percorso ideale da seguire per le olimpiadi come strumento di apprendimento

Informazioni sulle gare, come allenarsi, chi corrompere.
Rispondi
fspano
Messaggi: 1
Iscritto il: 11 giu 2019, 05:11

percorso ideale da seguire per le olimpiadi come strumento di apprendimento

Messaggio da fspano » 11 giu 2019, 06:43

Salve a tutti,
sono un nuovo utente (fisico di formazione e attuale professione, docente di matematica in aspettativa).
Scrivo perché ho bisogno di informazione e consiglio.

Chiedo agli iscritti ( e mi interessano varie opinioni) qual è secondo loro percorso ideale da seguire per la preparazione alle olimpiadi. IN che ordine cercare di affrontare le gare (Archimede, Febbraio, Cesenatico) rispetto agli Stages (Senior, Winter Camp, preIMO)?
MI rendo conto che non c'è una soluzione valida per tutti, ogni persona ha i suoi tempi , come minimo, vi chiedo di commentare sull'ordine in cui le risorse/argomenti che menziono vengono utilizzate.
Il mio scopo è duplice:
1) utilizzare le gare come strumento per consolidamento e approfondimento delle conoscenze matematiche degli studenti
2) permettere a chi è interessato, volenteroso e capace di proseguire fino a i livelli massimi di difficoltà

Chiedo in particolare di dare una occhiata allo scenario da me qui proposto in maniera "ingenua" subito sotto e di modificarlo nella maniera che ritengono più confacente ai miei due scopi.

Prendendo spunto da viewtopic.php?f=21&t=20892, lo scenario di crescita è il seguente

0) durante l'anno X si iniziano a visionare le Schede Olimpiche e lezioni dello Stage Senior almeno a livello Basic
1) preparare l'ammissione allo stage senior a fine maggio, così da partecipare allo stage Senior di Settembre (usando le info http://olimpiadi.dm.unibo.it/il-senior-in-pillole/, in particolare le risorse online viewtopic.php?f=26&t=3489 come riportato da viewtopic.php?f=21&t=21184 e le risorse del forum nei vari argomenti )
2) se si riesce in 1) , partecipare allo stage Senior di Settembre
3) preparare in ogni caso gare di Archimede a Novembre usando (oltre ai propri testi) i testi degli anni precedenti (http://olimpiadi.dm.unibo.it/le-gare/gi ... archimede/), le risorse online (viewtopic.php?f=26&t=3489_ , lo pillole dello stage Senior(http://olimpiadi.dm.unibo.it/il-senior-in-pillole/) e le schede Olimpiche di Gobbino
4) se selezionati dal CD partecipare a quelle di Febbraio preparandosi con i testi degli anni precedenti, (continuare su schede olimpiche e materiale di risorse online)
5) se selezionati si va a Cesenatico preparandosi con i testi degli anni precedenti
6) Se arriva a Cesenatico quello che viene dopo si vedrà
7) Se non si è selezionati a 4 e 5 , si ripetono1),2) 3) l'anno X+1
idealmente ci si prende almeno un anno di tempo per i passi 0)-3) e si provano i passi 3,4,5 veramente all'anno X+1, al'anno X+2 magari si inserisce il Winter Camp, solo chi è poi coinvolto oltre va alla preparazione delle olimpiadi.
Globalmente l'ideale mi sembra una attività di 3 anni.

Grazie del vostro tempo.


Cordialmente,
Francesco Spanò

Kopernik
Messaggi: 689
Iscritto il: 03 apr 2009, 16:48
Località: Udine

Re: percorso ideale da seguire per le olimpiadi come strumento di apprendimento

Messaggio da Kopernik » 11 giu 2019, 08:47

non c'è una soluzione valida per tutti, ogni persona ha i suoi tempi
Concordo.
0) durante l'anno X si iniziano a visionare le Schede Olimpiche
Secondo me non è il caso di iniziare dalle Schede Olimpiche: sono uno strumento da utilizzare quando si è già raggiunto un livello abbastanza alto. Tieni presente che non contengono esempi ed esercizi. Di materiali più adatti ad un inizio soft ce ne sono tanti altri.
Secondo la mia esperienza di allenatore, lo scenario-tipo (con le dovute eccezioni) è il seguente.
1) durante la prima (o il primo anno di gare) si fanno i Giochi di Archimede, ci si rende conto che sono divertenti, e ci si avvicina alla preparazione alle gare nella propria scuola, o da soli, con materiali di base.
2) in seconda si approfondisce la preparazione cercando di qualificarsi per Cesenatico (nelle province con molte quote in genere ci sono dei posti riservati a studenti del biennio, quindi la seconda è l'anno d'oro per passare); alla fine della seconda si affronta la prova per il senior.
e) In caso di ammissione, si partecipa al senior e si ha un primo assaggio di argomenti di livello internazionale. In questo momento secondo me ha senso studiare le Schede Olimpiche, non prima.
3) A questo punto, dopo il Senior, si presenta un bivio: se lo studente è veramente appassionato e ha talento, si impegnerà a fondo e proseguirà con il Winter. Se invece il senior non ha acceso una scintilla, continuerà a partecipare a livello provinciale/Cesenatico o partecipando alle gare a squadre.
[math]) Se si sceglie la prima della alternative al punto 3) si entra nel giro nazionale e internazionale.
Naturalmente se uno studente ha già le idee molto chiare e vuole impegnarsi seriamente può bruciare i tempi e andare al senior già alla fine della prima. Ci sono molti esempi illustri in tal senso. Anticipare tutto può avere molti vantaggi.
[tex]A \epsilon \iota \quad o \quad \theta \epsilon o \varsigma \quad o \quad \mu \epsilon \gamma \alpha \varsigma \quad \gamma \epsilon \omega \mu \epsilon \tau \rho \epsilon \iota \quad (\Pi \lambda \alpha \tau \omega \nu)[/tex]

Rispondi