Vegetarismo

Qui si parla del + e del -. Se per colpa della matematica ti hanno bandito dalla birreria, qui puoi sfogarti.
Avatar utente
SkZ
Messaggi: 3333
Iscritto il: 03 ago 2006, 21:02
Località: Concepcion, Chile
Contatta:

Re: Vegetarismo

Messaggio da SkZ » 21 gen 2011, 16:56

1) la natura ne sa piu' di noi ;) e cmq di carne dovresti mangiarne non piu' di 2-3 volte a settimana ad esempio, appunto perche' onnivori raccoglitori/spazzini
2) non c'e' nulla di etico nel mangiare, ma nel modo in cui ti procuri il cibo. Ed e' dimostrato che allevamenti e coltivazioni "etici" producono cibo piu' buono.
3) molto depauperamento l'ha fatto la coltivazione agricola intensiva, vedi Sicilia (il "Granaio d'Italia").
4) considerato che 1 animale su 2 nasce maschio e che solo le vacche che allattano producono latte e solo le galline fanno le uova, se sei vegetariano per evitare impatti e uccisioni innocenti non puoi mangiare latte e uova (per il tuo latte bisogna far nascere vitelli e la meta' verra' ucciso). Ma attenti anche a non usare insettici di alcun tipo (faremo mica i razzisti e poi accettare di uccidere solo per togliersi il fastidio di un paio di insetti e' peggio che uccidere per vivere).
5) il colesterolo e' importante: tutte le membrane delle cellule sono fatte di colesterolo! Cosi' pure la bile e' prodotta partendo dal colesterolo. Cmq il fabbisogno e' minimo.
6) in USA hanno un'alimentazione sballata, infatti dicono che la pasta fa ingrassare (sicuro, se ti mangi 2-3 etti con super salse!). E cmq il grosso del consumo non e' in carne ma prodotti da fast-food (che di carne vera ce n'e' poca ) ovvero bibite.
7) E' provato da studi scientifici che anche le piante soffrono e comunicano tra loro (quando a un eucalipto qualcuno mangia le foglia entro 1h tutto il bosco ha aumentato il valore di tossine nelle foglie; riconoscono chi gli stacca le foglie; reagiscono se qualcuno soffre, tipo un astice messo vivo nell'acqua bollente).
8) e' etico mangiare le cavallette e locuste che ti hanno devastato il raccolto? E' piu' etico uccidere un topo che ti fa il nido in casa o per mangiarlo? e le cimici che ti entrano in casa? le lumache che ti mangiano l'orto? http://www.forumtime.it/Forum/index.php?showtopic=7895


io sono un felice carnivoro che per mesi la gente credeva fossi vegetariano perche' non mi vedeva mangiare carne ;)
e cmq il mio affittuario e' vegetariano ma integra con prodotti a base di cartilagene di squalo. mah!

PS: tramite una collaborazione tra associazioni animaliste e ricerche culinarie hanno trovato un modo per cucinare i crostacei senza doverli bollire vivi
impara il [tex]~\LaTeX[/tex] e mettilo da par[tex]\TeX~[/tex]

Software is like sex: it's better when it's free (Linus T.)
membro: Club Nostalgici
Non essere egoista, dona anche tu! http://fpv.hacknight.org/a8.php

Avatar utente
SkZ
Messaggi: 3333
Iscritto il: 03 ago 2006, 21:02
Località: Concepcion, Chile
Contatta:

Re: Vegetarismo

Messaggio da SkZ » 21 gen 2011, 17:43

http://notizie.virgilio.it/economia/spr ... tuart.html
«I negozi e i ristoranti italiani hanno a disposizione l'88 per cento di cibo in più rispetto al fabbisogno alimentare della popolazione. Si tratta di un surplus di 1700 Kcal al giorno: alcune di queste calorie in eccesso sono consumate da soggetti che mangiano più di quanto occorra al loro organismo, ma la maggior parte viene sprecata sotto forma di pane non mangiato, cibo avanzato nei piatti e sacchi di immondizia pieni dei prodotti dei supermercati. L'Italia dispone di una quantità di cibo 3,3 volte superiore a quella effettivamente necesaria».
[...]
Il ricercatore di Cambridge fa luce su un altro aspetto rilevante: «Più del 50% delle emissioni di gas serra proviene dalla produzione di cibo. Se lo spreco fosse dimezzato le emissioni sarebbero decurtate del 5%. Paradossalmente, se impiegassimo le terre sulle quali oggi coltiviamo cibo in eccesso per piantare alberi, potremmo controbilanciare totalmente le emissioni di gas serra»
e molto del cibo buttato e' proprio di origine vegetale. E poi considerate tutto il prodotto agricolo distrutto per le quote europee.


CAMPAGNA WWF 2009-2010 “UNA COLTIVAZIONE DI MELE INSOSTENIBILE”
http://www.ambientesalute.org/index.php ... poste.html
GLI EFFETTI DELLA COLTIVAZIONE INTENSIVA SULL’AMBIENTE
La monocoltura delle mele ha certamente ottimizzato la produttività economica ma allo stesso tempo ha portato:
All’estinzione di numerose specie di animali e di piante (perdita di biodiversità) attraverso la distruzione di importanti habitat per fare posto ai campi di mele. Secondo i dati della Lista Rossa in Alto Adige circa 1.100 specie animali sono in pericolo a causa della coltivazione intensiva.
All’avvelenamento di terreni, di corsi d’acqua e della fauna selvatica dovuto al massiccio impiego di pesticidi, diserbanti e concimi chimici. Per ottenere un raccolto di mele dell’Alto Adige sono necessari fino a 20-25 trattamenti con sostanze chimiche di sintesi. A questo si aggiunge la perdita di fertilità del suolo causata dalla sostituzione dei concimi organici con concimi chimici.
Alla perdita delle varietà di frutta originarie. Molte varietà di melo e pero un tempo diffuse in Alto Adige stanno scomparendo perché sostituite con varietà più facilmente commerciabili.
Al degrado del paesaggio agricolo attraverso l’eliminazione di elementi strutturali del paesaggio: boschi di fondovalle, prati, siepi, muri a secco e singoli alberi sono stati eliminati e sostituiti da un ambiente monotono caratterizzato unicamente dalle piante di melo e dalle reti antigrandine.
All’aumento delle emissioni di gas serra. La maggior parte delle mele prodotte in Alto Adige viene trasportata per lunghe distanze causando un elevato consumo di energie non rinnovabili (petrolio), inquinamento, ed emissioni di CO2.
Quindi non generalizziamo con "allevamento=causa dei mali" ;)
impara il [tex]~\LaTeX[/tex] e mettilo da par[tex]\TeX~[/tex]

Software is like sex: it's better when it's free (Linus T.)
membro: Club Nostalgici
Non essere egoista, dona anche tu! http://fpv.hacknight.org/a8.php

Avatar utente
domx
Messaggi: 405
Iscritto il: 05 dic 2010, 17:21
Contatta:

Re: Vegetarismo

Messaggio da domx » 22 gen 2011, 19:47

SkZ ha scritto: 4) considerato che 1 animale su 2 nasce maschio e che solo le vacche che allattano producono latte e solo le galline fanno le uova, se sei vegetariano per evitare impatti e uccisioni innocenti non puoi mangiare latte e uova (per il tuo latte bisogna far nascere vitelli e la meta' verra' ucciso). Ma attenti anche a non usare insettici di alcun tipo (faremo mica i razzisti e poi accettare di uccidere solo per togliersi il fastidio di un paio di insetti e' peggio che uccidere per vivere).
5) il colesterolo e' importante: tutte le membrane delle cellule sono fatte di colesterolo! Cosi' pure la bile e' prodotta partendo dal colesterolo. Cmq il fabbisogno e' minimo.
7) E' provato da studi scientifici che anche le piante soffrono e comunicano tra loro (quando a un eucalipto qualcuno mangia le foglia entro 1h tutto il bosco ha aumentato il valore di tossine nelle foglie; riconoscono chi gli stacca le foglie; reagiscono se qualcuno soffre, tipo un astice messo vivo nell'acqua bollente).
4)infatti per me la meta è il vegan, solo che per ora preferisco aspettare :mrgreen: ;
5)quello necessario al fabbisognolo trovi anche da altre parti;
7)non credo molto a queste cose, comunque sia in qualche modo mi devo pur nutrire, preferisco uccidere chi soffre meno (le piante).

Avatar utente
SkZ
Messaggi: 3333
Iscritto il: 03 ago 2006, 21:02
Località: Concepcion, Chile
Contatta:

Re: Vegetarismo

Messaggio da SkZ » 23 gen 2011, 01:19

Cioe' non credi agli studi che non ti fanno comodo? e tali studi sono effettuati da anni, molti, molto ben documentati e molto piu' certi di articoli se essere vegetariani da problemi alla salute che sono di base faloppi, dato che si basano su campioni non rilevanti (l'unico studio serio dovrebbe basarsi su centinaia di gemelli).
e poi quindi uccidere uno incosciente, un muto, uno che dorme e' meno brutto? Solo perche' mentre li uccidi sembrano soffrire meno? Ammazzare e' sempre ammazzare. E strappare membra o uccidere squartando esseri vivi mi pare sia uguale sia che si parli di animali o vegetali. Cogliere una carota equivale a estrarre un pesce dall'acqua e lasciare che muoia soffocato per l'ossigeno che gli brucia le branchie.
Quante verdure vengono uccise strappandole dal terreno per poi marcire? Ti sembra giusto? Pare di si'. tanto non versano lacrime, non mugulano e non hanno occhi per comunicarti la loro sofferenza.
E le zanzare invece? anche loro esseri inferiori non dotati di sentimenti quindi uccidibili?

Prendimi per strano ma quando cammino per strada e passo sotto un albero alzo la mano per accarezzargli le fronde ;)
Parlare alle piante le fa crescere meglio (arcinoto e documentato), perche' non fare carezze?

http://www.dowebsites.net/linv/images/p ... 060315.pdf


PS: il latte e' un alimento perfettamente eliminabile oltre che altamente indigesto.
impara il [tex]~\LaTeX[/tex] e mettilo da par[tex]\TeX~[/tex]

Software is like sex: it's better when it's free (Linus T.)
membro: Club Nostalgici
Non essere egoista, dona anche tu! http://fpv.hacknight.org/a8.php

dario2994
Messaggi: 1428
Iscritto il: 10 dic 2008, 21:30

Re: Vegetarismo

Messaggio da dario2994 » 23 gen 2011, 09:18

SkZ ha scritto: Prendimi per strano ma quando cammino per strada e passo sotto un albero alzo la mano per accarezzargli le fronde ;)
Parlare alle piante le fa crescere meglio (arcinoto e documentato), perche' non fare carezze?

http://www.dowebsites.net/linv/images/p ... 060315.pdf
Premesso che ti prendo per strano, io avrei almeno citato un documento che suffragasse ( :shock: checcultura :shock: ) le minchiate che avevo scritto...
Comunque questo thread fa proprio cagare.
...tristezza ed ottimismo... ed ironia...
Io ti racconto lo squallore di una vita vissuta a ore di gente che non sa più far l'amore...
"Allora impara a fare meno il ruffiano. Io non lo faccio mai e guarda come sono ganzo" Tibor Gallai

Avatar utente
domx
Messaggi: 405
Iscritto il: 05 dic 2010, 17:21
Contatta:

Re: Vegetarismo

Messaggio da domx » 23 gen 2011, 11:36

SkZ ha scritto:Cioe' non credi agli studi che non ti fanno comodo? e tali studi sono effettuati da anni, molti, molto ben documentati e molto piu' certi di articoli se essere vegetariani da problemi alla salute che sono di base faloppi, dato che si basano su campioni non rilevanti (l'unico studio serio dovrebbe basarsi su centinaia di gemelli).
e poi quindi uccidere uno incosciente, un muto, uno che dorme e' meno brutto? Solo perche' mentre li uccidi sembrano soffrire meno? Ammazzare e' sempre ammazzare. E strappare membra o uccidere squartando esseri vivi mi pare sia uguale sia che si parli di animali o vegetali. Cogliere una carota equivale a estrarre un pesce dall'acqua e lasciare che muoia soffocato per l'ossigeno che gli brucia le branchie.
Quante verdure vengono uccise strappandole dal terreno per poi marcire? Ti sembra giusto? Pare di si'. tanto non versano lacrime, non mugulano e non hanno occhi per comunicarti la loro sofferenza.
E le zanzare invece? anche loro esseri inferiori non dotati di sentimenti quindi uccidibili?

Prendimi per strano ma quando cammino per strada e passo sotto un albero alzo la mano per accarezzargli le fronde ;)
Parlare alle piante le fa crescere meglio (arcinoto e documentato), perche' non fare carezze?

http://www.dowebsites.net/linv/images/p ... 060315.pdf


PS: il latte e' un alimento perfettamente eliminabile oltre che altamente indigesto.
andiamo, le piante non hanno il sistema nervoso!
Comunque lo so che il latte fa solo male, prima o poi lo eliminerò dalla mia dieta :mrgreen:

Avatar utente
SkZ
Messaggi: 3333
Iscritto il: 03 ago 2006, 21:02
Località: Concepcion, Chile
Contatta:

Re: Vegetarismo

Messaggio da SkZ » 23 gen 2011, 13:04

dario2994 ha scritto:Premesso che ti prendo per strano, io avrei almeno citato un documento che suffragasse ( :shock: checcultura :shock: ) le minchiate che avevo scritto...
Comunque questo thread fa proprio cagare.
domx ha scritto:andiamo, le piante non hanno il sistema nervoso!
Comunque lo so che il latte fa solo male, prima o poi lo eliminerò dalla mia dieta :mrgreen:
Abbiamo individuato che nella punta delle radici esistono delle cellule che hanno un'attività simile a quella dei neuroni del cervello animale».
Così è nato lo studio della zona `di transizione', spessa non più di un millimetro, all'interno della quale la pianta possiede cellule capaci di trasmissioni sinaptiche analoghe a quelle del cervello di un animale minore, che sia un insetto o un celenterato come meduse, coralli o polipi.
«Le piante - continua Mancuso - hanno un'attività temporalmente diversa rispetto agli animali, sono più lente, ma fanno le stesse cose, affrontano gli stessi problemi e trovano soluzioni simili».
Nel maggio del 2005 i ricercatori di tutto il mondo si sono ritrovati in simposio a Firenze dando vita ufficialmente a una nuova branca della scienza: la neurobiologia vegetale.
ragazzi, cosa non avete letto dell'articolo? tutto? ;)
impara il [tex]~\LaTeX[/tex] e mettilo da par[tex]\TeX~[/tex]

Software is like sex: it's better when it's free (Linus T.)
membro: Club Nostalgici
Non essere egoista, dona anche tu! http://fpv.hacknight.org/a8.php

dario2994
Messaggi: 1428
Iscritto il: 10 dic 2008, 21:30

Re: Vegetarismo

Messaggio da dario2994 » 23 gen 2011, 16:39

«Invece non è possibile dimostrare - sottolinea Mancuso - che crescano meglio se il padrone dialoga con loro o le circonda di affetto. Sono più floride perché vengono maggiormente curate, non perché ascoltano le parole del proprietario»
Mi sembra parecchio riduttivo per le mie buone capacità di offendere limitarmi a citare l'articolo, ma sono nel periodo della delicatesss :shock:

Ammetto che speravo in qualcosa di meglio di minchiate su minchiate per questo thread... a dir la verità pensavo anche, direi romanticamente, che il vegetarismo non fosse una scelta ragionata e mirata a proteggere l'economia mondiale o la specie umana (tra l'altro con motivazioni che, esattamente come le obiezioni, non condivido ... entrambe si basano su banalità, leggende, miti, speranze, minchiate apoplettiche e cazzate rabdomanticiste) bensì una specie di necessità fisica, tipo nei film, in cui uno, alla sola idea che venga compiuto male ad un altro essere, si sente a tal punto empaticamente addolorato da non riuscire a mangiare carne e ad avere la coscienza pulita.
So che quanto scritto non è molto chiaro... insomma non trovo stupido un vegetariano, ne tanto meno un onnivoro bensì chi ritiene di essere meglio dell'altro. Non è inflazionato buonismo, ci credo davvero :wink:

Informandomi da me sul web, penso di aver capito che la dieta vegetariana NON sia dannosa per l'organismo e l'unica sostanza che va assunta da fonti alternative è la vitamina B12 (wiki). Quanto alle motivazioni economiche a favore del vegetarismo... sono ridicole e mi hanno vagamente ricordato le soluzioni che la simpatica lega dà alla disoccupazione :?

È noioso il materialismo esagerato di "se non ammazzi gli animali perché le piante sì?"... non saprei dare una risposta soddisfacente, pur appoggiando chi non si sente in colpa a staccare una foglia ma si sente con la coscienza sporca a dare un calcio a un gatto o ad ammazzare le zanzare (io rientro nel club, presumo ristretto, di quelli a cui dà fastidio ammazzare le zanzare per questo motivo :? cosa che penso si avvicini più a un problema psichiatrico che ad una scelta etica... ). Non saprei motivarlo... forse è perché la società (che mi dicono essere particolarmente convincente... ) vede le piante (il legno) solo come materiale e quindi staccare una foglia mi sembra come strappare un foglio di carta :shock:

p.s. mai usato tutte ste parole complicate 8) Ho perfino riletto il messaggio :shock:
...tristezza ed ottimismo... ed ironia...
Io ti racconto lo squallore di una vita vissuta a ore di gente che non sa più far l'amore...
"Allora impara a fare meno il ruffiano. Io non lo faccio mai e guarda come sono ganzo" Tibor Gallai

Avatar utente
domx
Messaggi: 405
Iscritto il: 05 dic 2010, 17:21
Contatta:

Re: Vegetarismo

Messaggio da domx » 23 gen 2011, 18:12

No, l'articolo non l'avevo letto. E mi sorprende non poco.
Comunque io non mangio gli animali perché non voglio uccidere altri esseri, lo avevo scritto. Poi avevo dato altre motivazioni ma questo è un altro discorso. Io oggi non riuscirei a mangiare la carne, penso che vomiterei subito e starei male ogni volta che ricorderei l'accaduto...

Avatar utente
SkZ
Messaggi: 3333
Iscritto il: 03 ago 2006, 21:02
Località: Concepcion, Chile
Contatta:

Re: Vegetarismo

Messaggio da SkZ » 23 gen 2011, 19:11

dario, concordo con te ;)
io stavo volutamente esasperando il discorso per controbattere certi discorsi etici a volte presi troppo alla leggera.
Perche' non si puo' parlare di vegetarismo come soluzione ai problemi del mondo perche' l'allevamento e' causa di vari sprechi dimenticandosi i danni casati nella storia dall'agricoltura sconsiderata o che la probabilita' che nasca una femmina e' del 50% ergo per avere vacche da latte e galline devi avere altrettanti maschi (a meno di selezione degli embrioni o altra ingegneria genetica) e inoltre perche' una vacca abbia il latte deve partorire quindi devi avere un 50% di "scarti".
Visto in quel modo non solo carne, ma anche uova latte e tutti i suoi derivati come yogurt e formaggi (la panna per fortuna si salva: ci sono ottime panne vegetali :P ).
Io per le zanzare non mi faccio scrupoli, ma mosche e cimici quasi sempre si e cerco di buttarle fuori casa.

domx, non sei l'unico che e' vegetariano per "avversione" alla carne ;)
una amica di mia sorella di punto in bianco dovette smettere di mangiare carne perche' le veniva in mente cruda col sangue e le faceva avversione.
Ma attenzione: che ti fa meno avversione (mangiare vegetali) non vuol dire piu' etico ;)

E cmq in natura spesso gli animali sono mangiati vivi o uccisi per soffocamento (spesso a causa della rottura del collo).
impara il [tex]~\LaTeX[/tex] e mettilo da par[tex]\TeX~[/tex]

Software is like sex: it's better when it's free (Linus T.)
membro: Club Nostalgici
Non essere egoista, dona anche tu! http://fpv.hacknight.org/a8.php

Avatar utente
domx
Messaggi: 405
Iscritto il: 05 dic 2010, 17:21
Contatta:

Re: Vegetarismo

Messaggio da domx » 23 gen 2011, 20:01

SkZ ha scritto: domx, non sei l'unico che e' vegetariano per "avversione" alla carne ;)
una amica di mia sorella di punto in bianco dovette smettere di mangiare carne perche' le veniva in mente cruda col sangue e le faceva avversione.
Ma attenzione: che ti fa meno avversione (mangiare vegetali) non vuol dire piu' etico ;)

E cmq in natura spesso gli animali sono mangiati vivi o uccisi per soffocamento (spesso a causa della rottura del collo).
eh, ma io non sono un leone :D
comunque non dico che sia più etico, ma io se mangio vegetali non ho scrupoli. Ogni volta che passo davanti ad una macelleria giro la testa dall'altra parte per non guardare...

patatone
Messaggi: 160
Iscritto il: 20 gen 2011, 19:25

Re: Vegetarismo

Messaggio da patatone » 23 gen 2011, 20:37

per quel che mi riguarda non mi faccio problemi di sorta, però se dovessi scegliere devo dire che sento molta più pietà verso le piante che verso gli altri animali (in particolar modo odio gli insetti, che d'estate ammazzo a gogo)

amatrix92
Messaggi: 818
Iscritto il: 21 nov 2008, 17:19
Località: Firenze

Re: Vegetarismo

Messaggio da amatrix92 » 24 gen 2011, 01:17

domx ha scritto: comunque non dico che sia più etico, ma io se mangio vegetali non ho scrupoli. Ogni volta che passo davanti ad una macelleria giro la testa dall'altra parte per non guardare...
Ma allora il discorso è di eticità collettiva o di morale personale? perchè se è il secondo caso bhe se fossero buoni e commestibili ( ci sta che lo siano non li ho mai assaggiati) non mi farei scrupoli a mangiare cani e gatti.
Le parole non colgono il significato segreto, tutto appare un po' diverso quando lo si esprime, un po' falsato, un po' sciocco, sì, e anche questo è bene e mi piace moltissimo, anche con questo sono perfettamente d'accordo, che ciò che è tesoro e saggezza d'un uomo suoni sempre un po' sciocco alle orecchie degli altri.

Avatar utente
SkZ
Messaggi: 3333
Iscritto il: 03 ago 2006, 21:02
Località: Concepcion, Chile
Contatta:

Re: Vegetarismo

Messaggio da SkZ » 24 gen 2011, 03:35

amatrix92 ha scritto: Ma allora il discorso è di eticità collettiva o di morale personale? perchè se è il secondo caso bhe se fossero buoni e commestibili ( ci sta che lo siano non li ho mai assaggiati) non mi farei scrupoli a mangiare cani e gatti.
Se???
Allora il gatto ha sapore come il coniglio, in verita' piu' dolce. Pare che il coniglio viene venduto spellato ma con la testa appunto per evitare truffe.
Il cane sa circa di camoscio e qualche ristorante nel bellunese lo sa bene ;) Per non parlare dei Chow Chow in Corea (ove trovano aberrante il nostro piatto "polenta e osei" a base di fringuelli).
impara il [tex]~\LaTeX[/tex] e mettilo da par[tex]\TeX~[/tex]

Software is like sex: it's better when it's free (Linus T.)
membro: Club Nostalgici
Non essere egoista, dona anche tu! http://fpv.hacknight.org/a8.php

a.dematteis
Messaggi: 2
Iscritto il: 04 dic 2010, 16:16

Re: Vegetarismo

Messaggio da a.dematteis » 24 gen 2011, 19:31

domx ha scritto:Ci sono degli studi in merito che dimostrano che i vegetariani assumono tutte le proteine di cui hanno bisogno da legumi e cereali, e in più evitano di assumere i grassi, il colesterolo e le tossine della carne. Io sono vegetariano da almeno 6 anni e sto benissimo.
Ci tengo a precisare che io, se potessi, seguirei una dieta vegana.

Io vado da un dietologo che mi dice che sì, è vero, si può fare una dieta vegetariana, anche vegana, ma le persone che seguono tale dieta devono monitorare attentamente gli alimenti assunti, per verificare di assumere tutte le proteine necessarie. Inoltre tali persone sono più esposte al rischio di ammalarsi.
domx ha scritto:Ti rispondo con una citazione:
"Verrà il tempo in cui l'uomo non dovrà più uccidere per mangiare, ed anche l'uccisione di un solo animale sarà considerata un grave delitto..."
Leonardo da Vinci
Grande!

Nietzsche ha avuto un crollo psicologico vedendo un cavallo che veniva frustato (cfr. wiki), figurarsi vedendo un animale che viene ucciso. Lo considero un sintomo di grande umanità.
Non potrebbe esserci destino più equo per una teoria fisica di quello di indicare la strada per una teoria più generale in cui essa vive come caso limite. - Albert Einstein

Rispondi