Ma le ragazze...?

Qui si parla del + e del -. Se per colpa della matematica ti hanno bandito dalla birreria, qui puoi sfogarti.
Alberto90
Messaggi: 19
Iscritto il: 28 set 2008, 22:32

Ma le ragazze...?

Messaggio da Alberto90 » 30 gen 2009, 00:34

Non so se esista un topic simile, in tal caso scusate e rindirizzatemi...
Secondo voi perché i ragazzi, in genere, ottengono risultati più alti in matematica rispetto alle ragazze? Certo, ci sono state anche donne che hanno contribuito allo sviluppo della matematica, ma solitamente chi eccelle in questa disciplina (e si nota facilmente dai vincitori della Medaglia Fields, dai premiati alle Olimpiadi della Matematica, dagli studenti delle scuole di eccellenza ma anche delle altre università) sono, nel 99% dei casi, ragazzi. Perché?

Avatar utente
Ani-sama
Messaggi: 418
Iscritto il: 19 feb 2006, 21:38
Località: Hasselt
Contatta:

Messaggio da Ani-sama » 30 gen 2009, 02:04

E se fosse solo per gli strascichi di vecchie motivazioni di carattere sociale? In fondo fino a poco più di cent'anni fa alle donne era proibito votare in praticamente ogni stato... Comunque sia, colgo l'occasione per citare almeno due insigni matematiche. Sophie Germain, e, in tempi più recenti, Emmy Noether.
...

Avatar utente
SkZ
Messaggi: 3333
Iscritto il: 03 ago 2006, 21:02
Località: Concepcion, Chile
Contatta:

Messaggio da SkZ » 30 gen 2009, 02:27

per i medagliati ricordiamo che ci sono donne che non hanno ricevuto il nobel perche' donne!
Molti uomini non potevano tollerare che una donna fosse superiore a loro.
Molte donne importanti per la scienza, se noti, hanno fatto lavori indipendenti
Ada Byron Lovelace era autodidatta (e bistrattata dai matematici perche' donna) ma fu la prima programmatrice in assoluto
Marie Curie lavorava con suo marito (che non so quanto merito ebbe per il nobel)
...
impara il [tex]~\LaTeX[/tex] e mettilo da par[tex]\TeX~[/tex]

Software is like sex: it's better when it's free (Linus T.)
membro: Club Nostalgici
Non essere egoista, dona anche tu! http://fpv.hacknight.org/a8.php

Pigkappa
Messaggi: 1208
Iscritto il: 24 feb 2005, 13:31
Località: Carrara, Pisa

Messaggio da Pigkappa » 30 gen 2009, 13:50

Ani-sama ha scritto:E se fosse solo per gli strascichi di vecchie motivazioni di carattere sociale?
Però a me non sembra che attualmente di questi problemi ne siano rimasti tantissimi... Perlomeno, non in modo sufficiente da giustificare che su circa 120 premiati a cesenatico, le ragazze siano meno di 10. Secondo me in media c'è un diverso (peggior) approccio alla materia, anche se le eccezioni non sono proprio poche.

Avatar utente
SkZ
Messaggi: 3333
Iscritto il: 03 ago 2006, 21:02
Località: Concepcion, Chile
Contatta:

Messaggio da SkZ » 30 gen 2009, 16:03

c'e' anche un diverso interesse nella materia (alle sup lottai senza successo per far partecipare alle selezioni le mie compagne), il fatto che i maschi non trovano interessante in una ragazza la bravura in queste cose, diversa attitudine (es culinario: le donne sono piu' adatte a inventare ricette, gli uomini a perfezionarle, infatti l'uomo e' piu' adatto a fare il cuoco di ristorante che deve fare bene ogni giorno le stesse ricette)
impara il [tex]~\LaTeX[/tex] e mettilo da par[tex]\TeX~[/tex]

Software is like sex: it's better when it's free (Linus T.)
membro: Club Nostalgici
Non essere egoista, dona anche tu! http://fpv.hacknight.org/a8.php

Anlem
Messaggi: 195
Iscritto il: 26 giu 2006, 08:58
Località: Pavia

Messaggio da Anlem » 30 gen 2009, 17:17

Una volta avevo letto su un giornale che secondo un'indagine statistica i risultati in matematica delle donne sono migliori nei paesi dove le donne sono più emancipate (es. Svezia, ...).

Alberto90
Messaggi: 19
Iscritto il: 28 set 2008, 22:32

Messaggio da Alberto90 » 30 gen 2009, 19:52

Le motivazioni storiche e sociologiche potrebbero spiegare molte cose, ma resta il fatto che quante ragazze si iscrivono alle facoltà di matematica e fisica? Pochissime...

Ale90
Messaggi: 135
Iscritto il: 14 mar 2007, 18:46
Località: Genova

Messaggio da Ale90 » 30 gen 2009, 20:51

Alberto90 ha scritto:Le motivazioni storiche e sociologiche potrebbero spiegare molte cose, ma resta il fatto che quante ragazze si iscrivono alle facoltà di matematica e fisica? Pochissime...
Uh? Da me (primo anno di Matematica a Genova) credo che ci siano più ragazze che ragazzi :P

Avatar utente
kn
Messaggi: 508
Iscritto il: 23 lug 2007, 22:28
Località: Sestri Levante (Genova)
Contatta:

Messaggio da kn » 30 gen 2009, 22:44

SkZ ha scritto:le donne sono piu' adatte a inventare ricette, gli uomini a perfezionarle, infatti l'uomo e' piu' adatto a fare il cuoco di ristorante che deve fare bene ogni giorno le stesse ricette
:lol: Non ho colto il significato di questa similitudine
Comunque secondo me il fattore più importante sono i pregiudizi delle ragazze su queste cose... molte credono che non valga la pena di provare o credono che se hanno voti bassi in matematica non abbiano speranze di ottenere buoni risultati
Nella mia scuola le ragazze che partecipano di solito sono state convinte dai prof di matematica a mettersi alla prova (se hanno una media alta). I miei compagni invece partecipano sempre prendendola più come una sfida con se stessi.
In effetti è un peccato che la genialità di alcuni/e non trovi riscontro per questi motivi e venga offuscata dall'insegnamento troppo accademico della scuola.
Viviamo intorno a un mare come rane intorno a uno stagno. (Socrate)

Tibor Gallai
Messaggi: 1776
Iscritto il: 17 nov 2007, 19:12

Messaggio da Tibor Gallai » 31 gen 2009, 03:08

Allora, mettiamola giù senza mezzi termini, così ci capiamo meglio. :?

Una donna può essere cessa anche oltre il disumano, ma se è disponibile e la dà via volentieri, ne trova almeno 200 che se la prendono al volo, e una fila sterminata dietro a questi.

Un uomo moderatamente cesso fa prima ad andare con un'aspirapolvere, o altro macchinario dotato di fessure. Tanto non trova di meglio, a meno di pagare MOLTO.
Ne segue che un uomo cesso non è penalizzato dal dedicarsi alla matematica. Anzi, può trarne nuove forme di godimento, che nemmeno un aspirapolvere a 3 velocità può dargli.

Ma se una donna si dedica alla matematica, genera paura e sgomento. Un oggetto sessuale che ragiona? Non può essere. A quel punto, ogni uomo sa che è meglio un aspirapolvere, che almeno succhia e tace. Questo però Piero Angela non ve lo dice.

Fine della spiegazione. (eravamo in birreria? sì.. ok)

Avatar utente
EUCLA
Messaggi: 771
Iscritto il: 21 apr 2005, 19:20
Località: Prato

Messaggio da EUCLA » 31 gen 2009, 09:19

Tibor, a dir poco fantastico! :lol:

In base alla mia esperienza dò ragione a kn. Non mi è mai riuscito di convincere una mia amica a partecipare alle gare. Eppure l'intuizione matematica da gara ce l'aveva. Non aveva però risultati brillanti a scuola. Invece, vari ragazzi, forse più sicuri delle loro capacità, nonostante la prof. non li incoraggiasse, hanno partecipato.

Comunque, in quanto alla presenza in università, da me (Firenze) siamo più o meno uguali tra maschi e femmine. Però è raro che una ragazza si senta brava a matematica, a differenza dei ragazzi e a parità di risultati. Siamo poco fiduciose in noi? :?

Ah, comunque devo aggiungere che non ho mai visto discriminazioni in matematica da parte dei maschi se una ragazza riesce meglio di lui, piuttosto stima e curiosità :wink: .

elendil
Messaggi: 78
Iscritto il: 17 lug 2008, 16:18
Località: Provincia di Pistoia

Messaggio da elendil » 31 gen 2009, 15:11

Tibor Gallai ha scritto:Allora, mettiamola giù senza mezzi termini, così ci capiamo meglio. :?

Una donna può essere cessa anche oltre il disumano, ma se è disponibile e la dà via volentieri, ne trova almeno 200 che se la prendono al volo, e una fila sterminata dietro a questi.

Un uomo moderatamente cesso fa prima ad andare con un'aspirapolvere, o altro macchinario dotato di fessure. Tanto non trova di meglio, a meno di pagare MOLTO.
Ne segue che un uomo cesso non è penalizzato dal dedicarsi alla matematica. Anzi, può trarne nuove forme di godimento, che nemmeno un aspirapolvere a 3 velocità può dargli.

Ma se una donna si dedica alla matematica, genera paura e sgomento. Un oggetto sessuale che ragiona? Non può essere. A quel punto, ogni uomo sa che è meglio un aspirapolvere, che almeno succhia e tace. Questo però Piero Angela non ve lo dice.

Fine della spiegazione. (eravamo in birreria? sì.. ok)
Semplicemente meraviglioso!
Si può vincere il Nobel per la letteratura anche per un intervento su un forum?
Sapere aude!

Avatar utente
SkZ
Messaggi: 3333
Iscritto il: 03 ago 2006, 21:02
Località: Concepcion, Chile
Contatta:

Messaggio da SkZ » 31 gen 2009, 22:50

Eucla, questo mondo (matematico universitario e di gare a livello alto) e' abbastanza atipico: mai visto estrema competizione tra le persone. Anzi visto autentici tifi da stadio a Cesenatico per uno dei ragazzi che era abbastanza chiaro che aveva vinto (per chi era presente nel 1996 quando Davide Gaiotto vinse)

Cmq di solito chi e' bravo in matematica e' molto disponibile e anche umile. Mi dicevano ca a Mate a PD quelli che non passavano appunti e altro era quelli di backgroud.

Tibor, messo cosi' e' piu' chiaro
impara il [tex]~\LaTeX[/tex] e mettilo da par[tex]\TeX~[/tex]

Software is like sex: it's better when it's free (Linus T.)
membro: Club Nostalgici
Non essere egoista, dona anche tu! http://fpv.hacknight.org/a8.php

Avatar utente
Oblomov
Messaggi: 284
Iscritto il: 23 ott 2005, 13:18
Località: Bologna

Messaggio da Oblomov » 01 feb 2009, 01:21

Prendete questo post con beneficio di inventario...
Mi pare di aver letto su un libro di Andrea Frova di un test di matematica sottoposto a un campione di ragazzi e ragazze presi da una scuola superiore americana. I risultati erano poi stati analizzati separatamente per i due sessi; ora, risultò che mediamente i punteggi erano confrontabili, ma con differenze nella varianza. In pratica le donne avevano ottenuto molto spesso un punteggio medio, mentre molti più uomini si collocavano agli estremi della scala, cioè i perfetti incompetenti erano più maschi che femmine (e similmente per i superbravi). Il fatto è che solo questi ultimi, naturalmente, riescono a farsi notare.

Anyway, concordo con Pig nel dire che i pregiudizi non spiegano una tale differenza, a meno che i matematici non siano dei talebani sotto mentite spoglie... credo che forse ci sia una sorta di "condizionamento sociale" per cui il fatto che una ragazza vada male in matematica è vista come una cosa del tutto normale, sicché lei non è incoraggiata ad impegnarsi di più.
credo che ci siano più ragazze che ragazzi
Ecco, lo sapevo che non dovevo iscrivermi a Ingegneria Meccanica :mrgreen:

'Notte gente...
Oblomov
Why are numbers beautiful? It’s like asking why is Beethoven’s Ninth Symphony beautiful. If you don’t see why, someone can’t tell you. I know numbers are beautiful. If they aren’t beautiful, nothing is. - P. Erdös

Avatar utente
Gatto
Messaggi: 487
Iscritto il: 25 nov 2007, 16:36
Località: Roma

Messaggio da Gatto » 01 feb 2009, 10:23

Ale90 ha scritto: Uh? Da me (primo anno di Matematica a Genova) credo che ci siano più ragazze che ragazzi :P
Anche da me a dire il vero :D
"Fu chiaro sin dall'inizio che ogni qual volta c'era un lavoro da fare, il gatto si rendeva irreperibile." (George Orwell - La fattoria degli animali)

Rispondi