Normale e maturità

Scuola Normale Superiore, Sant'Anna, Indam, etc. Cosa studiare, come prepararsi.
Avatar utente
Oblomov
Messaggi: 284
Iscritto il: 23 ott 2005, 13:18
Località: Bologna

Messaggio da Oblomov » 10 mar 2008, 21:56

Per la fortunata serie "Mr. Pignoletti strikes again"...
caino ha scritto:le basi filosofiche messe da Popper al pensiero di Einstein
Ora, correggetemi se sbaglio, ma mi risulta che il processo sia stato piuttosto l'inverso: fu Popper a rimanere colpito dalla rivoluzione attuata in ambito scientifico da Einstein e (anche) a partire dalle osservazioni fatte in merito ad essa fondò le sue teorie di filosofia della scienza.
Ma ripeto, può darsi che io stia dicendo poderose fregnacce, quindi invito eventuali esperti in zona a inserirsi nella discussione (che si sta facendo alquanto interessante, specie dal punto di vista abbastanza "di parte" di uno studente del classico come me).

Salumi.
Ob
Why are numbers beautiful? It’s like asking why is Beethoven’s Ninth Symphony beautiful. If you don’t see why, someone can’t tell you. I know numbers are beautiful. If they aren’t beautiful, nothing is. - P. Erdös

mfm
Messaggi: 13
Iscritto il: 08 nov 2007, 21:49

Messaggio da mfm » 10 mar 2008, 22:10

alexba91 ha scritto: io sono convinto che tutto dipenda dalle priorita che una persona ha, se uno decide di entrare nel mondo accademico e quindi di fare ricerca certamente non gli fa male essere "focused" sulla matematica, mentre fare 1 versione al gionro di pomeriggio perdendo 2 ore di tempo che potrebbero essere ben utilizzate in altro modo, quello si che gli fa male. IN MY HOLD OPINION!!!
e a sedici anni hai DECISO di entrare nel mondo accademico? e pensi che la tua possibilità di entrare nel mondo accademico dipenda da 2 ore giornaliere che spendi al liceo?
beata (mica tanto) gioventù.

PS proverei una grandissima tristezza al pensiero che i miei professori sappiano parlare solo di fisica e di matematica. per fortuna, quando ho avuto occasione casuale di parlare con alcuni di loro di argomenti extracurricolari, ho avuto la conferma che non è così. pensa che il forse miglior fisico della materia italiano è anche direttore artistico di un'importantissima rassegna concertistica internazionale. perchè oltre ad un bravo fisico, è anche una persona interessante. e questo conta.

Pigkappa
Messaggi: 1208
Iscritto il: 24 feb 2005, 13:31
Località: Carrara, Pisa

Messaggio da Pigkappa » 10 mar 2008, 23:07

Sono d'accordo sul fatto che sia opportuno avere anche altri interessi (a me, ad esempio, piace buona parte della filosofia), ed è chiaro che non si vive di sole formule e teoremi.

Quello che volevo dire è che secondo me eventuali atlre attività (studio di filosofia e storia, il dilettarsi nell'ascoltare o nel produrre musica, il tradurre milioni di versioni di latino) non sono correlate al poter essere un buono scienziato, e possiamo studiarle se ci piacciono e ci interessano, ma non deve essere "per forza". Non mi piace neanche quando mi viene detto che chi non studia storia e filosofia non ha un giusto atteggiamento critico nei confronti del mondo, perchè secondo me ci sono persone che non conoscono l'indice della Fenomenologia dello Spirito ma si rapportano al mondo molto meglio del solito professore di Filosofia del liceo.

caino
Messaggi: 49
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00
Località: Vicenza

Messaggio da caino » 11 mar 2008, 16:52

Oblomov ha scritto:Per la fortunata serie "Mr. Pignoletti strikes again"...
caino ha scritto:le basi filosofiche messe da Popper al pensiero di Einstein
Ora, correggetemi se sbaglio, ma mi risulta che il processo sia stato piuttosto l'inverso: fu Popper a rimanere colpito dalla rivoluzione attuata in ambito scientifico da Einstein e (anche) a partire dalle osservazioni fatte in merito ad essa fondò le sue teorie di filosofia della scienza.
Ma ripeto, può darsi che io stia dicendo poderose fregnacce, quindi invito eventuali esperti in zona a inserirsi nella discussione (che si sta facendo alquanto interessante, specie dal punto di vista abbastanza "di parte" di uno studente del classico come me).

Salumi.
Ob
Non sono un esperto ma le loro opere sono influenzate a vicenda l'uno dall'altro, certo Einstein aveva bisogna dell'opera filosofica di base di Popper per dare credibilità alla sua teoria che altrimenti sarebbe stata bellamente ignorata, per fare un altro esempio è come Wagner che da artista famoso ha bisogno del lavoro di Nietzsche per giustificare le sue scelte in campo musicale comunque siamo andati molto off topic...

Anlem
Messaggi: 195
Iscritto il: 26 giu 2006, 08:58
Località: Pavia

Messaggio da Anlem » 24 mar 2008, 11:40

Pigkappa ha scritto:Non mi piace neanche quando mi viene detto che chi non studia storia e filosofia non ha un giusto atteggiamento critico nei confronti del mondo, perchè secondo me ci sono persone che non conoscono l'indice della Fenomenologia dello Spirito ma si rapportano al mondo molto meglio del solito professore di Filosofia del liceo.
Secondo me per avere una visione critica degli avvenimenti presenti è essenziale conoscere la storia. Penso che sarebbe impossibile spiegarsi molti aspetti dei rapporti tra vari stati o tra stato e chiesa e così via senza delle adeguate conoscenze storiche. Per la matematica magari la storia non serve a niente ma un matematico prima di essere un matematico è un uomo è quindi non può fregarsene completamente di quello che gli succede intorno.

Avatar utente
Lorentz il M
Messaggi: 58
Iscritto il: 13 mar 2008, 20:35
Località: Jesolo Beach

Messaggio da Lorentz il M » 24 mar 2008, 21:42

mfm ha scritto:fa male, estremamente male essere troppo focused su un argomento come la matematica. fa male alla propria crescita e alle relazioni interpersonali
Senza i tuoi 5 anni in più sono perfettamente d'accordo e sono 5 anni che cerco di convincere i miei amici e compagni (dalla prima liceo scientifico) di ciò.
Non riguardo a matematica, ma in generale: chi vuole fare medicina si lamenta di fare matematica, chi vuole andare a ingegneria o economia rifiuta italiano, ecc. e tutti insieme si scagliano contro il latino (materia che trovo bellissima, pur pensando di fare fisica).
La mia opera di convincimento finora non ha dato buoni frutti...e a quanto pare la mia (e tua) opinione non è molto diffusa, e mi piange il cuore al pensiero...
E non esagero, perché non c'è nulla di peggio di chi commenta alla fine di una lezione interessante: che ca***ta oppure e chi se ne f***e del latino! :cry: :cry: :cry:
lo vivere vorrei addormentato
entro il dolce rumore della vita.

(Sandro Penna)

Rispondi