Pre-olimpiadi?

Qui si parla di libri, film, fumetti, documentari, software di argomento matematico o scientifico.
Rispondi
Carlein
Messaggi: 315
Iscritto il: 26 nov 2007, 18:16
Località: Napoli

Pre-olimpiadi?

Messaggio da Carlein » 27 mar 2011, 17:37

Questa è una piccola curiosità su cui mi piacerebbe sapere in particolare il parere di chi spende tempo ad allevare i giovani olimpionici italiani ma chiunque ha voglia di dire la sua è ben venuto.
La domanda è,a meno di motivi pratici tipo persone soldi disponibili attualmente: Avete mai pensato di abbassare l'età olimpica alle scuole medie? Cioè questa prospettiva da un punto di vista anche solamente teorico è mai stata guardata?
A quanto mi è capitato di leggere(o meglio sfogliare) in passato, c'è un età critica(mi pare verso i 5 o 6 anni) dove in genere i bambini sviluppano alcune facoltà fondamentali come ad esempio il concetto di quantità:c'è un'esperimento di Piaget in cui veniva riversata da un recipiente basso e grasso dell'acqua in uno alto e magro, e veniva chiesto ai bambini(che assistevano alla cosa) se c'era più acqua nel primo o nel secondo caso; le risposte date sembrano indicare che i bambini prima di un età critica tendono a rispondere che c'è più acqua nel secondo, e dopo quest'età rispondono che non cambia niente. Quindi non mi sento leggittimato a dire che non esiste una limitazione dal basso ad un educazione matematica superiore. Però a naso direi che tra i 10 e i 14 anni non vi sono più queste grandi differenze, ossia un individuo "disponibile" a 14 probabilmente lo era anche a 10(e chissà magari ci sono casi di individui disponibili a 10 e per vicende personali non più o meno disponibili a 14). Parallelamente osservo che il lavoro che state facendo fa in modo che le conoscenze che gestisce un olimpionico di oggi sono tendenzialmente superiori a quelle che gestiva un olimpionico in passato, dunque mi chiedo se iniziando tutto da prima questo processo non raggiungerebbe uno step superiore(e se questo non comporterebbe anche una maggiore competitività italiana alle IMO,che anche questo mi pare sia un fenomeno tendenzialmente crescente). In tutto cio che ho detto vorrei sottolineare non c'è nessuna convinzione personale, sono solo delle curiosità su cui mi piacerebbe avere un'opinione da chi ci lavora in concreto e quindi magari è a conoscenza di sottigliezze in più che rendono instabile quanto ho detto prima.
Ciao! :D
p.s:poichè è una domanda abbastanza naturale, può darsi che vi sia stata qualche discussione analoga in passato:non ho cercato e in tal caso me ne scuso.
Lo stolto è colui che dice quello che sa.Il saggio è colui che sa quello che dice.
"And then one day you find,ten years have got behind you,no one told when to run,you missed the starting gun"

Avatar utente
julio14
Messaggi: 1206
Iscritto il: 11 dic 2006, 18:52
Località: Pisa

Re: Pre-olimpiadi?

Messaggio da julio14 » 27 mar 2011, 19:08

Mi pare un problema abbastanza insormontabile il fatto che per parlare un po' di matematica serva un minimo di conoscenze: se non ricordo male, ad esempio io alle medie non sapevo neanche cosa fosse un'equazione. Le superiori, anche se insegnano molto poco, ti danno almeno una certa familiarità con il linguaggio matematico, senza la quale fare anche i problemi della prima fase diventa parecchio difficile. Si potrebbe fare una gara differenziata, ma non so quanto potrebbe discostarsi, come tipo di problemi, dai giochi Bocconi, e fare una cosa analoga sarebbe ripetitivo e poco utile. Just my two cents, io non sono nell'organizzazione delle olimpiadi.
"L'unica soluzione è (0;0;0)" "E chi te lo dice?" "Nessuno, ma chi se ne fotte"
[quote="Tibor Gallai"]Alla fine, anche le donne sono macchine di Turing, solo un po' meno deterministiche di noi.[/quote]
Non sono un uomo Joule!!!

Giuseppe R
Messaggi: 571
Iscritto il: 22 mar 2008, 12:04
Località: A casa sua

Re: Pre-olimpiadi?

Messaggio da Giuseppe R » 27 mar 2011, 19:11

Infatti probabilmente il vero problema è il programma di matematica delle scuole italiane... io ad esempio ho fatto le equazioni in 3° media... senza le minime basi è difficile fare giochi che non si distacchino da quelli Bocconi per quell'età, ma a questo punto conviene non farli.
Esistono 10 tipi di persone: quelli che capiscono i numeri binari e quelli che non li capiscono.
"Il principio dei cassetti è quando hai n cassetti e n+1 piccioni: quindi ci sarà almeno un cassetto con 2 o più piccioni..." cit.

fph
Site Admin
Messaggi: 3325
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00
Località: in giro
Contatta:

Re: Pre-olimpiadi?

Messaggio da fph » 27 mar 2011, 20:57

Anche secondo me il problema più difficile è riuscire a fare qualcosa di serio ma abbordabile a quel livello. Già è complicato fare ogni anno una gara di Archimede equilibrata per il tempo a disposizione. ;)
Si è parlato qualche volta di aprire iniziative per le scuole medie, più cose tipo gara a squadre però, ma temo che al momento non abbiamo risorse, materiale umano e competenze per dedicarci anche a un progetto di questo tipo. Man mano che si scende preparare queste gare diventa sempre più un lavoro per esperti di didattica che non per esperti di matematica.

Alcuni RP hanno lanciato iniziative per conto loro; per esempio se mi ricordo bene Perugia fa una gara a squadre per le scuole medie.

Quanto alla formazione "tecnica", forse sarebbe possibile abbassare l'età di partenza, forse si otterrebbero risultati migliori alle IMO coltivando da subito i giovani virgulti, ma rischiamo di trasformare la ricerca della squadra IMO in una fabbrica di polli da allevamento. Già ora il livello tecnico è abbastanza alto; non credo che sarebbe un bene per i ragazzi che partecipano rendere ancora più lunga e tecnica la preparazione alle IMO.
C'è poi anche il rischio che la gente "arrivi sfavata in quinta", si impegni di meno negli anni migliori e poi magari non abbia voglia di fare matematica. Abbiamo già sperimentato qualche volta anche qui in Italia che dopo tre-quattro anni di gare ad alto livello ad alcuni comincia a passare la voglia. ;)

Questi perlomeno i miei 2 cent, la discussione sembra interessante e sono curioso di sentire cosa ne pensano tutti...
--federico
[tex]\frac1{\sqrt2}\bigl(\left|\text{loves me}\right\rangle+\left|\text{loves me not}\right\rangle\bigr)[/tex]

Kopernik
Messaggi: 653
Iscritto il: 03 apr 2009, 16:48
Località: Udine

Re: Pre-olimpiadi?

Messaggio da Kopernik » 27 mar 2011, 21:05

Vi ricordo comunque che una gara a squadre per le scuole medie esiste già, ed è quella del Kangourou. Nuove sedi stanno spuntando qua e là per l'Italia; a Udine la gara si fa da due anni. La gara segue un regolamento identico a quello delle superiori (cambia il livello dei problemi, ovviamente). La finale nazionale si svolge a Mirabilandia nello stesso sabato in cui a Cesenatico si fa la finale a squadre per le superiori.
[tex]A \epsilon \iota \quad o \quad \theta \epsilon o \varsigma \quad o \quad \mu \epsilon \gamma \alpha \varsigma \quad \gamma \epsilon \omega \mu \epsilon \tau \rho \epsilon \iota \quad (\Pi \lambda \alpha \tau \omega \nu)[/tex]

Carlein
Messaggi: 315
Iscritto il: 26 nov 2007, 18:16
Località: Napoli

Re: Pre-olimpiadi?

Messaggio da Carlein » 28 mar 2011, 20:08

Si giuste le obiezioni di Giuseppe R e julio: a naso direi che chi voglia organizzare una cosa del genere tenendo conto di quello che dite dovrebbe fare prima una garetta di adescamento a novembre dove la scelta dei problemi è molto delicata,come dice fph richiederebbe una vera e propria competenza in didattica, poi in un qualche modo intervenire tra qui e la seconda gara sulle conoscenze di quelli passati(non essendo neanche lontanamente un esperto di didattica fuggo dal dire in concreto cosa sarebbe davvero, ma immagino qualcosa tipo lasciare un'opuscoletto di materiale su cui lavorare/organizzare degli stage provinciali)per far loro raggiungere un piccolo step in più;dopodichè fare una seconda gara a febbraio(l'analogo delle provinciali) che usa quel materiale in più, dopodichè probabilmente fare un ulteriore intervento come quello di prima, per fare una gara nazionale, dove si è fatto in modo che gli interventi precedenti permettano di fare uno stage per una fascia di vincitori della fase nazionale che li porti a poter lavorare dall'anno dopo in poi come un'olimpionico liceale normale:ossia fare normalmente archimede,magari febbraio,magari cesenatico e gli stage che vogliono;immagino(ma magari mi sbaglio) che una cosa del genere potrebbe suonare così. Ma d'altronde una cosa del genere richiede veramente della disponibilità pazzesca e da quello che dice fph non ci sta.

A parte problemi diciamo così "esterni" che uno potrebbe sempre dirsi "vabbè non abbiamo neanche lontanamente la disponibilità per organizzare qualcosa che tenga conto di questi problemi, però se dovessimo iniziare ad averla probabilmente lo inizieremmo a fare perchè è qualcosa che di suo funziona" trovo molto interessante il problema "interno" che rileva fph,cioè che questo potrebbe esaurire e magari bruciare il ragazzo, che quindi porterebbe a dire " anche se dovessimo avere tutta la disponibilità, non lo faremmo perchè è strutturalmente sbagliata come cosa".
p.s:sarebbe interessante sapere se ci sono paesi dove hanno fatto qualcosa del genere,non tenendo conto del problema psicologico che dice fph, e se poi lì lo hanno riscontrato dopo un pò, o se non lo hanno riscontrato sarebbe interessante a quel punto vedere in che contesto sociale si muove la piscologia dei ragazzi "spremuti":mi ricordo una correlazione interessante che mi faceva notare un ragazzo tra la folle competitività , in matematica ma più in generale negli sport e nelle arti,dei ragazzi di alcuni paesi e l'esistenza di regimi totalitari in questi paesi(Cina Iran e Russia tanto per dire).
Lo stolto è colui che dice quello che sa.Il saggio è colui che sa quello che dice.
"And then one day you find,ten years have got behind you,no one told when to run,you missed the starting gun"

Thunderbird
Messaggi: 16
Iscritto il: 15 mar 2010, 23:46

Re: Pre-olimpiadi?

Messaggio da Thunderbird » 28 mar 2011, 20:29

fph ha scritto:........ per esempio se mi ricordo bene Perugia fa una gara a squadre per le scuole medie.
Anche a Lecce c'è una gara a squadre tutta locale per le scuole medie inferiori.
Data_Gara.pdf
(50.41 KiB) Scaricato 94 volte
http://www.fermilecce.it/index.php?opti ... &Itemid=92

Non credo che arrechino danno, semmai possono stimolare qualcuno a proseguire l'esperienza nelle scuole superiori sia a livello individuale che eventualmente in ambito "gara a squadre" se la scuola partecipa.

Carlein
Messaggi: 315
Iscritto il: 26 nov 2007, 18:16
Località: Napoli

Re: Pre-olimpiadi?

Messaggio da Carlein » 28 mar 2011, 20:42

No ma infatti il dubbio non è se una cosa self-contained per scuole medie arrechi danno. Il dubbio è se lo faccia un tipo di gare finalizzate(che era quello di cui parlavo io nel primo post) a metterlo dall'anno dopo in poi(quindi anche seconda media) in grado di partecipare in maniera competitiva alle olimpiadi ordinarie, per,possibilmente, 7 anni;io mi chiedevo se questo non era un completamento "naturale" del crescente livello di consapevolezza tecnica che le olimpiadi stanno dando. Era per questa versione un pò estrema di cui chiedevo che fph parlava dei rischi, non di far vedere un pò di matematica in più ai ragazzini già alle scuole medie(per carità anzi :) )
Lo stolto è colui che dice quello che sa.Il saggio è colui che sa quello che dice.
"And then one day you find,ten years have got behind you,no one told when to run,you missed the starting gun"

Avatar utente
SkZ
Messaggi: 3333
Iscritto il: 03 ago 2006, 21:02
Località: Concepcion, Chile
Contatta:

Re: Pre-olimpiadi?

Messaggio da SkZ » 29 mar 2011, 15:44

la mia scuola media aveva una gara di matematica in terza a livello pure internazionale (Alpe-Adria) sempre vinta da sloveni perche' appunto avevano un programma migliore. alcuni erano problemi semplici come scrivere 100 usando solo 5 cifre uguali e le operazioni, altri un po' piu' impegnative.
Io entrai in prima non vedendo l'ora di arrivare in terza per partecipare :P
Tutto dipende secondo me da come il ragazzo si avvicina: se spinto puo' stancarsi, se per suo interesse difficile. Io avrei partecipato a molte piu' gare alle sup, ma ce ne erano solo 2-3 (olimpiadi, Mathesys, Bocconi che inizio' piu' tardi). I miei non mi hanno mai spinto a fare, sempre rimasti passivi ed ero io a stressare i prof (chi e' del Copernico di Udine chieda a Paviotti :P )
impara il [tex]~\LaTeX[/tex] e mettilo da par[tex]\TeX~[/tex]

Software is like sex: it's better when it's free (Linus T.)
membro: Club Nostalgici
Non essere egoista, dona anche tu! http://fpv.hacknight.org/a8.php

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 8 ospiti