problema con i problemi

Informazioni sulle gare, come allenarsi, chi corrompere.
Rispondi
Avatar utente
a+b=b+a
Messaggi: 39
Iscritto il: 11 feb 2010, 18:48
Località: ferrara

problema con i problemi

Messaggio da a+b=b+a » 02 mar 2010, 15:26

salve a tutti, avevo un problema da esporvi, vi capita anche a voi che mentre state risolvendo un quesito durante la gara o durante una verifica siete sotto pressione e non riuscite a fare neanche problemi che di solito fareste con tranquillità?a me capita spesso ,avete dei consigli da darmi a riguardo?

Avatar utente
Francutio
Messaggi: 1104
Iscritto il: 17 feb 2008, 08:05
Località: Torino

Messaggio da Francutio » 02 mar 2010, 15:37

Durante una verifica no, durante una gara dipende :lol:

Ad Archimede ero tranquillo, per la facilità dei quesiti, e non ho fatto errori.

A Cesenatico l'anno scorso non puntavo a chissa cosa e son riuscito a fare tutto quel che avrei potuto fare :lol:

A Febbraio di quest'anno, ultima chance per andare a Cesenatico, ero un pò nervoso, e ho fatto un sacco di stupidate :evil:


Insomma, la tensione va controllata. Il modo migliore? Studiare tanto in modo da avere la consapevolezza di "essere superiore" ai problemi proposti in una determinata gara. :D

Avatar utente
a+b=b+a
Messaggi: 39
Iscritto il: 11 feb 2010, 18:48
Località: ferrara

Messaggio da a+b=b+a » 02 mar 2010, 15:47

per esempio oggi la mia profe di mate e arrivata con le olimiadi junior del 94, e ho fatto certi errrori del cavolo perchè ero sotto pressione..cmqe sai mica dove posso trovare le soluzioni?erano le gare "junior del 94" una cosa del genere..

Avatar utente
Francutio
Messaggi: 1104
Iscritto il: 17 feb 2008, 08:05
Località: Torino

Messaggio da Francutio » 02 mar 2010, 17:44

Ci deve essere un libro che lo raccoglieva (se stai parlandod dei giochi di Archimede per il biennio del 1994), ma è quasi una leggenda :lol:

In realtà il libro credo sia andato fuori produzione e solo pochi eletti lo hanno. Forse qualcuno sul forum ce l'ha e può chiarirti eventuali dubbi.

In linea di massima inizia dal '96 comunque..così le soluzioni le trovi facilmente su questo sito :lol:

Ad una simulazione comunque non puoi essere sotto pressione!
E' un momento in cui si deve imparare, non in cui devi fare il punteggione. Per cui rilassati, anche se non ottieni subito risultati, arriveranno col tempo.

GDF
Messaggi: 12
Iscritto il: 20 ago 2009, 22:35
Località: Verona

Messaggio da GDF » 03 mar 2010, 17:38

Rassegnati!
La mancanza di tranquillità durante la gara, con conseguente risultato scadente, è una terribile maledizione che incombe su di noi e ci condanna a fare schifo! :evil:
Vabbè, a parte i disfattismi, io in anni di gare penso di non averne mai fatta una in cui ho dato il massimo di me stesso, tuttavia sono d'accordo con Francutio: bisogna avere la consapevolezza di essere superiore a certi problemi per farli in tranquillità. L'unico modo per riuscirci è esercitarsi molto sui problemi degli anni passati, in modo da sapere subito come affrontare un problema nuovo. Quanto agli errori di calcolo, anche lì è questione di esercizio.
w la pearà!

Sonner
Messaggi: 364
Iscritto il: 12 feb 2009, 16:02
Località: Susa (TO)

Re: problema con i problemi

Messaggio da Sonner » 03 mar 2010, 18:53

a+b=b+a ha scritto:salve a tutti, avevo un problema da esporvi, vi capita anche a voi che mentre state risolvendo un quesito durante la gara o durante una verifica siete sotto pressione e non riuscite a fare neanche problemi che di solito fareste con tranquillità?a me capita spesso ,avete dei consigli da darmi a riguardo?
Ti dico la mia esperienza se può aiutarti. A scuola per le verifiche di mate e fisica tendo ad agitarmi abbastanza (anche se vado benissimo in entrambe, va a capire...) e ho risolto così: il giorno prima del compito non faccio alcun esercizio, vado in piscina 2 ore invece che stare a casa a ripassare (faccio nuoto agonistico), poi prendo la bici e giro finchè non sono stravolto, il giorno dopo sono freschissimo :D. Per le gare olimpiche invece non mi è mai successo di essere teso 8)

Avatar utente
Clara
Messaggi: 237
Iscritto il: 02 mar 2010, 14:21
Località: Roma

Messaggio da Clara » 03 mar 2010, 19:38

A me un po' di tensione fa bene, riesco molto meglio.
Se diventa troppa però peggioro.
Ma riesco quasi sempre a controllarmi. :wink:

Bake
Messaggi: 65
Iscritto il: 01 feb 2010, 13:32

Messaggio da Bake » 10 mar 2010, 22:46

Durante una verifica no, alla gara di Febbraio quest'anno ero piuttosto teso e ho fatto tanti errorini stupidi che avrei potuto fare

(ma chi se ne frega, mi hanno comunicato ieri che sarò a cese!!! muahahahahahaha)

Scherzi a parte per cese dovrò impegnarmi molto di più, come diceva giustamente Francutio il miglior modo per controllare la tensione è lo studio.
Anche l'abitudine alla gara torna utile, ma siccome non fai oli tutti i giorni diventa più complicato abituarsi a questo genere di tensione.

Avatar utente
Francutio
Messaggi: 1104
Iscritto il: 17 feb 2008, 08:05
Località: Torino

Re: problema con i problemi

Messaggio da Francutio » 11 mar 2010, 16:26

Sonner ha scritto:
a+b=b+a ha scritto:salve a tutti, avevo un problema da esporvi, vi capita anche a voi che mentre state risolvendo un quesito durante la gara o durante una verifica siete sotto pressione e non riuscite a fare neanche problemi che di solito fareste con tranquillità?a me capita spesso ,avete dei consigli da darmi a riguardo?
Ti dico la mia esperienza se può aiutarti. A scuola per le verifiche di mate e fisica tendo ad agitarmi abbastanza (anche se vado benissimo in entrambe, va a capire...) e ho risolto così: il giorno prima del compito non faccio alcun esercizio, vado in piscina 2 ore invece che stare a casa a ripassare (faccio nuoto agonistico), poi prendo la bici e giro finchè non sono stravolto, il giorno dopo sono freschissimo :D. Per le gare olimpiche invece non mi è mai successo di essere teso 8)

Beato te...io domani soccomberò davanti alla tensione credo :evil:

Rispondi