Leggete la mia e raccontate la vostra..

Qui si parla del + e del -. Se per colpa della matematica ti hanno bandito dalla birreria, qui puoi sfogarti.
Rispondi
^...Christian...^
Messaggi: 29
Iscritto il: 29 lug 2008, 15:26

Leggete la mia e raccontate la vostra..

Messaggio da ^...Christian...^ » 26 ago 2008, 20:01

Ciao a tutti..
Mi sono presentato in questo forum poco prima di partire per le vacanze (http://olimpiadi.ing.unipi.it/oliForum/ ... hp?t=11446) ed esordisco con il mio primo post fouri la sezione "Presentazione" proprio a pochi giorni dal mio ritorno...
Anche se molto probabilmente non interessa a nessuno di voi, con molta umiltà voglio condividere la mia "esperienza" vissuta affrontando i primi passi nel lungo viaggio nella scoperta dei quiz di matematica e nella comprensione dei metodi per la loro risoluzione..

Prima di partire ho acquistato un libro interessante "Le Olimpiadi della Matematica seconda edizione" contenente un sacco di quiz delle gare italiane dal 1995 al 2001..
Bè in queste settimane è stata la mia delizia e la mia croce.

Delizia perchè ho scoperto che la Matematica non è solo un materia scolastica (anzi mi sto sempre più convincendo che la matematica è tutt'altro che noiosa didattica per banchi di scuola) ma un qualcosa "di più".. una delle poche cose per cui vale la pena far funzionare il nostro cervello..;) un motore che ti spinge a sapere sempre di più...

Croce perchè molti quesiti erano a prima vista di impossibile risoluzione.. Molte volte la rassegnazione mi ha spinto a chiudere il libro, stanco di controllare e studiare le soluzioni degli esercizi... Aritmetica è stata per me una "Caporetto", e quasi mi sono rassegnato..

Con il passare del tempo però mi sono dato animo e i primi successi sono venuti con Combinatoria e sopratutto con Algebra e Geometria.. Adesso posso dire che sul 70% del libro mi sento sicuro e che sto completando il primo passo per superare i quiz che segnaranno la mia vita!!!

Adesso voglio chiedervi... Cosa vi spinge ad impegnarvi per i test di matematica?? Come avete affrontato l'allenamento e quali sono stati i momenti più difficili??

Avatar utente
SkZ
Messaggi: 3333
Iscritto il: 03 ago 2006, 21:02
Località: Concepcion, Chile
Contatta:

Messaggio da SkZ » 26 ago 2008, 21:07

un divertimento morboso! :twisted:

Imomenti piu' difficili sono stati... l'allenamento stesso, dato che sono 18 anni che faccio gare (anche se adesso ho dovuto smettere :cry: ). Non e' stato facile racimolare il materiale, infatti ho una discreta collezione di libri di quesiti (tra cui la prima ed delle olimpiadi).
impara il [tex]~\LaTeX[/tex] e mettilo da par[tex]\TeX~[/tex]

Software is like sex: it's better when it's free (Linus T.)
membro: Club Nostalgici
Non essere egoista, dona anche tu! http://fpv.hacknight.org/a8.php

^...Christian...^
Messaggi: 29
Iscritto il: 29 lug 2008, 15:26

Messaggio da ^...Christian...^ » 26 ago 2008, 21:13

SkZ ha scritto:un divertimento morboso! :twisted:
Aahaha.. addirittura morboso!!! :lol:

matteo16
Messaggi: 303
Iscritto il: 10 dic 2007, 21:16

Messaggio da matteo16 » 26 ago 2008, 21:25

io ti rispondo da uno che ha ancora molto da imparare sul programma olimpico.
a me piace molto la matematica e la fisica. mi interrogo sempre su tutto e magari rimango anche lì molto tempo a pensare :lol: . dopo il liceo voglio fare fisica e vorrei tentare alla Normale. proprio per questo mi sono avvicinato molto di più al programma olimpico di matematica e vorrei fare così anche per fisica.
ho scoperto che anche questo tipo di matematica è molto bello ed affascinante.


per quanto riguarda l'allenamento, beh ci sono dentro in pieno. diciamo che sono un po' strano perchè come teoria sono abbastanza avanti, per la pratica penso di essere a livello provinciali solo che alcune volte(molto probabilmente, anzi sicuramente, perchè sottovaluto gli esercizi) sbaglio anche quelli di archimede. e mi fa rabbia. il fatto so che posso fare bene anche quelli delle provinciali ma io sono fatto così:tendo proprio a sottovalutare o sopravvalutarmi. è un difetto lo so. questo è il maggiore problema. diciamo, quindi, che è più psicologico ma posso dire(senza sopravvalutarmi) che in questo sono molto migliorato. riesco a essere abbastanza realista sul fatto di sapere o non sapere qualcosa. :lol:

mi sono spiegato da caneXD :lol: spero tu capisca... sta sera ho il cervello in salamoia

^...Christian...^
Messaggi: 29
Iscritto il: 29 lug 2008, 15:26

Messaggio da ^...Christian...^ » 26 ago 2008, 21:47

Ti sei spiegato benissimo.. Ti capisco perchè anche a me piace la fisica (forse anche più della matematica stessa).. Io con tuta probabilità farò ingegneria fisica a milano..;)

Spero davvero che tu riesca nel tuo obiettivo..!! Guarda che essere al livello provinciale è ottima cosa!! stai a un punto che invidio tantissimo!!

matteo16
Messaggi: 303
Iscritto il: 10 dic 2007, 21:16

Messaggio da matteo16 » 27 ago 2008, 09:08

^...Christian...^ ha scritto:Ti sei spiegato benissimo.. Ti capisco perchè anche a me piace la fisica (forse anche più della matematica stessa).. Io con tuta probabilità farò ingegneria fisica a milano..;)

Spero davvero che tu riesca nel tuo obiettivo..!! Guarda che essere al livello provinciale è ottima cosa!! stai a un punto che invidio tantissimo!!
grazie delle tue parole :)
ce la metterò tutta per farcela. anche se so che è molto difficile entrare in Normale tentar non nuoce e io voglio tentare dando il massimo di me :)

Avatar utente
Evelynn
Messaggi: 48
Iscritto il: 17 ago 2008, 20:02
Località: Mantova

Messaggio da Evelynn » 30 ago 2008, 17:14

Uhu topic interessante...

Beh se vogliamo andare indietro indietro, a me già alle elementari piaceva matematica e per questo poi ho scelto il liceo scientifico (mi ricordo delle elementari perché mi ricordo che, quando dovevo scegliere le superiori, mi sono ricordata che alle elementari ero brava.. per il resto ho una memoria scarsissima =D).. Alle medie, mi pare, ho partecipato 2 volte ai Giochi Matematici.. Ma non mi pare di essere passata.. Era una cosa che facevo così, perché c'era l'occasione e io, se potevo fare qualcosa di nuovo, non dicevo di no.. Poi alle superiori ho abbandonato i Giochi e cominciato le Olimpiadi di Matematica.. In seconda sono passata al secondo livello e ho anche partecipato alla gara a squadre.. Ma anche qui erano cose che facevo "tanto per fare", infatti -oltre ad andare all'allenamento di 2 ore organizzato dalla mia scuola- non mi sono impegnata a documentarmi per fare bene, non mi interessava passare.. (A pensarci, forse anche per motivi socio-relazionali, ma a livello inconscio nel caso =D)

Poi dall'anno scorso, scorrendo tutte le possibili università, facoltà e corsi di laurea, ala fine ho scelto matematica, perché mi piace, mi attira.. E' un po' come un gioco.. Interessandomi alle scuole d'eccellenza, ho chiesto a un mio amico che studia Fisica in Normale, e mi ha consigliato, oltre a un paio di libri, questo sito.. E da quando sono qui su, sto scoprendo che ci sono argomenti di matematica che a scuola non si sono mai nemmeno sfiorati e un sacco di cose che vorrei già sapere.. E non sapete quanto rimpiango di non essere venuta prima su questo forum!

Al di là dello studio per i test, ho scoperto questo vedere la matematica come un gioco, una sfida che coinvolge non solo la logica e il ragionamento, ma anche l'intuizione e la creatività.. Quelle cose che ti danno soddisfazione, una volta risolto il problema =)
Musica est exercitium aritmeticae occultum nescientis se numerari animi. (Leibniz)

La matematica può essere definita come la scienza in cui non sappiamo mai di che cosa stiamo parlando, né se ciò che diciamo è vero. (B. Russell)

Avatar utente
Algebert
Messaggi: 330
Iscritto il: 31 lug 2008, 20:09
Località: Carrara
Contatta:

Messaggio da Algebert » 30 ago 2008, 17:48

Se dovessi rispondere a questo topic (oops, l'ho appena fatto :lol: ) racconterei solo di delusioni, rimpianti e rinunce. Quindi è meglio che non ascoltiate la mia :cry: ...
"[i]What is a good Olympiad problem?[/i] Its solution should not require any prerequisites except cleverness. A high scool student should not be at a disadvantage compared to a professional mathematician."

Avatar utente
Evelynn
Messaggi: 48
Iscritto il: 17 ago 2008, 20:02
Località: Mantova

Messaggio da Evelynn » 30 ago 2008, 21:12

Ma a noi interessano anche le tue delusioni, rimpianti e rinunce :P

Poi sta a te decidere se rispondere al topic o no :wink:
Musica est exercitium aritmeticae occultum nescientis se numerari animi. (Leibniz)

La matematica può essere definita come la scienza in cui non sappiamo mai di che cosa stiamo parlando, né se ciò che diciamo è vero. (B. Russell)

^...Christian...^
Messaggi: 29
Iscritto il: 29 lug 2008, 15:26

Messaggio da ^...Christian...^ » 01 set 2008, 20:26

@ Evelynn
E' bello vedere la matematica come un gioco, e non nascondo che anch'io ho la tua stessa visione di questo mondo..;)
Ma non ho capito una cosa, fai l'università??

@Algebert
Ho aperto il topic proprio per condividere le nostre esperienze che sono fatte sia da gioie che da delusioni..!! non voglio costringerti, ma ogni tuo racconto è ben accetto..

Avatar utente
Evelynn
Messaggi: 48
Iscritto il: 17 ago 2008, 20:02
Località: Mantova

Messaggio da Evelynn » 01 set 2008, 20:53

^...Christian...^ ha scritto:@ Evelynn
Ma non ho capito una cosa, fai l'università??#
Comincio quest'anno.. Adesso sto facendo i test =)
Musica est exercitium aritmeticae occultum nescientis se numerari animi. (Leibniz)

La matematica può essere definita come la scienza in cui non sappiamo mai di che cosa stiamo parlando, né se ciò che diciamo è vero. (B. Russell)

^...Christian...^
Messaggi: 29
Iscritto il: 29 lug 2008, 15:26

Messaggio da ^...Christian...^ » 02 set 2008, 09:43

Allora buona fortuna!!! :D

Rispondi