Zero

La matematica vista sotto altri aspetti...

Moderatore: tutor

Bloccato
Lucio
Messaggi: 180
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00
Località: Pisa

Messaggio da Lucio » 01 gen 1970, 01:33

\"Per i matematici 0 è v-v, per i fisici è 10<sup>-23</sup>\"
<BR><IMG SRC="images/forum/icons/icon_biggrin.gif">
<BR>
<BR>Prof. Fabrizio Broglia (Algebra lineare, Pisa)

Everett
Messaggi: 10
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00
Località: Foligno (PG)

Messaggio da Everett » 01 gen 1970, 01:33

<h1>A si?!?</h1>

Azarus
Messaggi: 580
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00
Località: Pisa

Messaggio da Azarus » 01 gen 1970, 01:33

cioè?

FAroZ
Messaggi: 130
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00
Località: Faenza, RA
Contatta:

Messaggio da FAroZ » 01 gen 1970, 01:33

Non del tutto esatto!! Sfido un fisico a dire che un protone (massa = 1,66*10^-24) abbia massa nulla!
<BR>
<BR>Comunque in generale è così!
<BR>
<BR>Inoltre:
<BR>
<BR>\"10,00 m è diverso da 10 m, ma non ditelo al prof. di Matematica\"
<BR>
<BR>prof. Pezzi (fisica), Liceo Torricelli Faenza
Roberto Farolfi

Avatar utente
Paddo
Messaggi: 86
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00

Messaggio da Paddo » 01 gen 1970, 01:33

Il significato fisico dei due zero dopo la virgola è che la misurazione è stata effettuata con uno strumento sensibile fino alle due cifre decimali, pertanto, essendo il valore dell\' errore assoluto in questo caso metà della sensibilità, si ha che la misurazione in realtà è 10 +- 0.005 m<BR><BR><font size=1>[ Questo Messaggio è stato Modificato da: Paddo il 2002-05-23 21:39 ]</font>

Davide_Grossi
Messaggi: 187
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00
Località: San Giuliano Milanese

Messaggio da Davide_Grossi » 01 gen 1970, 01:33

Paddo, mi spiace contraddirti, ma se lo strumento ha sensibilità di 1cm, non vuol dire che se la misura \"reale\" è 10,006 lo approssima a 10,01 mentre se è 10,004 lo approssima a 10,00: il fatto è che lo strumento non riesce a conoscere la terza cifra decimale! Quindi la misura \"corretta\" è 10,00 +- 0,01 m.
<BR>
<BR>Ciao!
Davide Grossi

Avatar utente
Paddo
Messaggi: 86
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00

Messaggio da Paddo » 01 gen 1970, 01:33

Hai ragione! (o io ho torto, poichè tutto è relativo)

Azarus
Messaggi: 580
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00
Località: Pisa

Messaggio da Azarus » 01 gen 1970, 01:33

non tutto...

Davide_Grossi
Messaggi: 187
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00
Località: San Giuliano Milanese

Messaggio da Davide_Grossi » 01 gen 1970, 01:33

Ho chiesto al mio prof. di fisica sperimentale, e mi ha detto che quello che pensi tu è giusto, poi gli ho chiesto della validità di quello che dico io, e ha detto: \"Ovvio! E\' come dice lei!\".
<BR>
<BR>Ah, i fisici!
Davide Grossi

Avatar utente
Paddo
Messaggi: 86
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00

Messaggio da Paddo » 01 gen 1970, 01:33

Essendomi rimasto un dubbio sugli errori assoluti sono andato a rivedermi il mio libro di fisica della prima il quale riporta:
<BR>\"...si assume come errore di una misura la semiampiezza o l\'ampiezza (a seconda che le suddivisioni siano o no sufficentemente distanziate) dell\'intervallo corrispondente a due consecutive suddivisioni sulla scala dello strumento.\"
<BR>Effettivamente, se la misura è compresa fra 1,00 e 1,01 (come nel caso che ponevi tu)
<BR>per ridurre l\'errore al minore possisile si poteva porre 1,005+-0,005
<BR>E con questo avevo sbagliato anch\'io...

Bloccato