cosa ne pensi della filosofia?

Qui si parla del + e del -. Se per colpa della matematica ti hanno bandito dalla birreria, qui puoi sfogarti.

cosa ne pensi della filosofia?

la filosofia non serve a niente
12
12%
non è completamente inutile ma serve a poco
22
22%
non la riesco a capire ma forse non sono idiozie
5
5%
la filosofia è utile nella vita ma solo in alcuni ambiti
19
19%
tra le materie è tra le più meritevole di studio
39
38%
tra le materie è la più meritevole di studio
5
5%
 
Voti totali: 102

stellacometa2003
Messaggi: 75
Iscritto il: 06 dic 2005, 21:58
Località: Palermo

Messaggio da stellacometa2003 » 29 dic 2005, 00:34

Io trovo la filosofia elegante...ma non nascondo che alcune volte è incomprensibile...

fur3770

Messaggio da fur3770 » 29 dic 2005, 21:56

per come hai messo le risposte al sondaggio credo sarebbe stato meglio chiedere cosa ne pensasse la gente senza far uso del sondaggio :roll:

Offidani
Messaggi: 157
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00
Località: Roma

Messaggio da Offidani » 16 mar 2006, 20:51

Secondo me la domanda è leggermente mal posta.
Se ti riferisci alla filosofia insegnata al liceo, essa è utile solo in quanto "Storia della filosofia". Cioè quando vorrai fare dei ragionamenti simil-filosofici (non è così assurdo, ad esempio a me è capitato spesso di discutere sulle impliazioni filosofiche del principio di indeterminazione di Eisemberg e della meccanica quantistita) è utile avere un po' di cultura di base, almeno per definire alcuni concetti come trascendente, deterministico ecc.
Inoltre c'è Popper, il filosofo della scienza per eccellenza, il cui lavoro è molto interessante anche per uno scienziato. Ad esempio ha creato dei "criteri" per determinare quali tra due diversi modelli fisici sia più opportuno adottare.
Personalmete trovo invece completamente inutili i filosofi che buttano sul misticheggiante-religioso.

Avatar utente
CeRe
Messaggi: 169
Iscritto il: 30 mar 2006, 14:41

Messaggio da CeRe » 30 mar 2006, 22:54

Sono quasi completamente d'accordo con Offidani.
Io credo in una certa utilità della Filosofia, quella che favorisce la logica e sopratutto quella al servizio dell'uomo. Trovo invece la Metafisica e gran parte della filosofia cristiana come qualcosa di socialmente inutile che non aiuta in nessun modo, anzi si appesantisce di caratteri mistici.

Avatar utente
DesertEagle
Messaggi: 69
Iscritto il: 21 ott 2006, 14:56

Messaggio da DesertEagle » 25 ott 2006, 18:09

CeRe, sono dacordissimo con te! :wink: ma penso che alcune volte troppa filosofia confonda più che il non averci riflettuto...

MiScappaLaCacca
Messaggi: 154
Iscritto il: 09 ago 2006, 23:06
Contatta:

Messaggio da MiScappaLaCacca » 18 nov 2006, 16:32

odio la filosofia
odio kant
odio fichte
odio quel coglione di hegel con le sue teorie del cazzo
e odio quella puttana della prof che mi da 5 quando avevo studiato un macello!!!!!
[url=http://www.forzacomo.it/][img]http://www.forzacomo.it/images/banner.jpg[/img][/url]

Avatar utente
Ponnamperuma
Messaggi: 411
Iscritto il: 10 lug 2006, 11:47
Località: Torino

Messaggio da Ponnamperuma » 19 nov 2006, 00:47

Offidani ha scritto: Inoltre c'è Popper, il filosofo della scienza per eccellenza, il cui lavoro è molto interessante anche per uno scienziato. Ad esempio ha creato dei "criteri" per determinare quali tra due diversi modelli fisici sia più opportuno adottare.
Mah... io ho leggiucchiato "Scienza, filosofia e senso comune" di Popper, ma mi sembra che dettando le regole per la scelta di un modello fisico piuttosto che un altro non abbia detto niente di trascendentale: voglio dire, qualunque persona di buon senso opterebbe per il modello che, a parità di imprecisione, ha dominio di validità maggiore... o che a parità di dominio di validità sbaglia di meno... :wink:
O no? :)

P.S.: Il tutto mod ignoranza sostanziale della materia... cioè, pur studiandola con profitto, non ritengo di essere un asso... anzi, spesso certi passaggi "logici" di alcuni autori mi appaiono criptici... se non palesemente erronei! :D

Avatar utente
Ponnamperuma
Messaggi: 411
Iscritto il: 10 lug 2006, 11:47
Località: Torino

Messaggio da Ponnamperuma » 19 nov 2006, 00:47

Offidani ha scritto: Inoltre c'è Popper, il filosofo della scienza per eccellenza, il cui lavoro è molto interessante anche per uno scienziato. Ad esempio ha creato dei "criteri" per determinare quali tra due diversi modelli fisici sia più opportuno adottare.
Mah... io ho leggiucchiato "Scienza, filosofia e senso comune" di Popper, ma mi sembra che dettando le regole per la scelta di un modello fisico piuttosto che un altro non abbia detto niente di trascendentale: voglio dire, qualunque persona di buon senso opterebbe per il modello che, a parità di imprecisione, ha dominio di validità maggiore... o che a parità di dominio di validità sbaglia di meno... :wink:
O no? :)

P.S.: Il tutto mod ignoranza sostanziale della materia... cioè, pur studiandola con profitto, non ritengo di essere un asso... anzi, spesso certi passaggi "logici" di alcuni autori mi appaiono criptici... se non palesemente erronei! :D

Avatar utente
moody
Messaggi: 40
Iscritto il: 14 nov 2006, 20:00

Messaggio da moody » 19 nov 2006, 08:14

Offidani ha scritto:Secondo me la domanda è leggermente mal posta.
Se ti riferisci alla filosofia insegnata al liceo, essa è utile solo in quanto "Storia della filosofia". Cioè quando vorrai fare dei ragionamenti simil-filosofici (non è così assurdo, ad esempio a me è capitato spesso di discutere sulle impliazioni filosofiche del principio di indeterminazione di Eisemberg e della meccanica quantistita) è utile avere un po' di cultura di base, almeno per definire alcuni concetti come trascendente, deterministico ecc.
Inoltre c'è Popper, il filosofo della scienza per eccellenza, il cui lavoro è molto interessante anche per uno scienziato. Ad esempio ha creato dei "criteri" per determinare quali tra due diversi modelli fisici sia più opportuno adottare.
Personalmete trovo invece completamente inutili i filosofi che buttano sul misticheggiante-religioso.
sono cose campate in aria! non come teoremi matematici,che partono da assiomi ma finiscono con chiarezza,la filosofia e un assioma in se per se perche studia una scienza mutabile come il comportamento umano!

Avatar utente
dimpim
Messaggi: 300
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00

Messaggio da dimpim » 19 nov 2006, 09:19

moody ha scritto:a filosofia e un assioma in se per se perche studia una scienza mutabile come il comportamento umano!
Non sempre, non necessariamente.

Credo che esistano due tipi di filosofia: quella buona e quella cattiva. Per filosofia "buona" intendo quella che sviluppa il ragionamento nel modo più logico possibile. La filosofia "cattiva" è invece quella che si abbandona indiscriminatamente al sentimento e alle rivelazioni misteriche piuttosto che alla ragione (credo che Hegel ne sia un buon esempio).

Non dimentichiamo che molti grandi matematici sono stati anche filosofi. Cito sempre al riguardo Bertrand Russell.

Avatar utente
moody
Messaggi: 40
Iscritto il: 14 nov 2006, 20:00

Messaggio da moody » 21 nov 2006, 14:42

parlami un po di buona filosofia sono ignorante a riguardo!!! :shock:

Pigkappa
Messaggi: 1208
Iscritto il: 24 feb 2005, 13:31
Località: Carrara, Pisa

Messaggio da Pigkappa » 25 nov 2006, 15:39

moody ha scritto:parlami un po di buona filosofia sono ignorante a riguardo!!! :shock:
La parte in cui Aristotele pone le basi della Logica?

Avatar utente
dimpim
Messaggi: 300
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00

Messaggio da dimpim » 25 nov 2006, 17:45

moody ha scritto:parlami un po di buona filosofia sono ignorante a riguardo!!
Nessun problema, siamo tutti ignoranti riguardo a qualcosa.
La Critica della ragion pura di Kant, o un qualsiasi testo filosofico di Bertrand Russell.
Sono solo i primi esempi che mi sono venuti in mente.

Avatar utente
Edmond Dantès
Messaggi: 42
Iscritto il: 29 nov 2006, 15:02
Località: Napoli

Messaggio da Edmond Dantès » 01 dic 2006, 16:05

Prima di tutto in filosofia ho 4---.
Detto questo, vorrei dire che la filosofia che si studia, e che poi si odia, è"lo studio del pensiero di Pinco Pallino", che è solo un fatto di memoria, non implica intelligenza e non richiede applicazione.
La Filosofia è l'arte dell'argomentare il proprio pensiero in maniera tale da renderlo ineccepibile e intelligibile (l'intelligibilità è sinonimo di intelligenza, disse un tizio del quale non ricordo il nome ma che era molto importante).
Si formarono così, presso i Cinici, le diatribe, cioè discussioni.
E questo è quello che faccio a proposito dell'astrofisica con alcuni miei amici appassionati di filosofia, poichè non ho basi universitarie o ,come vengono qui definite, "Olimpiche", e quindi arrivo alle cose con ragionamento e logica.
Per me Questa Filosofia è una delle arti più belle che esistano, in quanto è il mezzo per esprimere la matematica, la fisica, l'astrofisica,etc.etc.
Evitiamo quindi di dare giudizi avventati sulla filosofia, prendendola come una materia di studio a sè.

Saluti da $ Edmond Dantès $
Membro dell' associazione contro i programmi demenziali della tivùl

Fondatore del movimento a favore della prolificazione e dello studio trascendentale degli ornitorinchi

Avatar utente
moody
Messaggi: 40
Iscritto il: 14 nov 2006, 20:00

Messaggio da moody » 01 dic 2006, 19:42

penso che ognuno debba essere in grado di farsi da se filosofia perche e il pensiero mutabile e malleabile di un uomo soggetto a distrazioni e influenze che creano abberrazioni del pensier puro da cui si parte e in un certo qual modo si intende arrivare!
cosa alquanto interessante ma inutile perche io penso di saper vedere com'è la vita e non indendo piegarmi a concetti solo pensati e non provati!! :shock:
Sei è un numero perfetto in sé, e non perché Dio creò il mondo in sei giorni; piuttosto è vero il contrario. Dio creò il mondo in sei giorni perché questo è un numero perfetto, e rimarrebbe perfetto anche se il lavoro dei sei giorni non esistesse

Rispondi