Normale e maturità

Scuola Normale Superiore, Sant'Anna, Indam, etc. Cosa studiare, come prepararsi.
Avatar utente
pa
Messaggi: 81
Iscritto il: 14 feb 2008, 16:14
Località: Genova

Messaggio da pa » 06 mar 2008, 14:05

gente scusate mi e' giunta oggi una notizia che mi ha molto allarmato!! Non so se e' esatta ed e' da confermare ma sembrerebbe che con una legge (non so se gia' passata o in procinto di farlo) sarebbero ammessi alle universita' e alle facolta' a numero chiuso solo coloro che escono dalla maturita' con piu' di 80/100... La nostra scuola si sta organizzando per scrivere una lettera di protesta( inutile a mio parere). Voi sapete se e' vero? Questo voto e' abbastanza al di fuori delle mie possibilita' e visto che ho molte piu' possibilita' io di passare alla normale del 99% dei diplomati con 100 del mio liceo la cosa mi irriterebbe tantissimo!!! Tra l'altro questo sarebbe assolutamente contrario allo spirito del test che e' di valutare le capacita' di rielaborazione e le potenzialita' dell'individuo e non la quantita' di dati immagazzinati nella capoccia (perche' a scuola spessissimo si valuta solo questo e basta). Si legge nel bando dello scorso anno
Per l’ammissione al concorso si prescinde dalla votazione conseguita al termine degli studi secondari.
spero che ci sia qualc'uno piu' informato di me!! grazie per le risposte!!
paolo

Avatar utente
jordan
Messaggi: 3988
Iscritto il: 02 feb 2007, 21:19
Località: Pescara
Contatta:

Messaggio da jordan » 07 mar 2008, 23:42

bah un bel giorno (qualche mesetto fa) chiama il mio ex-liceo e mi dice che tenevano una festa d'istituto e che ci tenevano che andassi a suonare..io sono andato cosi, senza sapere nulla, poi son tonato a casa coll'assegnuccio :lol:
considerato che in una mattinata da cameriere al massimo qualche cazziata prendi, credo sia valsa la pena no?
ad ogni caso confermo che quel voto non serve relativamente a niente,a parte la soddisfazione personale, che per molti di voi non conta molto a quanto pare..
l'italiano lo odio anche io cosi come filosofia ma la funzione di utilità di una vita solo di numeri tende a zero sapete?e poi anche cultura personale..il fine ultimo non è ilvoto, ma acquisire la mentalità critica dell'inutilità delle cose che si studia..

ad ogni caso, lo so io quello che ho passato mesi fa..in bocca al lupo a carlein e altri
The only goal of science is the honor of the human spirit.

Avatar utente
Ani-sama
Messaggi: 418
Iscritto il: 19 feb 2006, 21:38
Località: Hasselt
Contatta:

Messaggio da Ani-sama » 10 mar 2008, 08:33

Io so soltanto che i collegi di merito pavesi (Borromeo, Ghislieri, Santa Caterina, Nuovo) chiedono un voto di almeno 80/100, oltre all'esame d'ammissione.

Comunque secondo me, questo lo dico in linea di principio, non è giusto avere "pregiudizi d'inutilità" sulle materie studiate al liceo. In fondo si tratta di cultura, no? :) A mio avviso è giusto e anche doveroso spaziare nella conoscenza umana e avere così una visione culturale d'insieme. Alla fine il liceo dà questa possibilità, e non credo sia poco. :)
...

quark
Messaggi: 147
Iscritto il: 07 mar 2008, 17:05
Località: agrigento

Messaggio da quark » 10 mar 2008, 10:19

si ma chi si scrive in un liceo scientifico, brocca scientifico, che vorrebbe fare molta matematica e fisica e poi si trova a studiare sempre latino, italiano, storia e filosofia fa molta rabbia :(

mfm
Messaggi: 13
Iscritto il: 08 nov 2007, 21:49

Messaggio da mfm » 10 mar 2008, 10:52

ragazzi miei, la vostra idea per cui ciò che non è matematica sia inutile tende a dar terribilmente ragione a coloro che rimproverano chiusura mentale a noi studenti di mate/fis/ing.
se una persona è brava e presumibilmente intelligente e butta via il liceo pensando che non valga la pena impegnarsi per prendere un bel voto alla maturità (superiore all'80 diciamo).... beh, a mio avviso non ha capito un po' di cose della vita.
il latino, la letteratura, la storia e la filosofia... vi serviranno, se non altro per piacere personale. io ho trovato tutto molto interessante (qualche filosofo e scrittore meno degli altri, ovvio), ma per fortuna ho avuto l'occasione di conoscere la storia del Novecento, il Romanticismo, le Avanguardie, Freud e Nietzche... il tutto aiuta a sviluppare senso critico sul mondo, cosa che la Matematica e la Fisica non vi daranno mai se non da un lato molto limitato del sapere.

quark
Messaggi: 147
Iscritto il: 07 mar 2008, 17:05
Località: agrigento

Messaggio da quark » 10 mar 2008, 11:00

concordo pienamente quello che dici, ma il mio problema è che di matematica e fisica non ci fanno fare nulla, è capitato che nelle ore di matematica abbiano fatto compiti di latino e non ho potuto partecipare alle olimpiadi di matematica per questo...

mfm
Messaggi: 13
Iscritto il: 08 nov 2007, 21:49

Messaggio da mfm » 10 mar 2008, 12:19

non mi addentro nel tuo caso personale (che penso meriterebbe una segnalazione al preside), parlavo di una tendenza generale emersa dalla mia lettura di questo topic.

quark
Messaggi: 147
Iscritto il: 07 mar 2008, 17:05
Località: agrigento

Messaggio da quark » 10 mar 2008, 13:18

è stata la vicepreside a dirmi di restare in classe... :?

Pigkappa
Messaggi: 1208
Iscritto il: 24 feb 2005, 13:31
Località: Carrara, Pisa

Messaggio da Pigkappa » 10 mar 2008, 14:00

mfm ha scritto:vi serviranno, se non altro per piacere personale
Domanda: se una cosa non mi piace, come fa a servirmi per "piacere personale"?

Sinceramente, delle materie non scientifiche ci sono alcune cose che io apprezzo ed altre che non sopporto assolutamente. Se qualche filosofo o scrittore mi piace, d'altra parte considero noiosa tutta la storia e non mi piace praticamente nulla di letteratura latina. Se vogliamo accettare tutte le possibili visioni del mondo, allora dobbiamo anche capire chi dice "Non me ne frega niente e non la studio"...

caino
Messaggi: 49
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00
Località: Vicenza

Messaggio da caino » 10 mar 2008, 15:57

Secondo me alcune materie sono strttamente collegate. Per esempio fisica e matematica sono unite a filosofia... Che sarebbe delle teorie scientifiche senza l'opera di Galileo o le basi filosofiche messe da Popper al pensiero di Einstein, o come si potrebbe spiegare la grande rivoluzione di Copernico senza aver capito Aristotele? Nella mia scuola (liceo scientifico a indirizzo tecnologico brocca, quindi senza latino)anche le materie "letterarie" richiamano argomenti scientifici, personalmente la ritengo una cosa non solo utile ma necessaria per preparare un buon "scienziato/matematico"

Pigkappa
Messaggi: 1208
Iscritto il: 24 feb 2005, 13:31
Località: Carrara, Pisa

Messaggio da Pigkappa » 10 mar 2008, 18:45

caino ha scritto:la ritengo una cosa non solo utile ma necessaria per preparare un buon "scienziato/matematico"
Secondo me, per diventare bravi di matematica e fisica, è conveniente studiare matematica e fisica. Ho avuto insegnanti di latino che sostenevano che dobbiamo studiare latino per imparare meglio la matematica. Mi chiedo ancora a che livello di matematica saremmo adesso in classe mia, se nel biennio, invece di fare 5 ore di matematica e 5 di latino, avessimo fatto 10 ore di matematica e 0 di latino. Secondo me, saremmo parecchio più avanti.

Avatar utente
edriv
Messaggi: 1638
Iscritto il: 16 feb 2006, 19:47
Località: Gradisca d'Isonzo
Contatta:

Messaggio da edriv » 10 mar 2008, 19:18

caino ha scritto:Secondo me alcune materie sono strttamente collegate. Per esempio fisica e matematica sono unite a filosofia... Che sarebbe delle teorie scientifiche senza l'opera di Galileo o le basi filosofiche messe da Popper al pensiero di Einstein, o come si potrebbe spiegare la grande rivoluzione di Copernico senza aver capito Aristotele?
Per quel poco di filosofia che ho fatto io a scuola, mi sembra tanto fumo dagli occhi che invece distoglie dal ragionare limpido di uno "scienziato".

Non voglio dire assolutamente che non sono materie collegate, che la filosofia sia stupida e inutile, niente di sto genere... solo che la matematica può prescindere benissimo per buona parte da queste.

mfm
Messaggi: 13
Iscritto il: 08 nov 2007, 21:49

Messaggio da mfm » 10 mar 2008, 20:20

Pigkappa ha scritto:
caino ha scritto:la ritengo una cosa non solo utile ma necessaria per preparare un buon "scienziato/matematico"
Secondo me, per diventare bravi di matematica e fisica, è conveniente studiare matematica e fisica. Ho avuto insegnanti di latino che sostenevano che dobbiamo studiare latino per imparare meglio la matematica. Mi chiedo ancora a che livello di matematica saremmo adesso in classe mia, se nel biennio, invece di fare 5 ore di matematica e 5 di latino, avessimo fatto 10 ore di matematica e 0 di latino. Secondo me, saremmo parecchio più avanti.
dire che esser bravi in latino porta ad esser più bravi in matematica è una stronzata.
ma è altrettanto una stronzata pensare che la matematica sia tutto nella vita e che la cosa più importante sia "essere avanti col programma".
un consiglio da uno che ha circa 5 anni più della media di voi (e ama molto la fisica e l matematica): fa male, estremamente male essere troppo focused su un argomento come la matematica. fa male alla propria crescita e alle relazioni interpersonali

alexba91
Messaggi: 240
Iscritto il: 08 feb 2007, 20:16
Località: BARI

Messaggio da alexba91 » 10 mar 2008, 20:32

mfm ha scritto:
Pigkappa ha scritto:
caino ha scritto:la ritengo una cosa non solo utile ma necessaria per preparare un buon "scienziato/matematico"
Secondo me, per diventare bravi di matematica e fisica, è conveniente studiare matematica e fisica. Ho avuto insegnanti di latino che sostenevano che dobbiamo studiare latino per imparare meglio la matematica. Mi chiedo ancora a che livello di matematica saremmo adesso in classe mia, se nel biennio, invece di fare 5 ore di matematica e 5 di latino, avessimo fatto 10 ore di matematica e 0 di latino. Secondo me, saremmo parecchio più avanti.
dire che esser bravi in latino porta ad esser più bravi in matematica è una stronzata.
ma è altrettanto una stronzata pensare che la matematica sia tutto nella vita e che la cosa più importante sia "essere avanti col programma".
un consiglio da uno che ha circa 5 anni più della media di voi (e ama molto la fisica e l matematica): fa male, estremamente male essere troppo focused su un argomento come la matematica. fa male alla propria crescita e alle relazioni interpersonali
io sono convinto che tutto dipenda dalle priorita che una persona ha, se uno decide di entrare nel mondo accademico e quindi di fare ricerca certamente non gli fa male essere "focused" sulla matematica, mentre fare 1 versione al gionro di pomeriggio perdendo 2 ore di tempo che potrebbero essere ben utilizzate in altro modo, quello si che gli fa male. IN MY HOLD OPINION!!!

caino
Messaggi: 49
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00
Località: Vicenza

Messaggio da caino » 10 mar 2008, 21:39

alexba91 ha scritto:
io sono convinto che tutto dipenda dalle priorita che una persona ha, se uno decide di entrare nel mondo accademico e quindi di fare ricerca certamente non gli fa male essere "focused" sulla matematica, mentre fare 1 versione al gionro di pomeriggio perdendo 2 ore di tempo che potrebbero essere ben utilizzate in altro modo, quello si che gli fa male. IN MY HOLD OPINION!!!
Premesso che io non ho mai fatto neanche 5 minuti di latino, mi sembra un discorso un po' privo di fondamento, la scienza di per sè porta all'unificazione di ambiti completamente diversi tra loro. Newton ha ideato le sue teorie per unire fenomeni che apparentemente non centrano niente l'uno con l'altro come la caduta di una mela e i moti della luna (n.b. per far questo ha dovuto inventrare il calcolo differenziale...)
Non so il latino ma filosofia e storia sono materie importantissime, se non mi credete leggete Popper, vedrete la scienza in un altro modo dopo.

piccola nota per alexba91 non ho mai sentito dire in my hold opinion prova a dire in my humble opinion, parlo da ex exchange student :wink:

Rispondi