BR>
<BR>
<BR>P.S. riguardo la scienza e la fisica… che ne dite di questa definizione che mi ha dato un proff (e che io condivido): “la fisica non è altro che una serie di ipotesi non ancora dimostrate false” ?
<BR>
<BR>

colin
Messaggi: 544
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00
Località: Fano

Messaggio da colin » 01 gen 1970, 01:33

Livia...

colin
Messaggi: 544
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00
Località: Fano

Messaggio da colin » 01 gen 1970, 01:33

Adesso che ci penso ci sarebbe anche il fatto dell\'estetica da analizzare: la filosofia è solo ricerca della verità, o quello che volete voi, credo quindi non abbia senso definirla qualitativamente, la matematica invece è anche bella ( e brutta a volte, ma in genere questa si scarta...)
<BR>
<BR>In tema di letture vi consiglio \"lo zen e l\'arte della manutenzione della motocicletta\" l\'autore non me lo ricordo, comunque avendo il libro a casa se vi interessa lo cerco, che nonostante il titolo non è una cagata, anzi...Non centra comunque molto (direi quasi per niente) con il rapporto matematica filosofia, ma è interessante perchè riflette sulla filosofia tradizionale europea...

Livia
Messaggi: 35
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00
Località: Pisa

Messaggio da Livia » 01 gen 1970, 01:33

Mi sembra che l\'autore sia Bateson...Ma forse mi sbaglio...No, è Pircig. Si, lo conosco, anche se non l\'ho ancora letto è nei miei programmi di lettura. E\' molto famoso. Uffa ora però non ricordo più che volevo dire. Apro un\'altra finestra...
<BR>Il problema della verità: è proprio come dice il mio prof, noon riusciamo a capirlo.Lui dice che è colpa della globalizzazione se noi \"giovani\" non riusciamo a capire la differenza tra verità e certezza. Anche se spesso non lo capisco, so è che è un grande.
<BR>Io penso che se la verità fosse unita alla certezza allora davvero non ci sarebbe nessuna speranza di trovarla. La certezza non esiste.
<BR>
<BR>Forse il problema, come la maggior parte dei problemi filosofici, è semplicemente un opinione: tu pensi che il miglioramento è piccolissimo, infinitesimo, semplicemente perchè accettiamo, quando troviamo un sistema migliore di quello in voga, di tornare indietro e adottare il migliore (Poi perchè la posta in gioco non è più la stessa?E\' sempre la stessa, magari ci rendiamo conto che la velocità con la quale ci avviciniamo è bassa...).Ma questo non significa che il nuovo passo sia equivalente al precendente: appunto accettare di aver sbagliato ci fa migliorare. Tu dici che i miglioramenti non sono poi così tanti perchè \"l\'uomo ha dei limiti oltre ai quali non può andare\", questo è sicuro, ma non capisco in che senso lo intendi qui.
<BR>Vediamo se lo interpreto bene: visto che l\'uomo ha dei limiti oltre i quali non può andare, tanto vale non chiedersi nemmeno perchè siamo qui, visto che non possiamo rispondere con certezza (e nemmeno con un briciolo di verità, secondo la tua opinione). Questo è l\'atteggiamento dei neoempiristi, del Circolo di Vienna degli anni \'30...
<BR>Estremizzato, questo è l\'attegiamento di molti, di troppi purtroppo, di tutti quelli che dicono: che palle la filosofia...Oppure: cosa studi?Filosofia? E a che ti serve? Uno addirittura mi ha detto: qui abbiamo bisogno di gente che lavora, mica di filosofi...
<BR>
<BR>Se la pensi così, allora mi sembra strano che la filosofia ti possa affascinare. Forse ho capito male.
<BR>
<BR>
<BR>\"La matematica offre quello che di più simile alla verità l\'uomo può cogliere\"? questo è certo, ma ti ricordo che parti da assiomi. Se dici che l\'esistenza dell\'uomo è un assioma, e che anche l\'esistenza di Dio è un assioma, e basi la filosofia su ciò, penso che le cose cambierebbero molto, giusto per fare un esempio.
<BR>
<BR>Cmq nella tua ottica capisco perchè dici che fare filosofia e non farla è lo stesso.
<BR>
<BR>Per quanto riguarda quello che dice il tuo prof sulla scienza, è proprio quello che dice Popper (e che anche io condivido pienamente, è quello che ho scritto nell\'ultimo post) sul sistema di palafitte. Ce ne serviamo finchè ci serve, poi un altro sistema scientifico più utile si presenta e scegliamo quello.
<BR>
<BR>La differenza è che i sistemi scientifici mostrano più apertamente la loro utilità che quelli filosofici.
<BR>
<BR>Aspetto con ansia le vostre risposte...
<BR>
<BR>
<BR>Un bacione e rinnovo gli auguri di Buon Anno!
<BR>
<BR>
<BR>Livia.
<BR>
<BR>P.S.=Caro Colin, domani parto per andare da alcuni amici a passare il Capodanno. Non so quando tornerò o avrò possibilità di collegarmi. Forse il 2 o il 3. Ciau!

colin
Messaggi: 544
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00
Località: Fano

Messaggio da colin » 01 gen 1970, 01:33

Anch\'io sto per partire, non ho tempo per rispondere adeguatamente Livia...comunque è fuor di dubbio che ci risentiamo il 2 o il 3 (io torno il 2 sera...).
<BR>
<BR>P.S. Ma che 2 balle fare le valigie! <IMG SRC="images/forum/icons/icon_wink.gif">
<BR>
<BR>BUON ANNO A TUTTI!!!!<BR><BR>[ Questo Messaggio è stato Modificato da: colin il 29-12-2002 00:17 ]

Bloccato