Gara a squadre femminile

La competizione di matematica più spettacolare che ci sia!

Cosa ne pensate della gara femminile?

Meglio non farla.
5
16%
Ben venga la gara del 20 gennaio, ma non dovrebbe dare accesso a Cesenatico.
6
19%
È giusto che ci sia e che dia accesso a Cesenatico, ma le squadre femminili dovrebbero fare una gara a parte anziché partecipare insieme alle squadre miste.
8
25%
È giusto che ci sia e che le squadre femminili partecipino a Cesenatico al pari di quelle miste, ma dovrebbero avere delle quote a parte in aggiunta a quelle già esistenti per le squadre miste, che non dovrebbero essere ridotte.
5
16%
È giusto ciò che è stato deciso, cioè che le squadre femminili partecipino a Cesenatico al pari delle squadre miste, e che abbiano, in piccola parte, delle quote di qualificazione riservate tra quelle già esistenti per le squadre miste, che quindi resteranno disponibili per queste ultime in numero inferiore.
8
25%
 
Voti totali: 32

setteh
Messaggi: 7
Iscritto il: 06 mar 2017, 17:06

Re: Gara a squadre femminile

Messaggio da setteh » 10 mar 2017, 15:41

Notizia dell'ultima ora: io e la mia compagna di cui sopra siamo state """costrette""" dalle evienienze ad essere nella squadra femminile a Cesenatico. No ci sono altre donne che secondo la nostra professoressa sono in grado di sostituirci e non vuole metterci due di prima perchè (cito) "sarebbe come gettarle in una vasca di leoni a Cesenatico" ed è decisamete più facile per la scuola trovare due ragazzi da mettere in prima squadra (praicamente c'è la fila). Oltre ad essere io molto delusa perché mi troverò a fare una gara che tutti capite non essere la mia prima aspirazione, sono contraria al concetto di olimpiadi femminili perché lo ritengo adatto in un contesto diverso, che non è il mio, in quanto sono come una porta sfondata per le squadre di matematica; penso che a questo punto vivrò Cesenatico male, con amarezza e soprattutto con l'idea che, se questo era il primo anno che la mia scuola si ritrovava ad avere delle donne in prima squadra, è anche l'anno in cui queste due donne finiscono fuori

Avatar utente
Lasker
Messaggi: 330
Iscritto il: 02 mag 2013, 20:47
Località: Udine

Re: Gara a squadre femminile

Messaggio da Lasker » 10 mar 2017, 17:04

setteh ha scritto:se questo era il primo anno che la mia scuola si ritrovava ad avere delle donne in prima squadra, è anche l'anno in cui queste due donne finiscono fuori
Mi dispiace, soprattutto perché secondo me dovresti avere tu il diritto di scegliere in che squadra stare, e al limite lasciare la squadra femminile in 6 (o 5 se si conta anche la tua compagna di prima squadra), se proprio le ragazzine di prima non se la sentono di affrontare Cesenatico (che poi non muore nessuno a non risolvere qualche problema per il tempo che dura la semifinale, anzi può venire voglia di allenarsi per riuscire l'anno successivo...).
"Una funzione generatrice è una corda da bucato usata per appendervi una successione numerica per metterla in mostra" (Herbert Wilf)

"La matematica è la regina delle scienze e la teoria dei numeri è la regina della matematica" (Carl Friedrich Gauss)

Sensibilizzazione all'uso delle potenti Coordinate Cartesiane, possano seppellire per sempre le orride baricentriche corruttrici dei giovani: cur enim scribere tre numeri quando se ne abbisogna di due?

PRIMA FILA TUTTI SBIRRI!

Kopernik
Messaggi: 656
Iscritto il: 03 apr 2009, 16:48
Località: Udine

Re: Gara a squadre femminile

Messaggio da Kopernik » 10 mar 2017, 19:18

Lasker ha scritto:secondo me dovresti avere tu il diritto di scegliere in che squadra stare
Su questo, come allenatore, non sono d'accordo. Nella mia scuola tutti hanno diritto di esprimere un parere (ma se non richiesto, meglio di no), ma poi decido io e basta, e mi prendo tutte le responsabilità che questa scelta porta con sé. In una squadra l'allenatore è il capo assoluto, e decide quello che ritiene sia meglio per la squadra (o le squadre). Detto questo, trovo che la decisione sia suicida, perché la squadra mista dovrebbe avere la formazione più competitiva possibile, e per la squadra femminile si deve trovare un'altra soluzione.
La frase "sarebbe come gettarle in una vasca di leoni a Cesenatico" dell'insegnante di setteh è discutibile. Cosa può succedere alla squadra femminile? Arriverà ultima? E allora? Vuoi mettere la soddisfazione di avere partecipato a una seminfinale a Cesenatico? Se poi le primine capiscono il privilegio che è capitato loro, magari dal prossimo anno iniziano ad allenarsi regolarmente...
[tex]A \epsilon \iota \quad o \quad \theta \epsilon o \varsigma \quad o \quad \mu \epsilon \gamma \alpha \varsigma \quad \gamma \epsilon \omega \mu \epsilon \tau \rho \epsilon \iota \quad (\Pi \lambda \alpha \tau \omega \nu)[/tex]

Avatar utente
Sirio
Messaggi: 198
Iscritto il: 08 set 2016, 22:01

Re: Gara a squadre femminile

Messaggio da Sirio » 11 mar 2017, 13:13

Kopernik ha scritto:In una squadra l'allenatore è il capo assoluto, e decide quello che ritiene sia meglio per la squadra (o le squadre).
Questo però vale solo per chi partecipa per vincere e non per chi partecipa per divertirsi, giusto?
シリオ
$T=\sqrt{\dfrac l g 12\pi}$

xXStephXx
Messaggi: 467
Iscritto il: 22 giu 2011, 21:51

Re: Gara a squadre femminile

Messaggio da xXStephXx » 11 mar 2017, 14:33

Sirio ha scritto:
Kopernik ha scritto:In una squadra l'allenatore è il capo assoluto, e decide quello che ritiene sia meglio per la squadra (o le squadre).
Questo però vale solo per chi partecipa per vincere e non per chi partecipa per divertirsi, giusto?
Bellissima! :lol:

setteh
Messaggi: 7
Iscritto il: 06 mar 2017, 17:06

Re: Gara a squadre femminile

Messaggio da setteh » 12 mar 2017, 11:00

Il mio intervento non voleva essere una polemica sulla scelta di mettermi nella squadra femminile o meno (forse mi sono espressa male io e mi dispiace di aver creato questo malinteso), ma una riflessione sul concetto di gare femminili. Trovo che questa gara femminile sia il modo peggiore per ovviare alla scarsa presenza di donne nella matematica olimpica e non abbia sortito alcun risultato pratico sulle ragazze già partecipanti. Se devono servire per avvicinare nuove adepte, dovrebbero rivolgersi ad un pubblico di ragazze di prima superiore, o magari delle medie (molte persone sono già "nel giro" dalla prima media), o per lo meno a ragazze che non fanno già squadre o individuali

Avatar utente
L.A.Bachevskij
Site Admin
Messaggi: 104
Iscritto il: 09 lug 2008, 23:00
Località: Berlin, Berlin, Deutschland

Re: Gara a squadre femminile

Messaggio da L.A.Bachevskij » 12 mar 2017, 11:44

setteh ha scritto:Il mio intervento non voleva essere una polemica [...], ma una riflessione sul concetto di gare femminili. Trovo che questa gara femminile sia il modo peggiore per ovviare alla scarsa presenza di donne nella matematica olimpica e non abbia sortito alcun risultato pratico sulle ragazze già partecipanti. Se devono servire per avvicinare nuove adepte, dovrebbero rivolgersi ad un pubblico di ragazze di prima superiore, o magari delle medie (molte persone sono già "nel giro" dalla prima media), o per lo meno a ragazze che non fanno già squadre o individuali
Ho letto con molto interesse i tuoi interventi in questo thread. È fondamentale, per migliorare ogni anno le gare, avere feedback non solo dai docenti (in particolare Coordinatori e Responsabili Distrettuali), ma anche dai partecipanti. Quindi voglio prima di tutto ringraziarti per quello che ci hai raccontato e per le riflessioni che hai portato.

Non sono però d'accordo (o almeno, non mi hai ancora convinto) che "questa gara sia il modo peggiore per ovviare alla scarsa presenza di donne". Secondo me ha avuto successo, almeno nella sua fase locale: se guardiamo ai numeri della partecipazione, non possiamo che vedere un risultato positivo, soprattutto considerando che si tratta della prima edizione. Credo sia corretto affermare che non sia il modo migliore, ma non fare nulla non è una buona soluzione, mentre da un tentativo, magari non completamente di successo, si può imparare e aggiustare il tiro per gli anni successivi. Il fatto che siamo qui a parlarne è, per certi aspetti, già un successo e il tuo suggerimento di concentrarsi più sulle ragazze dei primi anni è un'interessante spunto di riflessione.

A proposito di questo punto, però, non sono d'accordo che debbano rivolgersi necessariamente solo "a ragazze che non fanno già squadre o individuali", anzi, credo che la presenza in una squadra femminile di concorrenti con un po' di esperienza possa fare da catalizzatore e far crescere più in fretta l'intera squadra (anche l'esperta, che magari si trova per la prima volta in una posizione di responsabilità maggiore). Mi sembra che il problema sorga dalla concomitanza spazio-temporale delle gare "miste" e "femminili", cioè che le squadre partecipino alla stessa gara. Questo è a sua volta un punto da affrontare e discutere, ma, di nuovo, bisogna pensare che si tratta della prima edizione della gara a squadre femminile e, prima della gara stessa, era difficile prevedere il numero di squadre partecipanti. E non avendo stime su questi numeri, non sarebbe stato possibile, anche solo da un punto di vista logistico, pensare ad una "finale femminile" separata da quella mista (ammesso che questa sia una soluzione migliore).

Infine un ultimo commento sul fatto che "non abbia sortito alcun risultato pratico sulle ragazze già partecipanti". Io non ho dati per supportare o confutare questa affermazione, credo che qualora questo effetto ci sia, non sia semplice misurarlo in modo obiettivo e, al tempo stesso, non è detto che ci sia *ancora*. Prima di poter giudicare una scelta strategica penso occorra lasciarle un po' di tempo per prendere piede.

Mi auguro che questo messaggio, forse un po' lungo, spinga altre partecipanti a rispondere, a portare altre osservazioni, a contraddirmi, in modo che la prossima edizione della gara a squadre femminile possa essere migliore della prima e che, in generale, la partecipazione femminile alle olimpiadi e alla matematica possa crescere.

Kopernik
Messaggi: 656
Iscritto il: 03 apr 2009, 16:48
Località: Udine

Re: Gara a squadre femminile

Messaggio da Kopernik » 12 mar 2017, 12:03

L'anno scorso, a Cesenatico, ho partecipato alla riunione in cui abbiamo deciso di istituire la gara a squadre femminile. In tale occasione abbiamo discusso su tre proposte che ci aiutassero ad avvicinare più ragazze alle gare di matematica, e dopo una lunga discussione abbiamo scelto quello che tutti sapete. Ricordo bene che eravamo tutti convinti che non sarebbe stata la soluzione ideale, ma ci sembrava l'idea migliore.
Fermo restando che dobbiamo aspettare qualche anno per vedere come si evolve la gara femminile, secondo la mia esperienza il primo anno è stato positivo. Innanzitutto mi aspettavo che si sarebbero iscritte un centinaio di squadre: il totale di 240 è stata una piacevole sorpresa. Poi, riferisco come è andata nella mia scuola: agli allenamenti partecipano un po' di più di 40 persone, che avrebbero piacere di mettersi in gioco partecipando a qualche gara. La gara femminile apre degli spazi in più, che mi permettono di far giocare le ragazze più brave in una gara ufficiale. Rappresentare la propria scuola, indossando la maglietta col nome dell'Istituto, rappresenta una motivazione forte che porterà queste ragazze, se continueranno a divertirsi, a partecipare con maggiore convinzione e regolarità agli allenamenti. Questo, secondo me, rappresenta il vero successo della gara femminile; mi sembra che, almeno a un primo bilancio provvisorio, abbia funzionato.
[tex]A \epsilon \iota \quad o \quad \theta \epsilon o \varsigma \quad o \quad \mu \epsilon \gamma \alpha \varsigma \quad \gamma \epsilon \omega \mu \epsilon \tau \rho \epsilon \iota \quad (\Pi \lambda \alpha \tau \omega \nu)[/tex]

mr96
Messaggi: 123
Iscritto il: 05 gen 2015, 01:07

Re: Gara a squadre femminile

Messaggio da mr96 » 12 mar 2017, 14:42

Io non mi farei ingannare dai numeri: le scuole che alleno io, così come altre, hanno mandato una squadra "a caso". Nel caso di una delle mie scuole una ragazza che già viene agli allenamenti ed è in squadra ufficiale ha coinvolto 6 amiche che sono andate a perdere un pomeriggio di scuola e non hanno risolto niente, né hanno intenzione di allenarsi, ma l'hanno fatto solo perché lei ci teneva. La squadra che qua a Torino ha (stra)vinto non è nella stessa situazione ma poco ci manca, anzi, le due ragazze (molto più preparate della media dei componenti delle squadre miste) che sono anche nella mista ora hanno la dura scelta da fare (anzi, non sono nemmemo sicuro che potranno scegliere), e in entrambi i casi sarebbe tragico per la scuola... Secondo me o si fa una competizione interamente femminile (ma secondo me rimane una specie di insulto verso le ragazze brave) o non si fa nulla...

Kopernik
Messaggi: 656
Iscritto il: 03 apr 2009, 16:48
Località: Udine

Re: Gara a squadre femminile

Messaggio da Kopernik » 12 mar 2017, 16:30

mr96 ha scritto:Io non mi farei ingannare dai numeri: le scuole che alleno io, così come altre, hanno mandato una squadra "a caso". Nel caso di una delle mie scuole una ragazza che già viene agli allenamenti ed è in squadra ufficiale ha coinvolto 6 amiche che sono andate a perdere un pomeriggio di scuola e non hanno risolto niente, né hanno intenzione di allenarsi, ma l'hanno fatto solo perché lei ci teneva.
L'obiettivo della gara femminile è avvicinare più ragazze possibile alle gare di matematica. Non è detto che tutte queste debbano appassionarsi: se anche solo una piccolissima parte delle 1680 ragazze che hanno giocato il 20 gennaio (senza contare le riserve) si appassionerà alle gare, il risultato che ci eravamo prefissati sarà stato raggiunto. Non mi pare che qualcuno si faccia ingannare dai numeri.
mr96 ha scritto:La squadra che qua a Torino ha (stra)vinto non è nella stessa situazione ma poco ci manca, anzi, le due ragazze (molto più preparate della media dei componenti delle squadre miste) che sono anche nella mista ora hanno la dura scelta da fare (anzi, non sono nemmemo sicuro che potranno scegliere), e in entrambi i casi sarebbe tragico per la scuola...
Come ho già detto in precedente post, la scelta secondo me non spetta a loro. E c'è una cosa che non capisco: la tragedia quale sarebbe? Che la squadra mista non va in finale? Che la squadra femminile arriva ultima? Dove sta la tragedia?
[tex]A \epsilon \iota \quad o \quad \theta \epsilon o \varsigma \quad o \quad \mu \epsilon \gamma \alpha \varsigma \quad \gamma \epsilon \omega \mu \epsilon \tau \rho \epsilon \iota \quad (\Pi \lambda \alpha \tau \omega \nu)[/tex]

Enigmatico
Messaggi: 79
Iscritto il: 03 dic 2014, 23:23

Re: Gara a squadre femminile

Messaggio da Enigmatico » 14 mar 2017, 22:43

M'inserisco anche io nella discussione...
Oggi ho realizzato che a Roma è stato istituito un 50% di quote rosa, sicché le squadre miste aventi diritto di partecipazione a Cesenatico divengono 3 dalle 5 previste precedentemente. Il tutto in un distretto con un centinaio buono di squadre.
Premesso che sono un sostenitore della gara a squadre femminile, che - almeno per quanto rigiarda la mia scuola - è riuscita a far appassionare diverse ragazze, perché questa distribuzione delle quote? Non riesco a trovare una spiegazione...

Avatar utente
Federico II
Messaggi: 213
Iscritto il: 14 mag 2014, 14:56
Località: Roma

Re: Gara a squadre femminile

Messaggio da Federico II » 14 mar 2017, 23:54

La questione non è il 50% di quote rosa...
Le quote rosa vengono assegnate a priori alle varie classifiche parallele della gara femminile, a prescindere dai singoli distretti locali.
In totale ci sono 20 posti per le squadre femminili, di cui "casualmente" 3 solo per Roma visto che occupava un'intera sessione. Per le squadre miste, che in totale dovrebbero avere altri ~100 posti, si applica, o quantomeno si dovrebbe applicare, l'algoritmo descritto nel file sulle modalità di ammissione a Cesenatico, in modo indipendente dalle squadre femminili. Algoritmo che, a quanto mi risulta da qualche conto che ho fatto con buona approssimazione (scusate la fisica, ma i parametri sulle squadre iscritte da province diverse da quella dove si svolge la gara, anche se pesano poco, non sono facilmente calcolabili...), porta a concludere che a Roma non spettano solo 3 quote (come ci era stato detto alla Sapienza), bensì almeno 5-6. È per questo che qualche giorno fa ho chiesto se potevo vedere da qualche parte il file con le quote (e rinnovo la domanda). Poi, da quanto hanno detto oggi a Tor Vergata, non è ancora chiaro quante squadre passeranno a Roma, dicevano che stavano ancora stabilendo il numero esatto. Tuttavia non capisco perché si debba penalizzare un distretto rispetto alla quota data dall'algoritmo. Parlo in modo abbastanza imparziale, la mia squadra passa in ogni caso, ma mi dispiace per alcune squadre che potrebbero non passare per un criterio oscuro e che sembra poco corretto (almeno per quanto ne so io adesso).
Il responsabile della sala seminari

Avatar utente
Federico II
Messaggi: 213
Iscritto il: 14 mag 2014, 14:56
Località: Roma

Re: Gara a squadre femminile

Messaggio da Federico II » 17 mar 2017, 13:32

Gradirei una risposta, grazie.
Il responsabile della sala seminari

Avatar utente
L.A.Bachevskij
Site Admin
Messaggi: 104
Iscritto il: 09 lug 2008, 23:00
Località: Berlin, Berlin, Deutschland

Re: Gara a squadre femminile

Messaggio da L.A.Bachevskij » 17 mar 2017, 15:37

Caro Federico II, hai sentito bene, la quota di Roma per Cesenatico è pari a 3. Probabilmente hai sbagliato qualche parametro nelle tue stime. Il motivo principale per la diminuzione delle quote della gara di Roma (4 lo scorso anno, 3 quest'anno) sono da vedersi nella crescita dei numeri delle gare locali in tutta Italia, sia come numero di gare, sia come numero di partecipanti.

mr96
Messaggi: 123
Iscritto il: 05 gen 2015, 01:07

Re: Gara a squadre femminile

Messaggio da mr96 » 17 mar 2017, 17:02

Kopernik ha scritto:
mr96 ha scritto:Io non mi farei ingannare dai numeri: le scuole che alleno io, così come altre, hanno mandato una squadra "a caso". Nel caso di una delle mie scuole una ragazza che già viene agli allenamenti ed è in squadra ufficiale ha coinvolto 6 amiche che sono andate a perdere un pomeriggio di scuola e non hanno risolto niente, né hanno intenzione di allenarsi, ma l'hanno fatto solo perché lei ci teneva.
L'obiettivo della gara femminile è avvicinare più ragazze possibile alle gare di matematica. Non è detto che tutte queste debbano appassionarsi: se anche solo una piccolissima parte delle 1680 ragazze che hanno giocato il 20 gennaio (senza contare le riserve) si appassionerà alle gare, il risultato che ci eravamo prefissati sarà stato raggiunto. Non mi pare che qualcuno si faccia ingannare dai numeri.
mr96 ha scritto:La squadra che qua a Torino ha (stra)vinto non è nella stessa situazione ma poco ci manca, anzi, le due ragazze (molto più preparate della media dei componenti delle squadre miste) che sono anche nella mista ora hanno la dura scelta da fare (anzi, non sono nemmemo sicuro che potranno scegliere), e in entrambi i casi sarebbe tragico per la scuola...
Come ho già detto in precedente post, la scelta secondo me non spetta a loro. E c'è una cosa che non capisco: la tragedia quale sarebbe? Che la squadra mista non va in finale? Che la squadra femminile arriva ultima? Dove sta la tragedia?
La tragedia è che la gara a squadre diventi frustrazione e non divertimento, scopo principale per cui nasce. Per competere seriamente ci sono le individuali, la gara a squadre è un'occasione di divertirsi e migliorare, secondo me, e per questo una persona che merita di stare in entrambe le squadre dovrebbe poter scegliere da che parte stare.

@L.A.Bachevskij: l'algoritmo è disponibile online? Mi ricordo di una discussione nella quale se ne parlava, ma non riesco a ritrovarla...

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti