[Halliday] Fisica 1- 2

La matematica vista sotto altri aspetti...

Moderatore: tutor

Bloccato
numerodinepero
Messaggi: 40
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00
Località: Pechino

Messaggio da numerodinepero » 01 gen 1970, 01:33

ciao, sto cercando qualcuno che mi dica un pò quali/quante sono le edizione del famoso libro di fisica che chiamiamo in modo \'accorciato\' Halliday.
<BR>
<BR>Io ho trovato questo:
<BR>
<BR>Halliday, Resnick, Walker – Fondamenti di Fisica (5a ed.) - Vol. I (Meccanica, Termologia) e Vol. II (Elettrologia, Magnetismo, Ottica) – Editrice Ambrosiana, Milano.
<BR>
<BR>
<BR>
<BR>ma ne esistono anche altri vedo.. varie edizioni ecc insomma com\'è la cosa? <IMG SRC="images/forum/icons/icon_eek.gif">

Avatar utente
Marco
Site Admin
Messaggi: 1331
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00
Località: IMO '93

Messaggio da Marco » 01 gen 1970, 01:33

Boh, hai provato con Amazon.com?[addsig]
[i:2epswnx1]già ambasciatore ufficiale di RM in Londra[/i:2epswnx1]
- - - - -
"Well, master, we're in a fix and no mistake."

Avatar utente
aursic
Messaggi: 132
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00
Località: Udine / Pisa
Contatta:

Messaggio da aursic » 01 gen 1970, 01:33

ad esempio io ho il primo volume (meccanica, termodinamica, acustica...) dell\'edizione anni 70 (di mio padre) e il secondo volume della 5^edizione (quella sul violetto/nero)
<BR>[Alla fine la relatività non è in nessuno dei due... ma non è che mi sia servita più di tanto]
* This message was transmitted on 100% recycled electrons.

tmart
Messaggi: 163
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00
Contatta:

Messaggio da tmart » 01 gen 1970, 01:33

Penso che la versionhe universitaria sia quella Halliday-Resnick-KRANE...
<BR>Io ho quella, non mi ha mai lasciato dubbi...
[tex]\Im^\heartsuit_\TeX[/tex]

Kalidor
Messaggi: 128
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00
Località: La Regina del Mare
Contatta:

Messaggio da Kalidor » 01 gen 1970, 01:33

l\'ultima è la V edizione

numerodinepero
Messaggi: 40
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00
Località: Pechino

Messaggio da numerodinepero » 01 gen 1970, 01:33

beh ragazzi, io ho qualche libro di fisica che mi potrebbe andar anche bene.
<BR>Non capisco cos\'abbia di così speciale l\'Halliday che tutti lo considerano il miglior libro; voglio dire i concetti sono espressi anche in altri libri di livello universitario.. però non posso dire altro non avendo mai visto l\'Halliday.
<BR>per cui, chi ce l\'ha, è davvero indispensabile?
<BR>
<BR>p.s: non devo fare le Olimpiadi della Fisica <IMG SRC="images/forum/icons/icon_smile.gif">

Avatar utente
Marco
Site Admin
Messaggi: 1331
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00
Località: IMO '93

Messaggio da Marco » 01 gen 1970, 01:33

<!-- BBCode Quote Start --><TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>
<BR>On 2004-09-28 13:00, numerodinepero wrote:
<BR>[...]chi ce l\'ha, è davvero indispensabile?
<BR></BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE><!-- BBCode Quote End -->Ciao, banda.
<BR>
<BR>Ma no, è ovvio: libri indispensabili non esistono. L\'Halliday-Resnick (su cui ho studiato anch\'io, btw) è semplicemente un ottimo libro, ed è per questo che tutti te lo consigliano. Se ne devi comperare uno, beh, quello è senz\'altro un acquisto ben fatto. Poi, la fisica si può studiare dove si vuole. Altri libri dello stesso taglio (rigoroso, ma divulgativo) possono essere la collana della Fisica di Berkeley (credo che il titolo sia proprio questo) e la serie delle Feynman\'s Lectures. Un libro, in italiano, che mi è capitato per le mani è il buon Rosati (Fisica Generale I e II).
<BR>
<BR>A questo punto mi fermo: è troppo tempo che non mi occupo più di fisica e i fisici che ci leggono avranno sicuramente opinioni diverse dalle mie...
<BR>
<BR>Ciao.
<BR>
<BR>M.
<BR>[addsig]
[i:2epswnx1]già ambasciatore ufficiale di RM in Londra[/i:2epswnx1]
- - - - -
"Well, master, we're in a fix and no mistake."

MindFlyer

Messaggio da MindFlyer » 01 gen 1970, 01:33

Tra gli italiani di livello pre-università che consiglio sempre c\'è l\'Amaldi, che nasce da un\'opera di Fermi per licei scientifici. Con tutti i suoi difetti già discussi altrove, primo fra tutti il modo in cui evita accuratamente di parlare di derivate o integrali dall\'inizio alla fine, secondo me è ottimo per dare una prima mano di vernice e spianare la strada per roba più seria tipo l\'Halliday-Resnick. Confermo anche l\'apprezzamento di marco sulla collana di Berkeley.

eNIgmIsta
Messaggi: 4
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00
Località: Tricase (Le)
Contatta:

Messaggio da eNIgmIsta » 01 gen 1970, 01:33

Io ho usato l\'amaldi e sinceramente, finchè tratta argomenti di facile comprensione, è semplice...
<BR>
<BR>Se prendete l\'amaldi n°3 che tratta di elettrostatica... bhè... preparatevi a non capire nulla...
<BR>
<BR>E poi fa degli esempi e degli esercizi svolti trppo banali, tipo di applicazione diretta. Lo consiglio solo a quelli che per la fisica hanno passione e intuizione.
Ah, la tauromachia!

MindFlyer

Messaggio da MindFlyer » 01 gen 1970, 01:33

<!-- BBCode Quote Start --><TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>
<BR>On 2004-11-07 18:07, eNIgmIsta wrote:
<BR>Io ho usato l\'amaldi e sinceramente, finchè tratta argomenti di facile comprensione, è semplice...
<BR>
<BR>Se prendete l\'amaldi n°3 che tratta di elettrostatica... bhè... preparatevi a non capire nulla...
<BR>
<BR>E poi fa degli esempi e degli esercizi svolti trppo banali, tipo di applicazione diretta. Lo consiglio solo a quelli che per la fisica hanno passione e intuizione.
<BR></BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE><!-- BBCode Quote End -->
<BR>Beh, insomma, riguardo alla passione e all\'intuizione, quella ci vuole indubbiamente... Ma l\'Amaldi resta uno dei libri per licei più chiari che abbia mai visto.
<BR>Non è vero che il volume 3 è così incomprensibile, anzi l\'elettrostatica è una delle parti più curate dell\'intera opera. Molto meglio della termodinamica del volume 2, che secondo me è la parte venuta meno bene perché piena di discorsi sconclusionati, specie sulle macchine termodinamiche.
<BR>E\' vero che gli esempi che fa sono banali applicazioni di formule, ma ti faccio notare che <!-- BBCode Start --><I>tutti</I><!-- BBCode End --> i problemi di fisica da liceo, compresi quelli con la coppa dello stesso Amaldi, e quelli delle olimpiadi, richiedono in ultima analisi di sapere un mucchio di formule e di sapere in quali contesti vanno applicate.

Bloccato

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite