Se p(x)/q(x) è int per infiniti valori, p(x) è multip d q(x)

Cosa sono il pigeonhole e l'induzione? Cosa dice il teorema di Ceva? 1 è un numero primo?
Rispondi
antosecret
Messaggi: 214
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00
Località: Catania

Se p(x)/q(x) è int per infiniti valori, p(x) è multip d q(x)

Messaggio da antosecret » 13 giu 2008, 14:15

Scusate le abbreviazioni nel titolo, ma per intero non ci entrava.

Se io ho una divisione tra polinomi tipo (la sto inventando)$ \frac{x^5+x^3+1}{x+4} $ e so che è intera per infiniti valori di x intero, posso dire in un esercizio (SENZA DIMOSTRARLO) che ciò implica che il polinomio p(x) è multiplo di q(x), cioè che le radici di q(x) sono anche radici di p(x) con almeno la stessa molteplicità?

Questa cosa qui ha un nome particolare?

pic88
Messaggi: 741
Iscritto il: 16 apr 2006, 11:34
Località: La terra, il cui produr di rose, le dié piacevol nome in greche voci...

Messaggio da pic88 » 13 giu 2008, 15:57

Per dimostrarlo basta vedere che r/q, prima o poi, entra in ]-1,1[ se $ -\infty<\deg r< \deg q $, quindi r =0

Avatar utente
mitchan88
Messaggi: 469
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00
Contatta:

Re: Se p(x)/q(x) è int per infiniti valori, p(x) è multip d

Messaggio da mitchan88 » 13 giu 2008, 18:57

antosecret ha scritto:il polinomio p(x) è multiplo di q(x), cioè che le radici di q(x) sono anche radici di p(x) con almeno la stessa molteplicità?
Non è proprio esatta come cosa (almeno che tu non consideri il polinomio come polinomio a coefficienti nella chiusura algebrica del campo che consideri, C da quel che ho capito), ci sono anche i fattori irriducibili. :wink:
[url:197k8v9e]http://antrodimitch.wordpress.com[/url:197k8v9e]

Membro del fan club di Ippo_

antosecret
Messaggi: 214
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00
Località: Catania

Messaggio da antosecret » 15 giu 2008, 01:40

pic88 ha scritto:Per dimostrarlo basta vedere che r/q, prima o poi, entra in ]-1,1[ se $ -\infty<\deg r< \deg q $, quindi r =0
Non ho capito cosa hai detto.
mitchan88 ha scritto:Non è proprio esatta come cosa (almeno che tu non consideri il polinomio come polinomio a coefficienti nella chiusura algebrica del campo che consideri, C da quel che ho capito), ci sono anche i fattori irriducibili.
Io considero anche le radici complesse del polinomio, quindi non dovrebbero esserci problemi in questo senso.[/quote]

Avatar utente
Oblomov
Messaggi: 284
Iscritto il: 23 ott 2005, 13:18
Località: Bologna

Messaggio da Oblomov » 15 giu 2008, 15:38

antosecret ha scritto:
pic88 ha scritto:Per dimostrarlo basta vedere che r/q, prima o poi, entra in ]-1,1[ se $ -\infty<\deg r< \deg q $, quindi r =0
Non ho capito cosa hai detto.
Provo a interpretare (pic88 mi corregga se ho frainteso).
Supponiamo che P(x) non sia divisibile per Q(x): avremo dunque
$ $\frac {P(x)}{Q(x)}=T(x)+\frac {R(x)}{Q(x)}$ $ dove T e R sono chiaramente polinomi a coefficienti interi. Sappiamo che per infiniti valori interi di x (che chiamiamo "validi") il rapporto a primo membro è intero: quindi i valori "validi" di x hanno valore assoluto grande a piacere (tenendo conto che consideriamo x avente valori interi relativi). Ma per |x| sufficientemente grande prima o poi la frazione $ $\frac {R(x)}{Q(x)}$ $ ha valore assoluto minore di 1 (ricorda che il grado di R deve essere minore di quello di Q), poichè per |x| che tende ad infinito essa tende a 0; questo si dimostra facilmente coi limiti. Quindi quella frazione (nell'ipotesi che P sia appunto non divisibile per Q) vale "qualcosa di intero" ( T(x) lo è sicuramente quando x è intero) + "qualcosa compreso tra -1 e 1" (la frazione a secondo membro, per quanto appena detto). Il risultato non può certamente essere un numero intero... a meno che il quid compreso tra -1 e 1 non sia in realtà pari a 0. Ciò deve inoltre valere per tutti gli infiniti x aventi valori assoluti maggiori di una certa quantità. Ciò prova che il polinomio R è sempre pari a 0.

Tutto questo considerando che sono alquanto stanco e che posso aver detto delle baggianate stratosferiche. :lol:

Spero di non averti confuso ancora di più le idee.

Saluti
Ob
Why are numbers beautiful? It’s like asking why is Beethoven’s Ninth Symphony beautiful. If you don’t see why, someone can’t tell you. I know numbers are beautiful. If they aren’t beautiful, nothing is. - P. Erdös

fph
Site Admin
Messaggi: 3798
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00
Località: in giro
Contatta:

Messaggio da fph » 16 giu 2008, 00:09

hmmm... non serve da qualche parte che q(x) sia monico?
--federico
[tex]\frac1{\sqrt2}\bigl(\left|\text{loves me}\right\rangle+\left|\text{loves me not}\right\rangle\bigr)[/tex]

Avatar utente
Oblomov
Messaggi: 284
Iscritto il: 23 ott 2005, 13:18
Località: Bologna

Messaggio da Oblomov » 16 giu 2008, 01:54

Forse sono proprio scimunito ma non capisco perché ciò sia necessario... quale parte del mio ragionamento è fallata? :?
Why are numbers beautiful? It’s like asking why is Beethoven’s Ninth Symphony beautiful. If you don’t see why, someone can’t tell you. I know numbers are beautiful. If they aren’t beautiful, nothing is. - P. Erdös

fph
Site Admin
Messaggi: 3798
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00
Località: in giro
Contatta:

Messaggio da fph » 16 giu 2008, 11:21

Se Q non è monico T e R non sono a coefficienti interi "chiaramente". ;)
--federico
[tex]\frac1{\sqrt2}\bigl(\left|\text{loves me}\right\rangle+\left|\text{loves me not}\right\rangle\bigr)[/tex]

Avatar utente
Oblomov
Messaggi: 284
Iscritto il: 23 ott 2005, 13:18
Località: Bologna

Messaggio da Oblomov » 16 giu 2008, 14:14

Mumble! Ci ho pensato or ora e non hai tutti i torti :oops: :lol:
Ma adesso cosa dovrei correggere nel mio post per far quadrare il tutto?
(non credo che infilare con nonchalance la parola "monico" sia sufficiente)
Why are numbers beautiful? It’s like asking why is Beethoven’s Ninth Symphony beautiful. If you don’t see why, someone can’t tell you. I know numbers are beautiful. If they aren’t beautiful, nothing is. - P. Erdös

fph
Site Admin
Messaggi: 3798
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00
Località: in giro
Contatta:

Messaggio da fph » 17 giu 2008, 13:55

In effetti quando mi è capitato di "usare" questo lemma :roll: :roll: mi serviva solo per polinomi monici, nel caso generale servirebbe un po' di "esplorazione", non so con esattezza cosa succeda. Prova a prendere due polinomi non monici e a sperimentare un po'... quali casi puoi escludere subito?
--federico
[tex]\frac1{\sqrt2}\bigl(\left|\text{loves me}\right\rangle+\left|\text{loves me not}\right\rangle\bigr)[/tex]

antosecret
Messaggi: 214
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00
Località: Catania

Messaggio da antosecret » 18 giu 2008, 00:19

Grazie mille a tutti.

Rispondi