referendum

Qui si parla del + e del -. Se per colpa della matematica ti hanno bandito dalla birreria, qui puoi sfogarti.
fur3770

Messaggio da fur3770 » 06 giu 2005, 18:51

Offidani ha scritto:Devo dare ragione a Melkon sul punto del diritto all'astensione. Ho sempre trovato ingiusto che il fronte dei NO si appropriasse indebitamente del 20-30% di astensione fisiologica, ma d'altro canto non credo si sia mai verificato un caso in cui il NO rinunciasse a questo vantaggio. Io stesso non esiterei ad untilizzare questa tattica per abrogare una legge che vada decisamente contro la mia coscienza. D'altronde se non ci fosse il quorum nei referendum abrogativi un potenziale governo antidemocratico avrebbe vita molto più facile, abolendo qualsiasi legge con una votazione con 90 % di astensione. Magari si potrebbe abbassare il quorum al 40%, una cifra senpre abbastanza alta ma tale che l'astensione al posto del NO non sarebbe automatica.
C'è ua cosa però che non mi è chiaro: il fronte dell'astensione suggerisce di non andare a votare perché così vinceranno di sicuro o perchè "è un argomento che non andrebbe neanche messo al voto"?

Penso di essere stato abbastanza pacato, quindi gradirei una risposta


il quorum è una cazzata. Aboliamolo :D

Avatar utente
mattilgale
Messaggi: 372
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00
Località: Lucca
Contatta:

Messaggio da mattilgale » 10 giu 2005, 21:22

MElkon per legge è vietato propagandare l'astensionismo anche nei referendum...
volendo Ruini potrebbe essere messo in galera...
Insieme a Pera e Casini...

Per quanto riguarda il fatto che su questo sito non si possano fare discussioni "politiche" non sono d'accordo...
eperchè mai?
scusa, c'è una sezione NON MATEMATICA apposta per NON parlare di matematica...

Per quanto riguarda cosa vuol dire non votare...
ribadisco che
vota sì chi vuole abolire la legge
vota no chi la vuole mantenere com'è
non vota chi non ha un'idea o non gli importa...(che poi la maggior parte dei non votanti sono, italiani che stanno all'estero , malati che non si possono muovere, militari e diplomatici all'estero, vacanzieri...)
per questo
non ci dovrebbe essere il quorum
perchè chi non ha unteresse per una legge
non deve scegliere in nessun modo
secondo me
"la matematica è il linguaggio con cui Dio ha plasmato l'universo"

Galileo Galilei

EvaristeG
Site Admin
Messaggi: 4780
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00
Località: Roma
Contatta:

Messaggio da EvaristeG » 11 giu 2005, 11:41

Perchè NOI, ovvero amministratori e moderatori di questo forum, non vogliamo.
Toglietevi immediatamente dalla testa che questa sia una democrazia (intendo quella del forum); è ovviamente un'oligarchia, sul modello del Terrore (anche se noi andiamo tendenzialmente più d'accordo dei simpaticoni di allora).
Scherzi a parte, ho già detto e prima di me l'aveva sottolineato Barsanti, che l'idea alla base della birreria era quella di un luogo dove poter parlare di faccende, cmq legate alla Matematica o alla Scuola, che però non rientrasserò nel resto del forum, oppure un luogo per spostare qualche inevitabile discussione uscita da binari matematici, o al limite per discussioni "leggere" (quattro chiacchiere, insomma) , se proprio non se ne può fare a meno.
Il problema di argomenti come politica e religione è che scaldano velocemente gli animi ed è difficile parlarne senza dare l'impressione di far propaganda; devo dirvi che non ho ancora visto, in questi thread, una discussione in cui ci fosse il tentativo di capire le idee degli altri o di avere confronti produttivi, piuttosto c'è abbondanza di discorsi da comizio e di attacchi e difese da talk show. Inoltre, il tono di alcuni messaggi è decisamente al limite dell'educazione.
Questo forum non porta idee politiche o religiose di sorta, quindi sarebbe meglio che non si trovasserò tra le sue pagine nè promesse di inferno ai peccatori che non si pentono, nè attacchi contro i cattolici, nè inviperiti messaggi antiberlusconiani, nè (anche se penso che questo sia più diffcile) solerti difese del governo attuale.
Inoltre, come ho detto in altri messaggi, il mio intervento è più che altro rivolto a ricordare a tutti che lo scopo di questo forum è fare matematica...mi stupisce di trovare utenti con centinaia di messaggi, solo trenta o quaranta dei quali nelle parti più strettamente matematiche del sito (ed ora nessuno si senta in obbligo di rispondere a discolparsi, sennò non la finiamo più).
All'apertura del nuovo forum ero uno di quelli a favore della birreria, ma alcuni episodi, recenti o meno, mi hanno fatto ricredere.
Per ora, non faccio altro che rinnovarvi l'invito : usate questo forum e soprattutto la birreria con giudizio.

Avatar utente
dimpim
Messaggi: 300
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00

Messaggio da dimpim » 11 giu 2005, 12:53

(Per quel che può valere la mia opinione) Non posso non essere d'accordo con EvaristeG: troppo spesso infatti ho seguito anch'io discussioni del genere, in cui spesso gli interlocutori partono da proprie solide posizioni etiche e morali, e quasi mai qualcuno cambia la propria idea.
Siamo in un forum di matematica, giusto? Siamo abituati alle rigorose dimostrazioni che non lasciano via d'accesso alle opinioni e ai pareri personali, e siamo abituati a pensare che la verità è una sola. Purtroppo sappiamo bene che le cose nella realtà vanno in modo diverso, ma bisogna saper distinguere: con argomenti come questi si può parlare per giorni interi e non arrivare ad alcuna conclusione.
Una piccola storiella per esemplificare (mi pare sia raccontata ne "Il nome della rosa"): nel Medioevo tre maestri di grammatica si riunirono per discutere sul vocativo di ego; parlarono per tre giorni e tre notti, poi vennero alle mani.
Vi prego, non cadiamo in bassezze del genere.

Offidani
Messaggi: 157
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00
Località: Roma

Messaggio da Offidani » 13 giu 2005, 11:14

Discorsi da birreria
Politica, sport, donne, religione, astrologia, tarocchi. Se ti hanno bandito dalla birreria qui puoi sfogarti.

Avatar utente
Melkon
Messaggi: 259
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00
Località: Ferrara

Messaggio da Melkon » 13 giu 2005, 11:48

mattilgale ha scritto:MElkon per legge è vietato propagandare l'astensionismo anche nei referendum...
volendo Ruini potrebbe essere messo in galera...
Insieme a Pera e Casini...

Per quanto riguarda cosa vuol dire non votare...
ribadisco che
vota sì chi vuole abolire la legge
vota no chi la vuole mantenere com'è
non vota chi non ha un'idea o non gli importa...(che poi la maggior parte dei non votanti sono, italiani che stanno all'estero , malati che non si possono muovere, militari e diplomatici all'estero, vacanzieri...)
ma vai a leggerti la costituzione, e non dire balle almeno su materia per il quale non c'è dubbio: ti leggi la costituzione, e vai a vedere che l'astensione è uno strumento legittimo. E il comitato Scienza e Vita ha un idea, e gli importa
ps: oltretutto Pera e Casini non hanno fatto propaganda, hanno solo detto che cosa fanno loro

Comunque, 18,7% ieri sera... :) :) :D
"Bisogna vivere come si pensa, se no, prima o poi, ci si troverà a pensare come si è vissuto"
Paul Borget

fph
Site Admin
Messaggi: 3693
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00
Località: in giro
Contatta:

Messaggio da fph » 13 giu 2005, 13:19

Offidani ha scritto:Discorsi da birreria
Politica, sport, donne, religione, astrologia, tarocchi. Se ti hanno bandito dalla birreria qui puoi sfogarti.
Si', ma se ci accorgiamo che i discorsi degenerano (vedi intervento di EvaristeG per la definzione di "degenerano"), quella descrizione si puo' anche cambiare.

Per favore, cercate di "moderarvi" un attimo da soli...
--federico
[tex]\frac1{\sqrt2}\bigl(\left|\text{loves me}\right\rangle+\left|\text{loves me not}\right\rangle\bigr)[/tex]

Avatar utente
Marco
Site Admin
Messaggi: 1331
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00
Località: IMO '93

Messaggio da Marco » 13 giu 2005, 15:23

Boh, io sono andato a votare (anche se erano già le 14.40 di oggi e ogni indicazione, secondo copione, puntava verso un clamoroso flop). Era comunque importante votare per contare.

Da fresco padre mi sono sentito in dovere di andare a votare per far cambiare qualla che secondo me è una legge illiberale, tra le peggiori approvate da questo governo, generata da un misto di compiacimento verso le gerarchie ecclesiastiche, integralismo cattolico e disinformazione scientifica della peggior specie.

La presente legge 40 (che pare dovremo tenerci sul groppone) è un passo indietro, che discrimina tra ricchi, che possono andare all'estero a concepire, e poveri che non possono permetterselo, favorisce la fuga di scienziati e tecnologie all'estero (grande novità...), impone d'ufficio una risposta ad una questione etica discutibile (l'embrione è o no persona giuridica) e, cosa secondo me ancora più grave, discrimina tra malati e malati. Provate a raccontarlo alle coppie portatrici sane di malattie genetiche (e ce ne sono più di quante si sia portati a pensare), fertili, per cui la legge 40, non si capisce bene in base a quale profondo motivo etico, nega la possibilità di accesso alla tecniche di procreazione medicalmente assistita.

Mi sarebbe piaciuto sentire una seria spiegazione di perché astenersi a questo referendum, ma al di là delle generiche affermazioni "la vita non si mette ai voti" e "questa legge è a favore della vita" non ho sentito nulla. In una tribuna referendaria ho persino sentito dire che "bisogna astenersi perché gli italiani non sono in grado di capire il contenuto dei quesiti"!! Alla faccia!

Sinceramente, Melkon (e tutti gli altri che la pensano come lui), non capisco il tuo compiacimento per il mantenimento di questa legge: se la tua coscienza ti vieta di utilizzare queste tecniche (per motivi religiosi o più genericamente etici), semplicemente astienitene; non capisco perché le devi imporre con una legge anche a chi non la pensa come te, vietando una di quelle che è la gioia più grande di una persona: quella di poter generare figli.

M.
[i:2epswnx1]già ambasciatore ufficiale di RM in Londra[/i:2epswnx1]
- - - - -
"Well, master, we're in a fix and no mistake."

Offidani
Messaggi: 157
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00
Località: Roma

Messaggio da Offidani » 14 giu 2005, 10:12

Secondo me molti (oltre agli astensionisti convinti) non hanno votato perché non hanno capito o non si sono interessati più di tanto. In fondo l'aborto o il divorzio sono temi che colpiscono chiunque, dall'intellettuale alla casalinga di Voghera, mentre la focondazione è richiesta dall'1% degli italiani, e per quanto riguarda gli embrioni non tutti possono ascoltare o capire le motivazioni teologiche, metafisiche e filosofiche secondo cui un embrione è o non è vita(e ne farsene di proprie). Così tutti i buzzurri non capiscono bene di che si parla, si sentono dire dal neo-eletto papa che votare è male, in più pure qualche scienziato dice che votare è male... quindi nel dubbio non votano. A ciò (non in questo referendum ma in altri con un astensione meno clamorosa) vanno aggiunti i 2.500.000 di italiani all'estero che NON POSSONO VOTARE. O meglio potrebbero ma devono sbrigare un sacco di pratiche burocratiche, andare al consolato (che si trova solo in una città dello stato ospitante) esempio un residante a Los Angeles non andrà a Washington pur di votare.
In conclusione non credo che i NO convinti (astenuti o votanti NO) siano più dei SI

Avatar utente
mattilgale
Messaggi: 372
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00
Località: Lucca
Contatta:

Messaggio da mattilgale » 14 giu 2005, 10:33

in risposta a Melkon (informati prima di sparare sentenze sugli interlocutori)

Art. 98 del Testo Unico delle leggi elettorali, Titolo VII:
Il pubblico ufficiale, l'incaricato di un pubblico servizio,
l'esercente di un servizio di pubblica necessità, il ministro di
qualsiasi culto, chiunque investito di un pubblico potere o funzione
civile o militare, abusando delle proprie attribuzioni e
nell'esercizio di esse, si adopera
1. a costringere gli elettori a firmare una dichiarazione di
presentazione di candidati od
2. a vincolare i suffragi degli elettori a favore od in pregiudizio di
determinate liste o di determinati candidati o
3. ad indurli all'astensione,
è punito con la reclusione da sei mesi a tre anni e con la multa da
lire 600.000 a lire 4.000.000.

ART. 51. della legge 352/1970 (Norme sui referendum):
Le disposizioni penali, contenute nel titolo vii del testo unico delle
leggi per la elezione della camera dei deputati, si applicano anche
con riferimento alle disposizioni della presente legge. Le sanzioni
previste dagli articoli 96, 97 e 98 del suddetto testo unico si
applicano anche quando i fatti negli articoli stessi contemplati
riguardino le firme per richiesta di referendum o per proposte di
leggi, o voti o astensioni di voto relativamente ai referendum
disciplinati nei titoli I, II e III della presente legge

CHI COMMETTE REATO

- I preti che dal pulpito propagandano astensione come scelta della
Chiesa
- Gli insegnanti di religione che lo dicono in classe
- I cappellani militari e quelli negli ospedali e nelle carceri
- Pera e Casini qualora lo dicano in qualità di Presidenti Camere
"la matematica è il linguaggio con cui Dio ha plasmato l'universo"

Galileo Galilei

Avatar utente
karl
Messaggi: 926
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00

Messaggio da karl » 14 giu 2005, 18:45

Amara e cocente e' la sconfitta per chi pensava gia' di avere
in pugno gli italiani.
fassino e prodi si rassegnino:in Italia gli anticristo non vinceranno!
Ieri sera "a porta a porta" un deputato dei DS ha dato dell'incolto
a tutti quelli che non hanno votato.Evidentemente pensava ( o sognava)
di stare IN QUEI REGIMI dove chi vota contro o chi non vota non ha
diritto di cittadinanza ( se non peggio).
C'e' da meditare....

Avatar utente
Singollo
Messaggi: 122
Iscritto il: 26 feb 2005, 10:59

Messaggio da Singollo » 14 giu 2005, 19:18

Beh, se non vuoi essere chiamato incolto non chiamarmi anticristo.

Avatar utente
Pixel
Messaggi: 79
Iscritto il: 23 feb 2005, 16:16
Località: Trento

Messaggio da Pixel » 14 giu 2005, 19:21

Mah Karl!

Secondo me c'è da meditare anche su chi, considera gli esponenti della sinistra italiana anticristo.

Non c'è bisogno che ti ricordi come sono andate a finire le ultime elezioni vero? :lol:
Mah...meditate meditate :roll:
P. Andrea

Avatar utente
karl
Messaggi: 926
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00

Messaggio da karl » 14 giu 2005, 19:52

La politica e' l'arte del possibile e quello che e' rosso oggi puo'
diventare bianco domani.Gli scontri tra Rutelli e prodi lo confermano.
Un consiglio.. Non lo volete ? Ve lo do lo stesso:
Non vendere la pelle dell'orso prima di averlo preso!
(come animalista questo proverbio non mi piace,ma al momento
non me ne vengono di meno cruenti).
Aspetta,forse questo:
Non dire quattro se non l'hai nel sacco!!

Avatar utente
Singollo
Messaggi: 122
Iscritto il: 26 feb 2005, 10:59

Messaggio da Singollo » 14 giu 2005, 20:08

Complimenti, avete vinto la coppa! Ma sta di fatto che, mentre per te (e tanti altri) il referendum è stato soltanto una sfida politica, per tanta gente era la sola speranza di poter procreare una prole sana!

Bloccato