odio per la matematica

Qui si parla del + e del -. Se per colpa della matematica ti hanno bandito dalla birreria, qui puoi sfogarti.
Avatar utente
SkZ
Messaggi: 3333
Iscritto il: 03 ago 2006, 21:02
Località: Concepcion, Chile
Contatta:

Messaggio da SkZ » 06 nov 2006, 23:14

desko ha scritto:Io diffonderei anche l'uso di Campo Minato (o Prato Forito come si dice ora): se giocato bene lo trovo un ottimo esempio di ragionamento deduttivo.
Mai provato a giocare in modalita' esperto senza l'uso delle bandierine? Io lo trovo grandioso.
impara il [tex]~\LaTeX[/tex] e mettilo da par[tex]\TeX~[/tex]

Software is like sex: it's better when it's free (Linus T.)
membro: Club Nostalgici
Non essere egoista, dona anche tu! http://fpv.hacknight.org/a8.php

MdF

Messaggio da MdF » 07 nov 2006, 00:06

Scusate se faccio il pelo, ma non mi riesce di esimermene.

Voi siete tutti dei matematici di livello più o meno alto, poi ci sono degli appassionati, dei cultori, gente che apprezza la matematica per vari motivi (mi ci metto anch'io), poi c'è chi ci deve convivere per lavoro o altri motivi.
Adesso caviamo questi buzzurri del numero e consideriamo tutti quelli che restano. Ma perché cavolo non vi mettete in testa che l'uomo ha una testa da usare e chi la vuole usare non ha bisogno di essere spronato, perché trova da solo i mezzi per usare il cervello?
E' per me inutile che vi affaccendiate a studiare soluzioni per far amare la matematica ai ragazzi che non ne vogliono sapere. Sarebbe come convincere un omosessuale uomo che dovrebbe essere etero, portandogli una prostituta nel letto.

Che è quello che ha fatto chi ha studiato l'innalzamento dell'obbligo scolastico a 18 anni: chi vorrebbe lavorare non può, chi meriterebbe di lavorare non può (per la selezione che nelle scuole divenute dell'obbligo avviene molto meno) e chi vorrebbe studiare a scuola non può perché sono diventate delle case-famiglia.

Continuate voi con la matematica: chi ne vuole si adongi. Senza tanti sudoku o facili entusiasmi per il campo minato, quelli interessano solo a voi appassionati.

Avatar utente
desko
Messaggi: 267
Iscritto il: 17 ott 2005, 07:59
Località: Modena 44°37'19,40" N 10°56'09,44" E

Messaggio da desko » 07 nov 2006, 08:25

SkZ ha scritto:
desko ha scritto:Io diffonderei anche l'uso di Campo Minato (o Prato Forito come si dice ora): se giocato bene lo trovo un ottimo esempio di ragionamento deduttivo.
Mai provato a giocare in modalita' esperto senza l'uso delle bandierine? Io lo trovo grandioso.
No, le bandierine le uso sempre, ho solo eliminato i "?".
"Caso è lo pseudonimo usato da Dio quando non vuole firmare col proprio nome"

Avatar utente
Ponnamperuma
Messaggi: 411
Iscritto il: 10 lug 2006, 11:47
Località: Torino

Messaggio da Ponnamperuma » 07 nov 2006, 15:10

MdF ha scritto: E' per me inutile che vi affaccendiate a studiare soluzioni per far amare la matematica ai ragazzi che non ne vogliono sapere. Sarebbe come convincere un omosessuale uomo che dovrebbe essere etero, portandogli una prostituta nel letto.
Beh, non credo di essere d'accordo. Senza dubbio hai ragione quando dici che con l'innalzamento dell'obbligo scolastico il livello si è abbassato... era inevitabile...
Tuttavia rimane il fatto che ponendo e proponendo la matematica in modo diverso la si possa se non altro far capire, magari amare... Ogni giorno vedo come il disinteresse si impossessi di chi vede una materia spiegata male... cosa che invece non succede quando l'insegnante è valido. E' chiaro che continueranno a esserci persone il cui futuro non è la matematica e che quindi non si appassioneranno, ma credo che al liceo non sia impossibile per nessuno riuscire almeno un minimo nella materia... :wink:

Ciao!

Avatar utente
salva90
Messaggi: 1314
Iscritto il: 19 ott 2006, 18:54
Località: Carrara

Messaggio da salva90 » 07 nov 2006, 18:58

Il problema (almeno per quanto riguarda il mio liceo) è costituito dagli insegnanti: fino all'anno scorso la mia classe odiava la matematica, quest'anno, dopo il cambio di prof, piace quasi a tutti. Penso che nei licei scientifici ci dovrebbe essere una selezione più rigorosa degli insegnanti di matematica, altrimenti una classe può iniziare ad odiare completamente la materia in questione. Gp ne sa qualcosa :lol:
[url=http://www.myspace.com/italiadimetallo][img]http://img388.imageshack.us/img388/4813/italiadimetallogn7.jpg[/img][/url]

MdF

Messaggio da MdF » 07 nov 2006, 19:26

Vi siete dimenticati "a morte gli insegnanti" e corollari vari e poi il perfetto discorso da bar è concluso.

Avatar utente
salva90
Messaggi: 1314
Iscritto il: 19 ott 2006, 18:54
Località: Carrara

Messaggio da salva90 » 07 nov 2006, 19:43

No, non era questo il concetto, caro MdF, però è innegabile che una materia può piacere o non piacere a seconda di come ti viene presentata, e non solo la matematica (parlo per esperienza personale). Poi se una materia non ti piace proprio, allora è un altro par di maniche (io ad es. non sopporto la geografia).
Che il discorso sia "da bar" è scontato, vedi il titolo del forum!
Mi scuso comunque se qualche insegnante si è sentito offeso da qualcosa scritto in questo topic.
[url=http://www.myspace.com/italiadimetallo][img]http://img388.imageshack.us/img388/4813/italiadimetallogn7.jpg[/img][/url]

Avatar utente
Ponnamperuma
Messaggi: 411
Iscritto il: 10 lug 2006, 11:47
Località: Torino

Messaggio da Ponnamperuma » 07 nov 2006, 20:05

salva90 ha scritto:Mi scuso comunque se qualche insegnante si è sentito offeso da qualcosa scritto in questo topic.
Se ciò è successo, è perchè si considera egli stesso incapace nel proprio mestiere! :D
E comunque dubito che tra i docenti frequentatori di questo forum ve ne siano del tipo di cui si è sparlato... :wink:

MdF

Messaggio da MdF » 07 nov 2006, 20:18

Tenterò un ragionamento che sfiora aree ancora non usate del mio cervello, non so dove finirò ma spero si capisca il fondo.

L'uomo cerca, in questa era come nelle precedenti, la sfida. Lì trova la propria realizzazione, o un motivo per vivere, e comunque uno stimolo a fare.
Pensate alle varie sfide: nello sport, anche estremi; a certi guinness dei primati; agli arbitri che sfidano un numero di giocatori e pubblico molto maggiore di loro, non si capisce perché, rischiando anche grosso; eccetera.
Rimane un mistero insoluto come, di tante sfide, resti inviolata quella forse più abbordabile e soddisfacente, quella della scuola.

Passi chi non può, non vuole, non gradisce, cavate tutti. Chi, però, si arrampica al classico "insegnante incapace", non ha capito nulla. Hanno inventato i libri, gli insegnanti di sostegno e quelli per ripetizioni, c'è internet e almeno un amico secchione che si farà sfruttare. Non c'è nessuna scusa. Ci sono obiettivamente argomenti che solo il polso del buon insegnante può trasmettere all'allievo in maniera piena e soddisfacente, ma a tutto c'è rimedio.
Il succo è che chi vuole imparare si arrangia in qualche modo.

La sfida è:
posso io diventare più bravo del mio insegnante caprone?
Riuscirci (e poi poterglielo dimostrare, sennò che gusto c'è) dev'essere uno stimolo ottimo per chiunque.
Il problema è che l'italiano medio se non trova un numero adeguato di scuse non riesce a coprire le proprie mancanze, e quella del professore inutile è (per lo studente) la meglio verificabile da una terza persona. Ma anche la più vergognosa al giorno d'oggi.

(la mia rabbia sale quando sento la cosidetta "crema" degli studenti che, goduriosi per poter essere come la massa, invece di dare l'esempio e distruggere impietosamente gli insegnanti, come detto prima, oppure schierarsi apertamente col cosidetto leccaculismo [ma almeno scelgono una delle due cose], preferiscono sterilmente attaccare questi poveretti che nella vita non hanno altra opportunità)

Avatar utente
SkZ
Messaggi: 3333
Iscritto il: 03 ago 2006, 21:02
Località: Concepcion, Chile
Contatta:

Messaggio da SkZ » 07 nov 2006, 21:41

Per non corere rischi di incappare in prof deleteri, i genitori di Davide Gaiotto (vincitore Cesenatico '96) lo hanno mandato al classico e gli hanno fatto dare ripetizioni di matematica.

PS: qualcuno sa che fine ha fatto? dovrebbe essere entrato in Normale (nel 96 appunto).
impara il [tex]~\LaTeX[/tex] e mettilo da par[tex]\TeX~[/tex]

Software is like sex: it's better when it's free (Linus T.)
membro: Club Nostalgici
Non essere egoista, dona anche tu! http://fpv.hacknight.org/a8.php

Anlem
Messaggi: 195
Iscritto il: 26 giu 2006, 08:58
Località: Pavia

Messaggio da Anlem » 08 nov 2006, 20:36

Passi chi non può, non vuole, non gradisce, cavate tutti. Chi, però, si arrampica al classico "insegnante incapace", non ha capito nulla. Hanno inventato i libri, gli insegnanti di sostegno e quelli per ripetizioni, c'è internet e almeno un amico secchione che si farà sfruttare. Non c'è nessuna scusa. Ci sono obiettivamente argomenti che solo il polso del buon insegnante può trasmettere all'allievo in maniera piena e soddisfacente, ma a tutto c'è rimedio.
Il succo è che chi vuole imparare si arrangia in qualche modo.
Certamente chi vuole imparare trova i mezzi per farlo, solo che questo qualcuno deve essere spinto ad avere voglia di imparare di più su una materia e dubito che qualcuno incominci ad amare una materia se ha un professore "incapace".

Avatar utente
Ponnamperuma
Messaggi: 411
Iscritto il: 10 lug 2006, 11:47
Località: Torino

Messaggio da Ponnamperuma » 08 nov 2006, 23:01

E' chiaro che il discorso si riferiva a coloro che non hanno (ancora) gli stimoli individuali per darsi da fare: è proprio lo stimolo che talvolta è indispensabile per riuscire a cogliere il fascino di una materia, e la matematica nel nostro caso particolare...
E comunque è indecente che, solo perchè ci sono poveretti che nella vita non sanno che fare delle proprie scarse capacità, ci si debba rassegnare a trovarseli di fronte nelle scuole, dove potenzialmente sarebbero da formare proprio le menti brillanti che dovrebbero garantire un futuro al Paese...
Mah... :roll:

Napo
Messaggi: 17
Iscritto il: 20 ott 2006, 15:18

Messaggio da Napo » 10 nov 2006, 18:34

Volevo dare un pò di risposte alle cose più scandalose o giuste che ho visto in questo topic:

1- non capisco perchè la selezione di prof di matematica si dovrebbe attuare solo allo scientifico dal momento che in altre scuole si usa molto di più

2- Il livello della scuola oggi è veramente bassissimo, e permette a gente normalissima, con un'ora e mezza di studio al giorno di uscire con la media del 9

3- La scuola deve essere scelta dal ragazzo, non dal genitore (mi è parso di aver letto una cosa del genere in qualche post precedente)

4- LA MATEMATICA NON E' TUTTO.
C'è gente a cui non piace....mi dispiace ma ce ne dobbiamo (dovete) fare una ragione...così come c'è gente che non ama la storia, ed è ugualmente obbligatoria

5- La figura dell'insegnante è fondamentale, ma non è condizione sufficiente per potersi rassegnare e dire: non è colpa mia!

E comunque io ho una concezione un pò meno egoistica della matematica, a dir la verità....l'aspetto ludico, l'importanza delle olimpiadi......Lo sapete che è anche merito suo se il pavimento su cui state poggiando i piedi non crolla??
Napo

Avatar utente
edriv
Messaggi: 1638
Iscritto il: 16 feb 2006, 19:47
Località: Gradisca d'Isonzo
Contatta:

Messaggio da edriv » 10 nov 2006, 20:02

Napo ha scritto: 1- non capisco perchè la selezione di prof di matematica si dovrebbe attuare solo allo scientifico dal momento che in altre scuole si usa molto di più

2- Il livello della scuola oggi è veramente bassissimo, e permette a gente normalissima, con un'ora e mezza di studio al giorno di uscire con la media del 9

Lo sapete che è anche merito suo se il pavimento su cui state poggiando i piedi non crolla??
Metto anche delle mie osservazioni, così tanto per fare.
1 - Se è vero che al liceo si dovrebbe approfondire l'aspetto teorico delle cos, non vedo perchè la matematica dovrebbe aver meno importanza rispetto alle altre cose. Comunque, purtroppo non c'è un minimo di soluzione, e una volta che il prof ha la cattedra fa quel cazzo che gli pare.

2 - Guarderei più che altro ai risultati... nella stessa classe c'è anche gente che passa tutti i pomeriggi a studiare e prende picconate senza tregua. Il fatto è che dopo una verifica di storia, studiato tutto, è normalissimo lasciar dimenticare le cose (che comunque sarebbero troppe da sapere), quindi perchè l'hai fatta?

? - Mah, se anche il pavimento crollasse, la matematica non avrebbe nessuna colpa

Avatar utente
dimpim
Messaggi: 300
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00

Messaggio da dimpim » 11 nov 2006, 22:32

edriv ha scritto:se anche il pavimento crollasse, la matematica non avrebbe nessuna colpa
Nel caso in cui la matematica fosse un essere cosciente.

Rispondi