Tema di ammissione alla Normale, 1969

Meccanica, termodinamica, elettromagnetismo, relatività, ...
Rispondi
piazza88
Messaggi: 130
Iscritto il: 26 set 2006, 16:53

Tema di ammissione alla Normale, 1969

Messaggio da piazza88 » 11 ott 2006, 18:50

Si considerino 2 automobili eguali che si muovono nello stesso senso con la stessa velocità. Come varia al variare della velocità la distanza di sicurezza, ammesso che la prontezza di riflessi dei guidatori sia 1/5 di secondo? (Per distanza di sicurezza si intende la distanza minima cui la seconda automobile deve mantenersi dalla prima, in modo tale che se il primo guidatore frena improvvisamente il secondo riesca ad evitare lo scontro)

Avatar utente
slash88
Messaggi: 30
Iscritto il: 09 giu 2006, 20:10
Località: Verona

Messaggio da slash88 » 11 ott 2006, 19:24

a occhio direi $ d_{min}=t_{riflessi}*v $ dove $ v $ è la velocità delle macchine.
hate your enemies
Save, save your friends
Find, find your place
Speak, speak the truth

piazza88
Messaggi: 130
Iscritto il: 26 set 2006, 16:53

Messaggio da piazza88 » 11 ott 2006, 20:25

e non a occhio? come lo dimostreresti?

Avatar utente
SkZ
Messaggi: 3333
Iscritto il: 03 ago 2006, 21:02
Località: Concepcion, Chile
Contatta:

Messaggio da SkZ » 12 ott 2006, 01:20

slash88 ha scritto: $ d_{min}=t_{riflessi}*v $ dove $ v $ è la velocità delle macchine.
e' la distanza percorsa dalla seconda auto prima di piantare i freni e fermarsi, quindi le due auto devono distare almeno tale distanza.


ps: mai visto auto fermarsi all'istante
impara il [tex]~\LaTeX[/tex] e mettilo da par[tex]\TeX~[/tex]

Software is like sex: it's better when it's free (Linus T.)
membro: Club Nostalgici
Non essere egoista, dona anche tu! http://fpv.hacknight.org/a8.php

trascendente
Messaggi: 7
Iscritto il: 29 set 2006, 15:47

Messaggio da trascendente » 12 ott 2006, 18:39

Allora la seconda automobile (quella dietro) nel momento in cui inizia a frenare si muove di moto uniformente decelerato, prima della frenata intercorre pero un piccolo spazio percorso in moto rettilineo uniforme con t = 1/5 sec (è il tempo che passa prima che agiscano i riflessi).. Allo spazio percorso in moto decelerato S occorre dunque aggiungere questo piccolo spazio s, si ha che:

d = S + s

(scusate ma nn so come mettere le formule all interno!)[/tex]
La cosa piu incomprensibile è che l universo sia comprensibile

Avatar utente
SkZ
Messaggi: 3333
Iscritto il: 03 ago 2006, 21:02
Località: Concepcion, Chile
Contatta:

Messaggio da SkZ » 12 ott 2006, 19:19

Codice: Seleziona tutto

[tex] formula [/tex]
io ti consiglierei

Codice: Seleziona tutto

[tex]~ formula [/tex]
che evita il taglio alle formule
impara il [tex]~\LaTeX[/tex] e mettilo da par[tex]\TeX~[/tex]

Software is like sex: it's better when it's free (Linus T.)
membro: Club Nostalgici
Non essere egoista, dona anche tu! http://fpv.hacknight.org/a8.php

piazza88
Messaggi: 130
Iscritto il: 26 set 2006, 16:53

Messaggio da piazza88 » 13 ott 2006, 18:56

è importante notare che il testo dice "automobili uguali", quindi è ragionevole pensare che esse, quando iniziano a frenare, lo facciano nello stesso modo, ossia con la stessa accelerazione negativa.
Una soluzione pià generale dovrebbe essere
$ d=v^{2} /2a $ , dove a è la differenza di decelerazione dei 2 veicoli.

Avatar utente
Aurora
Messaggi: 12
Iscritto il: 14 ago 2006, 21:27
Località: pisa

Messaggio da Aurora » 15 ott 2006, 22:40

Non capisco come tu abbia ottenuto questo risultato....
Lo potresti spiegare?

Pigkappa
Messaggi: 1209
Iscritto il: 24 feb 2005, 13:31
Località: Carrara, Pisa

Messaggio da Pigkappa » 16 ott 2006, 21:51

Il risultato che mi viene è simile a quello di piazza88 ma non uguale. Generalizzo al caso in cui le due velocità sono uguali ma non le accelerazioni.

Sia A veicolo più indietro e B quello più avanti. Il primo ha accelerazione $ a_A $, il secondo $ a_B $. Il tempo di riflessi del guidatore di A è $ t_R $. Sia $ a_A<a_{B} $ (in caso contrario al guidatore A è sufficiente riuscire a premere il pedale in tempo).
Sia $ t_{FA} $ il tempo necessario ad A per fermarsi, e $ t_{FB} $ il tempo necessario a B per fermarsi. Allora A, nel corso della nostra azione, si sposta di:

$ S_A = v * (t_R+t_{FA})-\frac{1}{2} a_A t_{FA}^2 $

Mentre B si sposta di :

$ S_B = v * t_{FB}-\frac{1}{2} a_B t_{FB}^2 $

Sostituendo $ t_a = v/a_A $ e $ t_b = v/a_B $, imponendo che sia $ S_a \leq S_b + d $ e svolgendo i calcoli si ricava

$ d \geq v*t_R + v² (\frac{1}{2a_A}-\frac{1}{2a_B}) $
Ultima modifica di Pigkappa il 16 ott 2006, 22:01, modificato 1 volta in totale.

Pigkappa
Messaggi: 1209
Iscritto il: 24 feb 2005, 13:31
Località: Carrara, Pisa

Messaggio da Pigkappa » 16 ott 2006, 21:55

cancellami!
Ultima modifica di Pigkappa il 16 ott 2006, 22:02, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
Aurora
Messaggi: 12
Iscritto il: 14 ago 2006, 21:27
Località: pisa

Messaggio da Aurora » 16 ott 2006, 22:00

Ecco, era esattamente la mia soluzione. :wink:
Tra l'altro, con la soluzione proposta da Piazza88, se le accelerazioni sono uguali si ottiene una distanza infinita, risultato quantomeno sorprendente. 8)

Rispondi