Le ragazze alle Olimpiadi

Informazioni sulle gare, come allenarsi, chi corrompere.
Eolo
Messaggi: 97
Iscritto il: 22 mar 2010, 16:36

Messaggio da Eolo » 22 mar 2010, 18:57

Cosa vuol dire uguaglianza delle opportunità? Pensate che attualmente le ragazze abbiano le stesse opportunità dei ragazzi di sviluppare il pensiero logico? Quali sono oggi il modello sociale del maschile e del femminile?

Claudio.
Messaggi: 697
Iscritto il: 29 nov 2009, 21:34

Messaggio da Claudio. » 22 mar 2010, 18:58

Eolo ha scritto:Perchè la Normale di Pisa applica il sistema delle quote per stabilire chi ammettere ai corsi di orientamento estivi? Alcune ragazze non sono state ammesse all'orientamento estivo perchè in base ai voti c'erano già troppe ragazze! Bisognava lasciare il posto a un po' di ragazzi, poverini!
Vedi Maioc....non credo che la Normale abbia molto interesse a sapere chi studia di più...pensa che ci fosse un numero massimo per i partecipanti all'archimede, e che il criterio con cui venivano scelti fosse il voto...è probabile che molti oro a Cesenatico sarebbero simasti fuori.

Claudio.
Messaggi: 697
Iscritto il: 29 nov 2009, 21:34

Messaggio da Claudio. » 22 mar 2010, 18:58

Eolo ha scritto:Cosa vuol dire uguaglianza delle opportunità? Pensate che attualmente le ragazze abbiano le stesse opportunità dei ragazzi di sviluppare il pensiero logico? Quali sono oggi il modello sociale del maschile e del femminile?
Ma scusa, qual'è questa opportunità che ho io e che non ha una ragazza?

Eolo
Messaggi: 97
Iscritto il: 22 mar 2010, 16:36

Messaggio da Eolo » 22 mar 2010, 18:59

caro Claudio ti faccio notare che non hai risposto

Claudio.
Messaggi: 697
Iscritto il: 29 nov 2009, 21:34

Messaggio da Claudio. » 22 mar 2010, 19:00

Che cosa intendi per "modello sociale" ciò a cui si aspira a diventare? Beh io ti faccio notare che non c'è niente che obblighi l'uno o gli altri ad averne uno, e se c'è ed è quello che è, vuol dire che la maggior parte di uomini, o di donne lo vogliono e lo preferiscono.

Bake
Messaggi: 65
Iscritto il: 01 feb 2010, 13:32

Messaggio da Bake » 22 mar 2010, 19:01

Eolo ha scritto:Perchè la Normale di Pisa applica il sistema delle quote per stabilire chi ammettere ai corsi di orientamento estivi? Alcune ragazze non sono state ammesse all'orientamento estivo perchè in base ai voti c'erano già troppe ragazze! Bisognava lasciare il posto a un po' di ragazzi, poverini!
Credo che dipenda dal fatto che non reputano i voti una misura "oggettiva" delle potenzialità dello studente.

Anche se purtroppo un criterio deve pur essere adottato.

Claudio.
Messaggi: 697
Iscritto il: 29 nov 2009, 21:34

Messaggio da Claudio. » 22 mar 2010, 19:03

Bake ha scritto:
Eolo ha scritto:Perchè la Normale di Pisa applica il sistema delle quote per stabilire chi ammettere ai corsi di orientamento estivi? Alcune ragazze non sono state ammesse all'orientamento estivo perchè in base ai voti c'erano già troppe ragazze! Bisognava lasciare il posto a un po' di ragazzi, poverini!
Credo che dipenda dal fatto che non reputano i voti una misura "oggettiva" delle potenzialità dello studente.

Anche se purtroppo un criterio deve pur essere adottato.
Non lo è infatti.

Eolo
Messaggi: 97
Iscritto il: 22 mar 2010, 16:36

Messaggio da Eolo » 22 mar 2010, 19:03

Non state rispondendo alla domanda sul perchè alla Normale utilizzano il sistema delle quote (a favorei dei maschi) per i corsi estivi di orientamento

Avatar utente
gian92
Messaggi: 558
Iscritto il: 12 nov 2007, 13:11
Località: roma

Messaggio da gian92 » 22 mar 2010, 19:05

Eolo ha scritto:Non state rispondendo alla domanda sul perchè alla Normale utilizzano il sistema delle quote (a favorei dei maschi) per i corsi estivi di orientamento
perchè alla normale interessa chi è più portato e lo studio (che va di pari passo con i voti ma non con le capacità) è un fattore che sbilancerebbe troppo a favore delle ragazze, con le quote cercano di inserire i maschi portati

Eolo
Messaggi: 97
Iscritto il: 22 mar 2010, 16:36

Messaggio da Eolo » 22 mar 2010, 19:07

Mentre pensate alla risposta sulle quote della Normale (estiva) vi pongo un altro quesito: siete proprio sicuri che i problemi delle Olimpiadi valutino in maniera oggettiva le potenzialità intellettive di una persona?. La maggior parte dei docenti di Matematica di Liceo che ho consultato ritiene che molto dipenda dall'allenamento e solo in parte dalle potenzialità.

Bake
Messaggi: 65
Iscritto il: 01 feb 2010, 13:32

Messaggio da Bake » 22 mar 2010, 19:09

Eolo ha scritto:Non state rispondendo alla domanda sul perchè alla Normale utilizzano il sistema delle quote (a favorei dei maschi) per i corsi estivi di orientamento
Comunque sia hai aperto una discussione riguardo i criteri di selezione delle olimpiadi e hai ricevuto una risposta chiarissima, non vedo cosa c'entrino i criteri della normale.

Eolo
Messaggi: 97
Iscritto il: 22 mar 2010, 16:36

Messaggio da Eolo » 22 mar 2010, 19:11

Perchè in genere i ragazzi più bravi alle Olimpiadi provengono tutti dalla stessa scuola? Perchè solo in quella scuola ci sono i bravi? oppure perchè in quella scuola ci sono docenti che allenano i ragazzi per quella tipologia di prove?

Avatar utente
gian92
Messaggi: 558
Iscritto il: 12 nov 2007, 13:11
Località: roma

Messaggio da gian92 » 22 mar 2010, 19:12

Eolo ha scritto:Perchè in genere i ragazzi più bravi alle Olimpiadi provengono tutti dalla stessa scuola? Perchè solo in quella scuola ci sono i bravi? oppure perchè in quella scuola ci sono docenti che allenano i ragazzi per quella tipologia di prove?
bhe ti faccio l'esempio della mia scuola:
5 ragazzi alle nazionali (penso record in italia) nessun allenamento gestito dai professori

Eolo
Messaggi: 97
Iscritto il: 22 mar 2010, 16:36

Messaggio da Eolo » 22 mar 2010, 19:12

tornando al tema, sei sicuro che le ragazze abbiano scarsi risultati alle Olimpiadi perchè hanno meno potenzialità per la matematica?

Claudio.
Messaggi: 697
Iscritto il: 29 nov 2009, 21:34

Messaggio da Claudio. » 22 mar 2010, 19:13

Eolo ha scritto:Mentre pensate alla risposta sulle quote della Normale (estiva) vi pongo un altro quesito: siete proprio sicuri che i problemi delle Olimpiadi valutino in maniera oggettiva le potenzialità intellettive di una persona?. La maggior parte dei docenti di Matematica di Liceo che ho consultato ritiene che molto dipenda dall'allenamento e solo in parte dalle potenzialità.
Attento a dire "intelletive" poichè è un concetto così ampio, parliamo di capacità matematiche.
Sicuramente anche uno con scarse potenzialità allenandosi molto riuscirebbe a fare bene l'archimede, ma a Cesenatico non farebbe niente o quasi, e allo stesso modo uno con grandi potenzialità senza allenamento potrebbe fare bene l'archimede ma niente a Cesenatico. Se tu fai fare i giochi di archimede a persone senza nessun allenamento allora si sarebbe un buon fattore su cui valutare le potenzialità, comunque questo non ha niente a che vedere con la discussione precedente perchè il fatto che le ragazze si allenano di meno e quindi si interessino di meno è un demerito, è chiaro che ci tiene di più ad una cosa deve essere premiato.

Rispondi