wikipedia... o olipedia?

Cosa ti piace e cosa non ti piace nel sito? Proponi le tue modifiche!
Avatar utente
Algebert
Messaggi: 330
Iscritto il: 31 lug 2008, 20:09
Località: Carrara
Contatta:

Messaggio da Algebert » 30 ott 2008, 20:36

Dopo aver riflettuto bene, sono pervenuto alla seguente conclusione: è vero, la realizzazione di un "olipedia" così come l'abbiamo ideata io ed exodd risulterebbe quasi impossibile (e probabilmente anche inutile).
Tuttavia concentriamoci solo sui principianti più assoluti (chi è già avanti con buona probabilità sa quello che deve fare): non si può negare che qualunque studente che abbia solo la buona volontà di impegnarsi nello studio degli argomenti olimpici, ma per tutto il resto parta completamente da zero, rimanga un po' spaesato (e magari demoralizzato) quando si trova davanti tutta la mole di roba che le schede e questo forum suggeriscono. E penso di avere ragione (almeno, leggendo i post degli ultimi utenti iscritti) quando dico che proprio quest'ultimo sta fallendo in questo, ovvero nell'incentivare i neofiti a continuare lo studio e la preparazione alle varie gare: se si potesse, in un qualunque modo, riuscire a ridurre tale spaesamento e indicare la giusta strada a questi ultimi (che non sia la solita scaletta Archimede-Febbraio-Cesenatico-Senior ecc..., oppure la frequentazione assidua di questo forum), questi ultimi ne trarrebbero un sicuro vantaggio e ulteriori motivazioni nel proseguire la loro preparazione.
Perciò, alla fine, quello che penso sarebbe giusto fare è una piccola raccolta della teoria necessaria ad arrivare almeno fino a Cesenatico, condita magari da qualche dimostrazione istruttiva, e non ridotta all'osso come nelle schede (che poi altro non è che quello che il nostro professor Pezzica ha fatto negli ultimi due anni e mezzo :D ), unita ad una montagna (non dico di fare come l'Engel, ma quasi) di esercizi tipici e non tratti da gare ufficiali (e non) assieme alle loro soluzioni (complete, oppure suggerite); insomma, il mio modello è il libro "Le olimpiadi della matematica" della Zanichelli, ma con molta più teoria di quella che si trova lì.
Certo, ammetto che anche questo necessita di impegno, tempo e dedizione, ma sicuramente molto meno di quello richiesto dall'olipedia sopra vociferata: se molti volenterosi decidessero di partecipare al progetto, si perverrebbe ad un ottimo risultato anche in tempi brevi.
Qualcun altro ha idee migliori :) ?
"[i]What is a good Olympiad problem?[/i] Its solution should not require any prerequisites except cleverness. A high scool student should not be at a disadvantage compared to a professional mathematician."

Avatar utente
julio14
Messaggi: 1208
Iscritto il: 11 dic 2006, 18:52
Località: Berlino

Messaggio da julio14 » 31 ott 2008, 12:47

Non per fare il disfattista, tra l'altro dopo aver anche detto la mia opinione sull'olipedia, ma a mio parere per arrivare a cesenatico è più che sufficiente l'allenamento sulle vecchie prove, non c'è da fare un vero e proprio studio. Da quel che ne so, le prove sono fatte in modo da non richiedere quasi niente di teoria in più di quella insegnata a scuola. E una volta arrivati a cesenatico la via per lo studio è aperta: inizi a entrare nell'ambiente, se sei fortunato trovi come me il Genna che ti fa una lezione sui complessi, se ti sei allenato abbastanza riesci a farti invitare al senior ormai allargato eccetera eccetera eccetera. A tutto questo aggiungi la frequentazione ognuno nelle proprie possibilità del forum e le varie dispense livello base nell'ormai famoso post di fph, e direi che gli strumenti ci sono e abbondanti.

Rispondi