Viaggi nel tempo

Qui si parla di libri, film, fumetti, documentari, software di argomento matematico o scientifico.
Rispondi
mistergiovax

Viaggi nel tempo

Messaggio da mistergiovax » 15 dic 2007, 22:14

Date un'occhiata:

http://it.wikipedia.org/wiki/John_Titor

Non mi sembra che se ne sia gia' parlato (ho letto tutta questa sezione e in più le prime due pagine dei discorsi da birreria), inoltre non mi pare che faccia parte degli 'argomenti sensibili'.

A voi un commento (quando dico 'voi', non voglio che mi rispondano soltanto 'jordan' o 'EvaristeG' come al solito: suvvia, non siate timidi!).

Avatar utente
Ratio
Messaggi: 62
Iscritto il: 29 nov 2007, 20:22
Località: Una realtà quadridimensionale (forse)

Messaggio da Ratio » 16 dic 2007, 00:58

Quella di John Titor è una storia vecchia come il cucco, ma ritengo che sia comunque utilissimo discuterne (e più che leggittimo aprirne un thread a proposito :wink: ).
Per quanto riguarda le sue "predizioni" non credo ci sia da discuterne, dal momento che Titor stesso dichiara che probabilmente i fatti da lui annunciati appartengono solo alla sua linea temporale.
Da un punto di vista scientifico, invece, pone seri dubbi: la teoria del multiverso (sulla quale si basa la creazione di nuove linee temporali) potrebbe essere vera solo se accettiamo che qualsiasi azione può essere compiuta in infiniti modi, e che può quindi generare infiniti universi.
Personalmente non mi sento di liquidare questa "teoria", nè di sposarla incondizionatamente: mi appello in definitiva alla mancanza di prove sperimentali sia a pro che contro.

Tuttavia ho molte perplessità per quanto riguarda il viaggio nel tempo di per sè: se effettivamente viaggiando nel passato creiamo una linea temporale diversa, non c'è mai la sicurezza di trovarci in un mondo "affine" al nostro.
Prendiamo il caso stesso di John Titor: lui afferma d'essere tornato (o meglio "venuto") per prelevare una IBM 5100, ma se nel "nostro" passato la IBM non fosse mai esistita? E se magari l'evoluzione tecnologica fosse arrivata con ritardo? Se accettiamo la possibilità che ci sono infinite applicazioni d'una azione, allora dobbiamo anche precisare che ci possono essere infiniti mondi, in cui magari al posto dell'IBM c'era un'altra ditta, o in cui i codici informatici erano formulati diversamente.

Comunque è possibilissimo che queste mie critiche siano un pò come quelle della gente ai tempi di Galileo, che non si spiegavano come mai, nonostante il frenetico moto della Terra, nessuno volasse via per la tangente dell'orbita: forse in futuro molte cose saranno spiegate, ma nel frattempo non possiamo che riservarci il piacere della ricerca.
"L'apprendere molte cose non insegna l'intelligenza"
Eraclito

mistergiovax

Messaggio da mistergiovax » 16 dic 2007, 16:27

ratio:
ma ritengo che sia comunque utilissimo discuterne (e più che leggittimo aprirne un thread a proposito :wink: ).
L'avevo pensato anche io!

Grazie per il commento, comunque anche io la penso più o meno come te.

Avatar utente
manliobarone
Messaggi: 144
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00
Località: Saturno

Messaggio da manliobarone » 16 dic 2007, 17:31

Allora le cose che non mi sconfinferano nel racconto di questo tizio sono molteplici...
1) Se nel suo futuro non esistono computer, come ha fatto a muoversi nello spazio-tempo? Infatti sarebbe potuto andare a finire contro un albero o rimanere inglobato all'interno di un edificio....senza contare che avrebbe dovuto potersi basare su calcoli molto accurati riguardanti posizione esatta della terra, per non finire nel vuoto interplanetario...
2)Dubito che un meccanismo per poter viaggiare nel tempo possa risultare così piccolo da poter essere stipato nel baule di una corvette (ha visto troppe volte ritorno al futuro per i miei gusti :lol: ) date le enormi energie che sarebbero necessarie per poter curvare lo spaziotempo...
3)Se lui è tornato indietro nel tempo, come diavolo ha fatto a svincolarsi dalla sua linea temporale? Della serie vi racconto 'sta roba, ma se non accade è perchè apparteniamo a due linee temporali diverse...cosa che mi sembra un'ottima giustificazione per non invalidare il suo racconto...
4)Mi sembrava un pochino troppo ossessionato dal millenium bug...un pò come tutti quei folli che erano convinti della prossimità della fine del mondo in quel periodo... :roll:

Non dico che i viaggi nel tempo siano impossibili...ma i materiali che conosciamo non potrebbero mai e poi mai supportare le enormi energie in gioco...
[url=http://userbarmaker.com/:2ss5vsuf][img:2ss5vsuf]http://img339.imageshack.us/img339/9963/101193326054vv3.png[/img:2ss5vsuf][/url:2ss5vsuf]
[url=http://userbarmaker.com/:2ss5vsuf][img:2ss5vsuf]http://img174.imageshack.us/img174/9177/1001186257051rb1.png[/img:2ss5vsuf][/url:2ss5vsuf]
[b:2ss5vsuf]Membro Club Nostalgici[/b:2ss5vsuf]

Avatar utente
Ratio
Messaggi: 62
Iscritto il: 29 nov 2007, 20:22
Località: Una realtà quadridimensionale (forse)

Messaggio da Ratio » 16 dic 2007, 18:06

manliobarone ha scritto:Allora le cose che non mi sconfinferano nel racconto di questo tizio sono molteplici...
1) Se nel suo futuro non esistono computer, come ha fatto a muoversi nello spazio-tempo? Infatti sarebbe potuto andare a finire contro un albero o rimanere inglobato all'interno di un edificio....senza contare che avrebbe dovuto potersi basare su calcoli molto accurati riguardanti posizione esatta della terra, per non finire nel vuoto interplanetario...
Lui afferma che nel suo futuro esistono i computer: dice che dopo la terza guerra mondiale ci saranno meno utenti (ovviamente) e linee internet con Europa ed Asia saranno saltate, ma la rete internet negli USA come la maggior parte dei computer americani saranno ancora in buono stato.
manliobarone ha scritto:3)Se lui è tornato indietro nel tempo, come diavolo ha fatto a svincolarsi dalla sua linea temporale? Della serie vi racconto 'sta roba, ma se non accade è perchè apparteniamo a due linee temporali diverse...cosa che mi sembra un'ottima giustificazione per non invalidare il suo racconto...
Effettivamente lui non si è svincolato dalla sua linea temporale: afferma che ogni volta che una persona "nuova" (come lui) viene introdotta nel passato, necessariamente muta (almeno di un pochino) la linea temporale. Quindi ogni viaggio nel passato crea una nuova linea temporale diversa.
Per esempio: se Titor non fosse venuto nel passato noi non staremmo discutendo di lui, segno che ha mutato, almeno in parte, la linea temporale originaria.

manliobarone ha scritto:Non dico che i viaggi nel tempo siano impossibili...ma i materiali che conosciamo non potrebbero mai e poi mai supportare le enormi energie in gioco...
Quoto.

P.S.: questo è da intendersi come un post di precisazione, non come una critica in ogni caso.[/quote]
"L'apprendere molte cose non insegna l'intelligenza"
Eraclito

matteo16
Messaggi: 303
Iscritto il: 10 dic 2007, 21:16

Messaggio da matteo16 » 16 dic 2007, 22:36

e questa persona non dice come ha fatto e su cosa si baserebbe il meccanismo(ponendo fosse vero anche se io non ci credo molto) che lo portaw indietro nel futuro?
qualche nuova tecnologia che atraverso i calcoli di relatività e meccanica quantistica permetta di trasportarlo nel passato?

Avatar utente
manliobarone
Messaggi: 144
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00
Località: Saturno

Messaggio da manliobarone » 17 dic 2007, 12:13

Il fatto che una persona nuova venga inserita nel passato, può far modificare la linea temporale...ma lui afferma anche che queste modifiche non influenzano la sua...ora francamente mi sembra abbastanza assurdo che qualcuno si possa spostare non solo indietro ed avanti nel tempo ma addirittura da una linea temporale all'altra...e perchè mai sarebbe andato dal futuro indietro nel passato per lasciare il proprio tempo così com'è...data la catastrofe che, secondo i suoi racconti sarebbe avvenuta?
Poi se è al lavoro per conto del suo governo, perchè mai l'avrebbero spedito da solo?
Inoltr parla delle funzionalità dell'IBM 5100...francamente un qualsiasi ingegnere dell'ibm che abbia lavorato a quel progetto sarebbe a conoscenza di questi dettagli... :wink:
[url=http://userbarmaker.com/:2ss5vsuf][img:2ss5vsuf]http://img339.imageshack.us/img339/9963/101193326054vv3.png[/img:2ss5vsuf][/url:2ss5vsuf]
[url=http://userbarmaker.com/:2ss5vsuf][img:2ss5vsuf]http://img174.imageshack.us/img174/9177/1001186257051rb1.png[/img:2ss5vsuf][/url:2ss5vsuf]
[b:2ss5vsuf]Membro Club Nostalgici[/b:2ss5vsuf]

mistergiovax

Messaggio da mistergiovax » 17 dic 2007, 13:59

Può anche darsi che, intorno all'IBM 5100 ci sia qualche segreto, né più e né meno dell'area 51 o robe simili, di cui sanno qualcosa solo poche persone no?

Avatar utente
Ratio
Messaggi: 62
Iscritto il: 29 nov 2007, 20:22
Località: Una realtà quadridimensionale (forse)

Messaggio da Ratio » 17 dic 2007, 14:13

manliobarone ha scritto:Il fatto che una persona nuova venga inserita nel passato, può far modificare la linea temporale...ma lui afferma anche che queste modifiche non influenzano la sua...ora francamente mi sembra abbastanza assurdo che qualcuno si possa spostare non solo indietro ed avanti nel tempo ma addirittura da una linea temporale all'altra...e perchè mai sarebbe andato dal futuro indietro nel passato per lasciare il proprio tempo così com'è...data la catastrofe che, secondo i suoi racconti sarebbe avvenuta?
Poi se è al lavoro per conto del suo governo, perchè mai l'avrebbero spedito da solo?
Inoltr parla delle funzionalità dell'IBM 5100...francamente un qualsiasi ingegnere dell'ibm che abbia lavorato a quel progetto sarebbe a conoscenza di questi dettagli... :wink:
Sono dubbioso quanto te sull'argomento. Comunque la sua missione era di portare nel suo presente (che non coincide con il nostro futuro) la IBM 5100, che possiede capacità non meglio specificabili per risolvere errori informatici.
Il suo scopo non era di modificare la sua linea temporale: come avrebbe potuto? (guarda ad esempio il paradosso del nonno) Il suo scopo era di modificare il suo ... futuro. :lol: (Scopo anche nostro, del resto).

Quanto alle proprietà dell'IBM 5100, alla sua commercializzazione molte di queste non vennero rese note, ed effettivamente solo ingegneri che avevano lavorato al progetto potevano conoscerle. Ma sicuramente un programmatore dell'IBM non poteva sapere che nel 2001 il CERN avrebbe dichiarato possibile la creazione di mini-buchi neri, o che le motivazioni della guerra in Iraq (non ancora iniziata) riguardavano la ricerca di armi di distruzione di massa (sia atomiche che batteriologiche).
"L'apprendere molte cose non insegna l'intelligenza"
Eraclito

Avatar utente
mod_2
Messaggi: 726
Iscritto il: 18 ago 2007, 20:26
Località: In fondo a destra

Messaggio da mod_2 » 18 dic 2007, 13:46

ms88 ha scritto:io ho visto un documentario quest'estate su john titor....
una cosa seria fatta sulla televisione svizzara, non una puttanata da voyager o il pianeta che vive
non ci crederete mai, ma john titor è una creazione pubblicitaria della disney: i suoi account sono infatti legati a perfection, il paese felice in florida con le casette cazzute della disney
:lol: :lol: :lol:

[cavolate]
@IBM 5100
sono riusciti a viaggiare nel tempo e non riescono a costruire una macchina del passato:?:
[/cavolate]
Appassionatamente BTA 197!

Avatar utente
Ratio
Messaggi: 62
Iscritto il: 29 nov 2007, 20:22
Località: Una realtà quadridimensionale (forse)

Messaggio da Ratio » 18 dic 2007, 14:50

mod_2 ha scritto:@IBM 5100
sono riusciti a viaggiare nel tempo e non riescono a costruire una macchina del passato:?:
[/cavolate]
Magari hanno perso il progetto o gli schemi tecnici della macchina.
"L'apprendere molte cose non insegna l'intelligenza"
Eraclito

Rispondi