Pagina 1 di 1

Dubbio amletico 1.5

Inviato: 20 apr 2019, 15:36
da sg_gamma
Ricopio il testo che ho inviato originariamente sul forum delle Olimpiadi di Fisica, per cercare di ascoltare l'opinione di quanta più e diversa gente possibile al riguardo, per una mia curiosità.

Salve, sento di aver bisogno di consiglio da parte di Normalisti, qui mi appello a loro.
Mi trovo in una situazione direi paradossale: si è conclusa recentemente Senigallia e allo stato attuale delle cose andrò sia a Trieste (e potenzialmente alle IPho...forse) che alle EuPho, e di ciò sono ovviamente felicissimo.
Il problema è che temo per matematica; c'è da dire che la giornata non è stata particolarmente brillante, ma quest'anno non andrò a Cesenatico (e in verità non ci sono andato mai, essendo il quinto anno la prima volta che per una ragione o per un'altra faccio le provinciali). La mia ambizione principale non sono le IPho, ma l'ingresso in Normale; stavo pensando per il tempo che viene di trascurare fisica e impegnarmi quanto possibile su matematica (con prove precedenti o che so) e magari riprendere fisica ogni tanto per non "dimenticarla", ma mi pare un'offesa alle occasioni che mi sono state offerte e non so nemmeno quanto ottimale possa essere la scelta, in fondo.
Ecco, cosa mi consigliate di fare? A settembre non manca poi così tanto...

Aggiungo anche dalla seconda risposta, per completezza.

No, non sto pensando assolutamente di rinunciare a queste due esperienze, ma appunto di fare matematica e fisica in un rapporto tendente al 4:1 (del tipo, giusto un giorno a settimana di fisica per non allontanarmente completamente); mi sto chiedendo se sia il modo giusto di proseguire però e, ovviamente, non può comunque che dispiacermi l'idea di ridurre le possibilità di andare alle ipho e distruggere le possibilità di combinare in generale qualcosa di buono; dopo la storia che ci raccontò un ricercatore che venne l'anno scorso a Senigallia però (che andò alle IPho ma non entrò in Normale), temo un destino di quel genere anche di più.