Maturita' vo' piangendo...

Qui si parla del + e del -. Se per colpa della matematica ti hanno bandito dalla birreria, qui puoi sfogarti.
Offidani
Messaggi: 157
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00
Località: Roma

Messaggio da Offidani » 31 ago 2005, 01:07

fur3770 ha scritto: Certo in ambito universitario credo che tutti i professori tastino le capacità di ognuno e non sarebbe giusto far laureare solo i piu' dotati intellettualmente. Il discorso si può fare anche per i licei o per le altre facoltà e mi pare molto complesso.
qua si tratta di voler dire: tu puoi studiare, tu no. chi se la sente di emettere tali sentenze?


Mi riferisco alla categoria dei ''volenterosi'' non a quella dei cazzoni che vogliono rubarsi gli esami. di questa categoria ne è pieno il sistema scolastico. escludiamo anche loro? laurea e diploma liceale solo alla gente brillante?
Ma che cosa stai dicendo????? Secondo te per ottenere un qualsiasi titolo la volontà è più importante dei risultati? Ognuno di noi ha tutto il diritto di fare il cazz*one nella vita e a lezione se poi si rivela in gamba e preparato, così come un ragazzo studioso e metodico ma incapace non merità regali o pietà, neanche se per potersi permettere di studiare ha dovuto fare estremi sacrifici. Dico questo non (non solo) per puro cinismo, ma perché sennò "i ponti crollano". Agli insegnanti non viene chiesto di inquadrare le capacità intellettive dei loro alunni (anche perché non ne sarebbero in grado) ma semplicemente di [/b]insegnare(cosa che fanno in pochi) evalutare oggettivamente (cosa che non fa quasi nessuno). Poi se (l'insegnante) decide di spendere il suo tempo libero per aiutare alunni con difficoltà ma che gli appaiono promettenti e volenterosi non ho nulla in contrario.

Rispondi