Difficoltà dei giochi di Archimede 2013

Informazioni sulle gare, come allenarsi, chi corrompere.
Rispondi
Kopernik
Messaggi: 689
Iscritto il: 03 apr 2009, 16:48
Località: Udine

Difficoltà dei giochi di Archimede 2013

Messaggio da Kopernik » 04 dic 2013, 15:41

Non ho nessuna intenzione di sollevare polemiche come quelle di due anni fa; anzi, chi vada a vedere i miei post dell'epoca, troverà che ho sempre difeso la Commissione Olimpiadi. Vorrei però dire la mia senza astio verso nessuno: secondo me quest'anno il livello era un po' troppo elevato, sia al biennio sia al triennio. Fermo restando che gli studenti già bene allenati non avranno avuto difficoltà a fare punteggi alti, il punteggio medio è spaventosamente basso; e molti quesiti hanno avuto un numero di risposte sbagliate vicino al 70%; altri una percentuale analoga di risposte non date.
Purtroppo ho sentito colleghi che sostengono l'inutilità della partecipazione di massa a una gara come questa, e vorrebbero abolirla del tutto oppure relegarla a un ghetto per studenti selezionati in anticipo. Questo non ci aiuta, perché i giochi di Archimede dovrebbero essere un'occasione di scoprire nuovi talenti da avviare a una preparazione solida. Così come erano quest'anno, purtroppo non assolvono a questo compito. Ovviamente la mia scuola continuerà a partecipare, ma ci saranno sicuramente scuole che si ritireranno.
I problemi erano belli, e quasi tutti di difficoltà "olimpica" (fa eccezione quello con i logaritmi, che nessuno si aspettava di trovare almeno in una gara di livello iniziale); ma c'erano troppo pochi problemi alla portata di uno studente brillante ma non allenato. In questo modo noi "allenatori" a livello scolastico riceveremo conferme (si spera, almeno) da parte dei nostri allievi ben preparati, ma avremo difficoltà a scoprire potenziali nuovi campioni. Perché quest'anno lo studente di talento ma privo di preparazione ha fatto 30-35.
Se posso permettermi un suggerimento: secondo me sarebbe meglio mettere 12-15 di problemi facili (come il 2 o il 7 del triennio) e gli altri più tecnici, che saranno risolti solo da studenti già esperti (esempio tipico: il 14, sempre del triennio).
Spero di non sollevare un polverone, perché non è questa la mia intenzione. Mi piacerebbe invece proporre una discussione serena per aggiustare il tiro della gara di matematica più bella che abbiamo in Italia. Per il resto, come al solito, grazie a tutti quelli che hanno lavorato ai giochi di Archimede.
[tex]A \epsilon \iota \quad o \quad \theta \epsilon o \varsigma \quad o \quad \mu \epsilon \gamma \alpha \varsigma \quad \gamma \epsilon \omega \mu \epsilon \tau \rho \epsilon \iota \quad (\Pi \lambda \alpha \tau \omega \nu)[/tex]

ma_go
Site Admin
Messaggi: 1906
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00

Re: Difficoltà dei giochi di Archimede 2013

Messaggio da ma_go » 07 dic 2013, 15:38

non vorrei che questo thread venisse dimenticato, quindi provo a ravvivarlo un po': premetto che quest'anno ho bellamente ignorato archimede, fino a quando ho letto questo post.
allora ho provato a fare gli esercizi, ma faccio fatica a giudicarne la difficoltà (per inciso, nella gara del biennio ho sbagliato tre risposte -- una delle quali per aver letto troppo distrattamente il testo).

mi dispiacerebbe se la gara fosse risultata mal calibrata, anche se non ero coinvolto direttamente nella preparazione: attenderei comunque le statistiche totali, anche se udine è una provincia "forte", e di certo tu non sei di vena polemica a titolo gratuito. in ogni caso, le critiche costruttive (ed educate) sono sempre benvenute.

NoAnni
Messaggi: 215
Iscritto il: 12 feb 2011, 14:32
Località: Roma

Re: Difficoltà dei giochi di Archimede 2013

Messaggio da NoAnni » 07 dic 2013, 19:45

I risultati nella mia scuola sono stati un po' problematici: i punteggi erano ovviamente più bassi degli anni scorsi, e molto più "schiacciati", formando un ingente numero di parimerito
Nel biennio ben 9 persone si sono trovate a meno di 5 punti dal primo, e nel triennio si è formata una situazione pressoché simile, (tranne per il mio 100).
Evitando di parlare dei problemi nel selezionare gli studenti parimerito (che non mi competono), secondo me i problemi erano troppo "tecnici" e avevano "requisiti minimi" più alti dell'anno scorso. Tralasciando sempre il problema dei logaritmi (che tra l'altro escludeva i ragazzi di terzo dalla soluzione), nella mia opinione è sembrato che mancasse (o meglio che fosse poco numerosa) la borghesia, la classe media tra i problemi sciocchi iniziali (comunque piu difficili del solito nel triennio) e quelli difficili.
Poi in realtà è solo una mia opinione, ma penso che sia demoralizzante ottenere un punteggio basso, anche se ci si classifica tra i primi
"Problem solving can be learned only by solving problems"

Avatar utente
Drago96
Messaggi: 1139
Iscritto il: 14 mar 2011, 16:57
Località: Provincia di Torino
Contatta:

Re: Difficoltà dei giochi di Archimede 2013

Messaggio da Drago96 » 07 dic 2013, 20:58

Potresti dire anche i punteggi ottenuti dai primi? :)
Comunque io penso che chi non aveva una certa preparazione alle spalle (che dal basso della mia ignoranza penso possano dare solo pochissime scuole in Italia, o per lo meno non in una percentuale molto significativa) non riusciva a superare il 70-75; punteggi dall'80 in su sono indice di una più che buona preparazione individuale (non dico a livello di Senior, ma per lo meno a livello Cesenatico) e secondo me in un Archimede 4-5 problemi tecnici (relativamente al pubblico a cui è rivolto si intende) sono un po' troppi, dato che demoralizzano e schiacciano i punteggi. Certo, mi rendo conto che è molto difficile calibrare la prova, ma i problemi con l'identità di Sophie-Germain o con il lemma dei polinomi a coefficienti interi io li avrei scartati per primi.
Parlando di punteggi, nella mia scuola (che purtroppo prepara non molto) i primi tre del biennio hanno fatto 56, e al triennio c'è stato un secondo (o primo, boh dipende se mi si mette in classifica o no) con 70, un terzo con 65, poi pochi sui 50/60 e tutti gli altri sotto il 50 e sotto il 40, con frequenti parimeriti di 4 o 5 persone a tipo 40...
Imagination is more important than knowledge. For knowledge is limited, whereas imagination embraces the entire world, stimulating progress, giving birth to evolution (A. Einstein)

Kopernik
Messaggi: 689
Iscritto il: 03 apr 2009, 16:48
Località: Udine

Re: Difficoltà dei giochi di Archimede 2013

Messaggio da Kopernik » 08 dic 2013, 09:29

Bene, bene, mi fa piacere che la discussione continui. In effetti il problema dei giochi di Archimede è che molte scuole vi partecipano a fini "divulgativi", cioè per provare a diffondere l'idea che esista una matematica divertente. Una gara come quella dello scorso 27 novembre finirà invece per allontanare ancora di più lo studente medio dalla matematica.
Teniamo inoltre presente che questo forum è popolato quasi esclusivamente da studenti di liceo, soprattutto scientifico, mentre noi tutti vorremmo che la matematica raggiungesse anche altre scuole.
Il rischio che dobbiamo evitare, e che sottolineava Frizzotto due anni fa con toni molto accesi, è che alcune scuole decidano semplicemente di non partecipare più ai Giochi di Archimede perché sono troppo difficili.
La cosa più ardua per chi prepara il testo è centrare un livello di gara che possa, nello stesso tempo, accontentare gli scarsi e divertire gli esperti. Per questo motivo avete la mia massima comprensione; ma è comunque utile (spero) che se ne parli: nessuno di noi vorrebbe trovarsi fra pochi anni a commentare dei giochi di Archimede che siano frequentati solo da una ristretta élite di licei dove si fa preparazione ad alto livello.
[tex]A \epsilon \iota \quad o \quad \theta \epsilon o \varsigma \quad o \quad \mu \epsilon \gamma \alpha \varsigma \quad \gamma \epsilon \omega \mu \epsilon \tau \rho \epsilon \iota \quad (\Pi \lambda \alpha \tau \omega \nu)[/tex]

Rispondi