L'eccellenza delle ragazze

Scuola Normale Superiore, Sant'Anna, Indam, etc. Cosa studiare, come prepararsi.
Avatar utente
SkZ
Messaggi: 3333
Iscritto il: 03 ago 2006, 21:02
Località: Concepcion, Chile
Contatta:

Messaggio da SkZ » 30 mar 2010, 20:57

dario2994 ha scritto:
SkZ ha scritto:Famoso un prof di fisica 1 che se andavi in minigonna ti dava come minimo 24.
Uhm... immagino le frotte di omoni pelosi che si presentavano all'esame mezzi nudi xD
In verita' mi chiedo come mai non successe :? sempre stati molto "spiritosi" :D

Per fare domanda di dottorato qui in Chile ho dovuto presentare 2 lettere di presentazione: una di un prof della Universita' di qui e uno di un altro.
Cmq anche nelle universita' americane ci sono i test tipo olimpiadi: ricorrono in vari film i famosi quiz (in uno particolarmente divertente il protagonista visualizzava proprio i famosi A e B alle prese con le starne situazioni). Se volete posso chiedere ad un mio amico che ha fatto domanda.
impara il [tex]~\LaTeX[/tex] e mettilo da par[tex]\TeX~[/tex]

Software is like sex: it's better when it's free (Linus T.)
membro: Club Nostalgici
Non essere egoista, dona anche tu! http://fpv.hacknight.org/a8.php

briciola
Messaggi: 48
Iscritto il: 22 set 2009, 17:04

Messaggio da briciola » 30 mar 2010, 21:06

L'argomeno a mio parere invece è importante... non riusciamo a parlarne abbassando i toni...?

Anlem
Messaggi: 195
Iscritto il: 26 giu 2006, 08:58
Località: Pavia

Messaggio da Anlem » 30 mar 2010, 23:36

Eolo ha scritto:Molto semplicemente ritengo importante che una ragazza che voglia iniziare a camminare nella direzione delle scuole d'eccellenza (per matematica) sia consapevole che per lei la probabilità di entrare è molto vicina allo 0. Sta a ciascuna poi interpretare tali dati e scegliere di lasciar perdere a priori oppure di decidere di studiare almeno una volta e mezzo di quanto lo faccia un ragazzo.
Dire che la probabilità di una ragazza di entrare è molto vicina allo zero significa affermare che le ragazze non hanno le capacità necessarie a risolvere problemi di matematica, cioè che siano più stupide (in ambito matematico). Posso concordare sul fatto che molte ragazze (come d'altronde molti ragazzi) abbiamo possibilità tendenti a zero di entrare in una scuola di eccellenza, ma non sul fatto che nessuna ragazza abbia discrete possibilità di entrare. Non credo nemmeno che una ragazza (a parità di conoscenze iniziali) debba studiare una volta e mezzo quello che studia un ragazzo: le conoscenze necessarie sono le stesse, inoltre le prime prove (nonchè le più selettive) sono prove scritte uguali per tutti e quindi non penso proprio che vadano a vedere se chi ha risolto un problema è un ragazzo od una ragazza prima di attribuirgli il punteggio; sarebbe più ragionevole esprimere qualche dubbio sull'equità della valutazione se le ragazze ammesse agli orali fossero tante quanto i ragazzi e poi invece entrassero più ragazzi che ragazze, ma non penso proprio che sia così.
Non dico che non ci siano fattori culturali che fanno sì che generalmente entrino più ragazzi che ragazze nelle scuole di eccellenza per quanto riguarda la matematica (penso che per le facoltà umanistiche sia diverso, ma non ho dati al riguardo, quindi sono solo mie supposizioni). Dico solo che prendere questi fattori culturali come scuse per non impegnarsi nella preparazione e non provare è un pessimo atteggiamento che sicuramente non ti aiuterà ad entrare in una scuola di eccellenza, nè ,cosa molto più importante, a superare le difficoltà che sicuramente incontrerai nella vita.

Avatar utente
SkZ
Messaggi: 3333
Iscritto il: 03 ago 2006, 21:02
Località: Concepcion, Chile
Contatta:

Messaggio da SkZ » 30 mar 2010, 23:57

Anlem ha scritto:[...], inoltre le prime prove (nonchè le più selettive) sono prove scritte uguali per tutti e quindi non penso proprio che vadano a vedere se chi ha risolto un problema è un ragazzo od una ragazza prima di attribuirgli il punteggio; sarebbe più ragionevole esprimere qualche dubbio sull'equità della valutazione se le ragazze ammesse agli orali fossero tante quanto i ragazzi e poi invece entrassero più ragazzi che ragazze, ma non penso proprio che sia così.
Inoltre mi pare che una stessa prova vengano corrette da piu' persone e poi incrociati i risultati.
Torno a ricordare che la Statistica e' anch'essa Matematica e come tale va trattata con la dovuta precisione che vi si richiede nelle soluzioni postate. Neppure il tuo caso puo' far sorgere dubbi perche' possibilissimo se le distribuzioni di punteggi non sono uguali. Se per i maschi la media si pone verso punteggi alti e quello delle femmine verso il basso, e' altamente probabile che alla fine passino piu' maschi ;)
tanto per esempio, l'unica risposta che si puo' dare al mio esempio di prima e' "Il campione non e' completo, ergo sono dati senza senso". Non puoi fare statistica dicendo che su 14 dottorandi 6 sono ragazze: e' un fatto ma non un dato statistico (se all'esame c'erano solo 6 ragazze e' stato un successone, se ce n'erano 100 una strage).
Anlem ha scritto:Non dico che non ci siano fattori culturali che fanno sì che generalmente entrino più ragazzi che ragazze nelle scuole di eccellenza per quanto riguarda la matematica (penso che per le facoltà umanistiche sia diverso, ma non ho dati al riguardo, quindi sono solo mie supposizioni). Dico solo che prendere questi fattori culturali come scuse per non impegnarsi nella preparazione e non provare è un pessimo atteggiamento che sicuramente non ti aiuterà ad entrare in una scuola di eccellenza, nè ,cosa molto più importante, a superare le difficoltà che sicuramente incontrerai nella vita.
O come scusanti per nascondere le proprie mediocricita' e incapacita'. Piu' generalmente, ora i giovani sono abituati a eseere scusati per i loro insuccessi dando la colpa ai prof o altre scuse. Una volta se pigliavi un 4 o 5 a casa arrivava una sgridata e niente richieste fino ad avere riparato.
da come scrive (argomenti, modo di proporre, insistenza) Eolo sta cercando che voi le diate una scusa del perche' non riesce: gli altri sono ingiusti.
impara il [tex]~\LaTeX[/tex] e mettilo da par[tex]\TeX~[/tex]

Software is like sex: it's better when it's free (Linus T.)
membro: Club Nostalgici
Non essere egoista, dona anche tu! http://fpv.hacknight.org/a8.php

briciola
Messaggi: 48
Iscritto il: 22 set 2009, 17:04

Messaggio da briciola » 31 mar 2010, 13:55

SkZ ha scritto: Ad astronomia a Padova c'erano distinzioni tra maschi e femmine? Certo. A svantaggio dei maschi. Famoso un prof di fisica 1 che se andavi in minigonna ti dava come minimo 24. A un prof un ragazzo ha chiesto se poteva fare l'esame fuori appello e gli ha detto che era impossibile, ad una ragazza invece l'ha fissato senza problemi. ;)
Mi sarebbe piaciuto vedere come si comportava il Prof in questione nel momento in cui si presentava una ragazza che, magari carina, andava all'esame vestita seriamente e, seppur mantendendo l'educazione e l'umiltà dovute, pretendeva di prendere un voto alto (magari addirittura il voto pieno) puramente sulla base delle capacità e della preparazione... qui a Pisa l'avrebbero stangata!
Vedo anche io spesso ragazze che cercano di ottenere appelli straordinari o aiuti dal prof. con qualche moina... Anzi mi sembra addirittura che siano i prof stessi che cerchino di indurti ad un comportamento del genere... Sai quante volte mi è capitato di andare all'esame e al momento dell'atribuzione del voto avere formulazioni quale "nonostante tutti i pasticci le diamo..." o simili... attenedendo magari un sorrisone omertoso da parte mia... Quando parli di ragazze che hanno bisogno di appelli aggiuntivi o della minigonna per passare l'esame non stai certamente parlando delle ragazze eccellenti (a mio parere)...

Avatar utente
SkZ
Messaggi: 3333
Iscritto il: 03 ago 2006, 21:02
Località: Concepcion, Chile
Contatta:

Messaggio da SkZ » 31 mar 2010, 16:12

briciola, la ragazza in questione, saputo che il suo amico non lo aveva ottenuto, rinuncio' all'appello "straordinario" ;)
Mai successo che gente preparata non abbia preso voti alti: garantisco. E poi Fisica 1 e' abbastanza cretino e SE LO STUDI ( :oops: ) lo passi senza troppi problemi. Quanto fosse vero sarebbe da analizzare (il 24 era anche il voto medio al primo anno, ergo...)
Ad astronomia tanti favoritismi o sfavoritismi cmq mai sentiti. Certo era bene non litigare col prof.
Sicura che non hai avuto tentennamenti tu? Di lamentele non del tutto veritiere ne ho sentite molte da miei compagni.

Mia sorella ha dovuto andare all'esame vestita bene con gonna e camicia perche' LA prof voleva cosi' (ex ragazza madre)
impara il [tex]~\LaTeX[/tex] e mettilo da par[tex]\TeX~[/tex]

Software is like sex: it's better when it's free (Linus T.)
membro: Club Nostalgici
Non essere egoista, dona anche tu! http://fpv.hacknight.org/a8.php

Avatar utente
Desh
Messaggi: 212
Iscritto il: 29 ott 2007, 21:58

Messaggio da Desh » 31 mar 2010, 17:23

briciola ha scritto:Sai quante volte mi è capitato di andare all'esame e al momento dell'atribuzione del voto avere formulazioni quale "nonostante tutti i pasticci le diamo..."
Dov'è la discriminazione? Succede a tutti questo*...


(*ok, quasi tutti)
[url=http://www.eigenlab.tk/]eigenLab[/url]

briciola
Messaggi: 48
Iscritto il: 22 set 2009, 17:04

Messaggio da briciola » 01 apr 2010, 09:57

SkZ ha scritto:Sicura che non hai avuto tentennamenti tu? Di lamentele non del tutto veritiere ne ho sentite molte da miei compagni.

Mia sorella ha dovuto andare all'esame vestita bene con gonna e camicia perche' LA prof voleva cosi' (ex ragazza madre)
Ecco vedi! ex ragazza madre e prof! :evil: E quelle serie dove sono mi domando io?? :lol:
Scherzi a parte, guarda che non penso di essere perfetta... anzi... tentennamenti ne ho parecchi... ma, come credo tutti nel momento in cui vengo bocciata o devo rimandare un appello, me ne piglio le conseguenze... ma ripeto: come tutti...
Non credo che esistano curricola in cui c'è scritto "nel 1974 consegue la laurea con 105/110 e non con 107/110 causa 18 nelle materie di analisi1-2-3 a seguito di litigata con assistente della suddetta materia..."
Tra l'altro qui non mi conoscete quindi a lamentarmi anonimamente dichiarando cose non veritiere che vantaggio avrei (per di più senza far nomi, non denigro neppure i prof "antipatici"...)?
Il punto a mio parere non è se io sia quella brava o quella tentennante ma è cercare di capire se all'università (io mi riferisco a quella di pisa perchè le altre non le conosco) vi siano dei problemi che finiscono per danneggiare gente che potrebbe essere meritevole... A mio parere sì (che poi non è solo il mio, ripeto ne ho parlato con Dottorandi e Prof di fisica e con ricercatori di altre discipline, e sono dello stesso parere...). Io i problemi che vedo io sono ad esempio:
1)Molestie (una palpata, magari addirittura ripetuta, sul fondoschiena è considrata molestia sessuale, se al posto della mano vi è il "fondopancia" del prof è a maggior ragione molestia sessuale... e non bisogna essere ragazze madri per capirlo... :lol: )
2)Scorrettezze agli esami (ad esempio domande fuori programma: e non, ripeto, domande su prerequisiti o esercizi difficili per capire la tua capacità di affrontare i problemi bensì domande FUORI PROGRAMMA. Esempio se a laboratorio1 ti chiedessero cos'è e come funziona un passabasso quella è una domanda FUORI PROGRAMMA, perchè prima di fare laboratorio3 devi necssariamente fare laboratorio1..., poi ci sono altre scorrettezze...)
3)Ci sono forme di mobbing e prese di mira ad personam all'interno dei laboratori (e anche in qualche caso anche forme di ostruzionismo...)... basta girare un attimo gli occhi per accorgersene... :roll:
Ciao,
Bri

EvaristeG
Site Admin
Messaggi: 4756
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00
Località: Roma
Contatta:

Messaggio da EvaristeG » 01 apr 2010, 11:11

Cara briciola, tu stai parlando di fisica a pisa, del tuo anno, con i tuoi professori... io di mio posso dirti che non ho mai visto scene del genere a matematica ... anzi, al limite ho visto qualche povera pecorella indifesa comportarsi da porcella per ottenere voti più alti, con il prof esasperato (incontrandolo poco dopo l'esame si sfogo con qualcosa del tipo "Ma quella è una ruffiana!" e devo dire che aveva ragione...).

Io di mio, insegnando a ingegneria a Pisa, mi sono visto fare buffe offerte, più o meno appetibili ... tra il resto questo denotava poca furbizia delle offerenti: l'esame del corso di cui faccio le esercitazioni è solo scritto e lo scritto non lo preparo io, come loro ben sanno.

Non ho trovato, a Pisa, questo ambiente così maschilista ... comunque sono impressioni personali.

Avatar utente
Nonno Bassotto
Site Admin
Messaggi: 970
Iscritto il: 14 mag 2006, 17:51
Località: Paris
Contatta:

Messaggio da Nonno Bassotto » 01 apr 2010, 12:09

EvaristeG ha scritto:insegnando a ingegneria a Pisa, mi sono visto fare buffe offerte
A questo punto un po' siamo curiosi... :D
The best argument against democracy is a five-minute conversation with the average voter. - Winston Churchill

briciola
Messaggi: 48
Iscritto il: 22 set 2009, 17:04

Messaggio da briciola » 01 apr 2010, 13:27

Io inafatti parlo di fisica a pisa con i prof di ora (non tutti, ovviamente)
Quando vedo ragazze che fanno le ruffiane per ottenere voti sono la prima a vergorgnarmi delle mie colleghe (se le può far piacere sapere questo...) e sono inoltre anche molto rattristata se vedo che poi il voto in più lo ottengono, perchè mi piacerebbe avere una "concorrenza" (diciamo così) corretta...
L'unica cosa che vorrei precisare è che se un professore si sente fare "buffe proposte" da una studentessa può rimanere scandalizzato o foarsi una risata... fine... quando è il prof che ti devi trovare all'esame a molestarti allo stesso modo non puoi permetterti tanto di ridere... :cry:

amatrix92
Messaggi: 818
Iscritto il: 21 nov 2008, 17:19
Località: Firenze

Messaggio da amatrix92 » 01 apr 2010, 13:34

briciola se quello che dici fosse vero e documentabile mi immagino già l'università di Pisa a Striscia o alla Iene, e immagino anche la batosta che subirebbe la sua immagine.
Le parole non colgono il significato segreto, tutto appare un po' diverso quando lo si esprime, un po' falsato, un po' sciocco, sì, e anche questo è bene e mi piace moltissimo, anche con questo sono perfettamente d'accordo, che ciò che è tesoro e saggezza d'un uomo suoni sempre un po' sciocco alle orecchie degli altri.

Tibor Gallai
Messaggi: 1776
Iscritto il: 17 nov 2007, 19:12

Messaggio da Tibor Gallai » 01 apr 2010, 14:49

Nonno Bassotto ha scritto:
EvaristeG ha scritto:insegnando a ingegneria a Pisa, mi sono visto fare buffe offerte
A questo punto un po' siamo curiosi... :D
Una ragazza si è offerta di reggergli il piattino delle ostie, ma lui ha rifiutato perché non era cresimata.


@ briciola: ma non puoi fare nomi e cognomi di chi ti ha molestata, e la facciamo finita?
[quote="Pigkappa"]Penso che faresti un favore al mondo se aprissi un bel topic di bestemmie da qualche parte in modo che ti bannino subito.[/quote]

Eolo
Messaggi: 97
Iscritto il: 22 mar 2010, 16:36

Messaggio da Eolo » 01 apr 2010, 15:11

Quello che dice Briciola è verosimile, non è questa la sede per fare nomi e cognomi. E' verosimile che ci siano ragazze che "fanno le ruffiane" ed è molto verosimile che ci siano professori che usano il proprio potere per motivi non scientifici (dobbiamo chiamarle molestie o abuso di potere?). Questa è la nostra società. Qualche matematico uomo ogni tanto si vede in tv, non ho mai visto un matematico donna in tv. In genere in tv si vedono altre immagini di donna. A scuola abbiamo visto il documentario "Il corpo delle donne", è terrificante, il modello della "donna ruffiana" è imperante, ciò può far comprendere i comportamenti delle ragazze ma non li giustifica.

Pigkappa
Messaggi: 1208
Iscritto il: 24 feb 2005, 13:31
Località: Carrara, Pisa

Messaggio da Pigkappa » 01 apr 2010, 15:46

Eolo ha scritto:Qualche matematico uomo ogni tanto si vede in tv, non ho mai visto un matematico donna in tv.
Soprattutto perchè l'unico matematico che si vede in TV si chiama Piergiorgio...

Docenti universitarie di matematica ci sono. Sicuramente sono una minoranza (nel senso, < 50%), ma ad esempio al liceo le insegnanti di matematica che sono donne sono forse più degli insegnanti di matematica uomini. Il numero di laureati è confrontabile, secondo me. Inoltre, recentemente l'Italia ha vinto l'oro (e l'argento, e il bronzo) alle IMO grazie ad una ragazza. Insomma, se una ragazza è molto brava comunque riesce ad andare avanti.

Rispondi