chiarimento bando

Scuola Normale Superiore, Sant'Anna, Indam, etc. Cosa studiare, come prepararsi.
Avatar utente
psion_metacreativo
Messaggi: 645
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00

Messaggio da psion_metacreativo » 17 giu 2005, 16:30

Fidati che non è poco, almeno secondo il mio modesto parere. Personalmente non condivido l'idea di Duilio che non entrare in Normale distrugga la vita di una persona, casomai è il contrario chi entra ha più possibilità di uno che è fuori, ma sicuramente non credo che i laureati alla normale abbiano un'incidenza rilevante sui laureati in tutta Italia. Quanti saranno? Stimiamo una trentina di ragazzi all'anno, se pensi a quanta gente si laurea ogni anno in Italia non mi sembra che i normalisti siano una concorrenza forte, sopratutto man mano che ci si allontana da Pisa...

Avatar utente
psion_metacreativo
Messaggi: 645
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00

Messaggio da psion_metacreativo » 17 giu 2005, 16:32

Questo ovviamente senza nulla togliere al prestigio della scuola pisana, semplicemente per spiegare che non è la fine del mondo stare fuori. Poi se oltre tutto frequentate una buona università come a Pisa e ne usciti da laureati ad alto livello, la differenza è quasi più di fama che altro.

Avatar utente
Duilio
Messaggi: 60
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00
Località: Pescara

Messaggio da Duilio » 18 giu 2005, 20:47

e' ben vero che - alla fine - non si rimpiange a vita il non essere entrati. Si prosegue per altre strade. Probabilmente il mio grande errore e' stato quello di non iscrivermi a Pisa. In effetti credo che la forbice tra Normalisti e Non si vada allargando sempre piu' con il passare degli anni.

mark86
Messaggi: 260
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00

Messaggio da mark86 » 19 giu 2005, 23:54

Allora cosa dite... che anche non entrare in Normale e restare a Pisa sia comunque un'ottima opportunità??? Quindi vale la pena studiare a tutti i costi a Pisa (almeno per fisica) anche se non in Normale!!!Una piccola domanda... che opportunità offre la facoltà ordinaria (fisica) nel campo della ricerca??? E' una strada molto difficile (a causa dello stato pietoso della ricerca in Italia) o concede molte possibilità di lavoro gratificanti??? La marcia in più che dà la Normale non fa forse un'enorme differenza... o no?

fph
Site Admin
Messaggi: 3627
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00
Località: in giro
Contatta:

Just my 2 cents

Messaggio da fph » 20 giu 2005, 00:45

Io vi consiglio di studiare a Pisa per questi motivi (piu' o meno in ordine di importanza):
-la facolta' e' buona (IMHO)
-la compagnia e' ottima :-) (specialmente se siete nel "giro delle Olimpiadi"... una grossa percentuale degli ex-olimpiadisti e frequentatori di forum/chat finisce a Pisa).
-la citta' tutto sommato e' interessante, e' una citta' "da studenti"
-IMHO fare l'universita' lontano da casa e' molto meglio che fare, ad esempio, il pendolare (in termini di "qualita' della vita")
-se volete potete seguire anche i corsi della Normale, e questa e' una possibilita' in piu'
-la mensa universitaria funziona e costa poco :-) (anche se alcuni avranno da ridire sulla qualita'...)

have fun,
--federico
[tex]\frac1{\sqrt2}\bigl(\left|\text{loves me}\right\rangle+\left|\text{loves me not}\right\rangle\bigr)[/tex]

hexen
Messaggi: 237
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00
Località: polonia
Contatta:

Messaggio da hexen » 20 giu 2005, 11:58

conoscete qualcuno che ha fatto matematica a pisa (non Normale)? ora cosa fa?
[url=http://davidpet.interfree.it/renato.html:3r47vsho]Stamattina hanno suonato alla porta. Sono andato ad aprire e...[/url:3r47vsho]
[url=http://davidpet.interfree.it/jabber/index.html:3r47vsho]Guida introduttiva a Jabber[/url:3r47vsho]

ma_go
Site Admin
Messaggi: 1906
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00

Messaggio da ma_go » 21 giu 2005, 14:11

dai, mi inserisco anch'io nel topic...
sinceramente, non mi sento un "fenomeno"... insomma, non dico che i ritmi siano facili da tenere, anzi... però basta essere un tantinello accorti, ed "elastici" mentalmente...
insomma, nessuno può effettivamente reggere 40 ore la settimana di lezione, e studiare pure! ci vuole un po' di accortezza nello scegliere cosa seguire, e nel capire quando studiare le cose...
poi, se si è "obbligati" a seguire, non c'è poi così grosso merito... :P
bisogna comunque aggiungere che l'ambiente gioca un ruolo decisivo. nel senso, saltano fuori spesso e volentieri discussioni a tema matematico-fisico, quindi è quasi automatico il crearsi di un allenamento non da poco...
m.

ps. sinceramente, da ex-olimpionico, me la sentirei anch'io di consigliare pisa... modulo qualche altra "scuola d'eccellenza" tipo padova, catania o altre...

lordgauss
Messaggi: 478
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00
Località: Brunswick

Messaggio da lordgauss » 24 giu 2005, 23:40

ma_go ha scritto: sinceramente, non mi sento un "fenomeno"... insomma, non dico che i ritmi siano facili da tenere, anzi... però basta essere un tantinello accorti, ed "elastici" mentalmente...
ma_go che smussa la proverbiale quanto ingiustificata ( :lol: dai che un po' scherzo :lol: ) sboroneria? Questo ed altri sono gli effetti della ****.

Mi considero un'autorità nella materia trattata dal topic, giacchè in virtù della succitata regola mi sono trovato a fare un anno di Ing. gestionale. (per la cronaca e come succedaneo di ma_go posso dirvi che mi sono duramente guadagnato la media del 32). Perchè proprio quella facoltà e non un'altra ingegneria?. Boh, chiedetelo al dado che ho usato. 8) No, scherzo, ma tanto le ragioni non vi interessano. Per il resto ho passato un bell'anno, a base di "dai, domani inizio a studiare fisica così a settembre al test SNS non ho problemi" (il secondo che mi accingo a fare! - e la cosa comica è che l'anno scorso è entrato Tamburrino. Scherzo anche in questo caso. :?: ). Su, lo posso dire ancora una settantina di volte.
Comunque ho passato un bell'anno, questo sul serio, mi sono fatto un'idea di come funziona l'università (oddio, non chiedetemi cosa succede a lezione perchè quello non lo so! Frequentare, pure, era troppo) ed ho portato in palestra MindFlyer. Risultato non da poco. Ho scoperto che se quel che dice il ministero, cioè che un credito (1/180 di laurea triennale) equivale a 25 ore di studio, è giusto, allora io e molti altri (vero, Biagio?) abbiamo sempre fatto confusione tra ore e minuti (però mi suona strano che un giorno abbia 1440 ore!).

Potrei continuare, ma salto direttamente alla conclusione: consiglio a tutti un bell'anno "sabbatico". In particolare, voi che fino ad ora avete creduto di voler tentare in SNS, ascoltatemi: iscrivetevi direttamente a Ingegneria Gestionale, e rimandate tutto all'anno prossimo. E che vi frega se poi al test di settembre ci sarò solo io! Per il vostro bene, supporterò la solitudine. (Anzi, magari mandate due gnocche, che tanto sono stupide)

Avatar utente
Marco
Site Admin
Messaggi: 1331
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00
Località: IMO '93

Messaggio da Marco » 27 giu 2005, 19:30

lordgauss ha scritto:Anzi, magari mandate due gnocche, che tanto sono stupide)
[mode=moderator]
Eh, eh, no! Capisco il tono scherzoso del post, però questa non te la posso passare liscia. L'affermazione è totalmente politically uncorrect, tendenziosa e, in diversi casi, falsa. Suggerisco una pubblica ammenda rivolta al pubblico femminile.
[/mode]

M.
[i:2epswnx1]già ambasciatore ufficiale di RM in Londra[/i:2epswnx1]
- - - - -
"Well, master, we're in a fix and no mistake."

BlaisorBlade
Messaggi: 113
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00
Località: Catania

Messaggio da BlaisorBlade » 28 giu 2005, 01:52

Bando, art.3 ha scritto: I concorrenti per i posti del primo anno devono inoltre dichiarare di non essere iscritti per l'anno accademico 2004/2005 alle Facoltà universitarie corrispondenti alle Classi presso la quale presentano domanda.
Il testo è magari ambiguo, ma il concetto non è che "non puoi iscriverti alla Normale come 2° scelta".

Il concetto vero (secondo me) è che fare il test dopo un anno di università è come barare, dato che tutti gli altri devono studiare da soli qualunque cosa necessaria per il test... (sì non c'è moltissimo che si applichi al test ma qualcosa c'è sempre).

Anche se, effettivamente, non avevo pensato che mancando Ingegneria dalla Normale si può iscriversi in Ingegneria e fare lo stesso il test...

Poi comunque penso che i prof. siano liberi di segarti / modificare la valutazione all'orale se provi a "barare" troppo... (l'orale di Fisica non è certo qualcosa di umano in ogni caso... le domande che fanno sono veramente difficili).

fur3770

Messaggio da fur3770 » 28 giu 2005, 08:42

BlaisorBlade ha scritto:
Bando, art.3 ha scritto: I concorrenti per i posti del primo anno devono inoltre dichiarare di non essere iscritti per l'anno accademico 2004/2005 alle Facoltà universitarie corrispondenti alle Classi presso la quale presentano domanda.


Poi comunque penso che i prof. siano liberi di segarti / modificare la valutazione all'orale se provi a "barare" troppo... (l'orale di Fisica non è certo qualcosa di umano in ogni caso... le domande che fanno sono veramente difficili).

per questo credo ci sia poco da ''barare'' visto che non chiedono cose facili. quindi se uno è bravo lo capiscono comunque. :o

Rispondi