Conduttori bidimensionali @ SNS

Meccanica, termodinamica, elettromagnetismo, relatività, ...
Rispondi
sqrt2
Messaggi: 142
Iscritto il: 19 gen 2006, 14:43
Località: Genova

Conduttori bidimensionali @ SNS

Messaggio da sqrt2 » 23 ago 2006, 11:42

Si considerino dei conduttori bidimensionali, quali delle sottili lamine di rame, a forma di quadrati di diversa grandezza.
Se si applica la stessa differenza di potenziale ai lati opposti di questi conduttori, come dipende la corrente dal valore L del lato?

Avatar utente
Bacco
Messaggi: 295
Iscritto il: 04 ago 2005, 16:03

Messaggio da Bacco » 23 ago 2006, 12:30

Mmh... forse non ho capito bene il testo, mi sembra troppo facile per un SNS....

$ R=\rho l / A = \rho L /(Lt) = \rho /t $ quindi la resistenza è indipendente dal lato, e così la corrente.

David
Messaggi: 35
Iscritto il: 21 ago 2006, 15:52

Messaggio da David » 23 ago 2006, 13:11

scusa ma non ho capito bene cos'è t...

Avatar utente
Gauss_87
Messaggi: 294
Iscritto il: 21 gen 2006, 17:20
Località: Pisa

Messaggio da Gauss_87 » 23 ago 2006, 15:51

premetto di ignorare la soluzione di questo esercizio..

chiedo: ci aspettiamo che lato L maggiore implichi maggiore Resistenza ???
Considerate la vostra semenza: fatte non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza

David
Messaggi: 35
Iscritto il: 21 ago 2006, 15:52

Messaggio da David » 23 ago 2006, 17:08

non so se la resistenza aumenti o meno, però aumentando la lunghezza si ha una $ R $ maggiore, aumentando la sezione una minore. qui che aumentano contemporanemente dello stesso valore non so che dire...

Avatar utente
Gauss_87
Messaggi: 294
Iscritto il: 21 gen 2006, 17:20
Località: Pisa

Messaggio da Gauss_87 » 23 ago 2006, 22:19

Bacco ha scritto:Mmh... forse non ho capito bene il testo, mi sembra troppo facile per un SNS....

$ R=\rho l / A = \rho L /(Lt) = \rho /t $ quindi la resistenza è indipendente dal lato, e così la corrente.
già, cos'è t :?:
Considerate la vostra semenza: fatte non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza

sqrt2
Messaggi: 142
Iscritto il: 19 gen 2006, 14:43
Località: Genova

Messaggio da sqrt2 » 24 ago 2006, 00:10

Penso sia lo spessore della lastra, che è infinitamente piccolo in questo caso.

BMcKmas
Messaggi: 343
Iscritto il: 13 mar 2006, 16:40

Messaggio da BMcKmas » 24 ago 2006, 15:33

sqrt2 ha scritto:Penso sia lo spessore della lastra, che è infinitamente piccolo in questo caso.
Perchè infinitamente piccolo?!
Lo spessore t semplicemente deve essere lo stesso per tutti i quadrati (indipendentemente dal suo valore) per avere una resistenza indipendente dalla dimensione.
Credo che il quesito non implichi considerazioni sull'effetto 'pelle'.

ciao
BMcKMas

"Ci sono almeno tre modi per ingannare: la falsità, l'omissione e la statistica" Anonimo saggio

sqrt2
Messaggi: 142
Iscritto il: 19 gen 2006, 14:43
Località: Genova

Messaggio da sqrt2 » 24 ago 2006, 21:23

Che c'entra, una considerazione superflua non è mica sbagliata :wink:

Avatar utente
Gauss_87
Messaggi: 294
Iscritto il: 21 gen 2006, 17:20
Località: Pisa

Messaggio da Gauss_87 » 25 ago 2006, 12:50

quindi l'unica soluzione plausibile è che non dipende dal lato L?
Considerate la vostra semenza: fatte non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza

BMcKmas
Messaggi: 343
Iscritto il: 13 mar 2006, 16:40

Messaggio da BMcKmas » 27 ago 2006, 17:47

sqrt2 ha scritto:Che c'entra, una considerazione superflua non è mica sbagliata :wink:
Beh, sarebbe superflua se conduttori di spessore infinitesimo esistessero!
BMcKMas

"Ci sono almeno tre modi per ingannare: la falsità, l'omissione e la statistica" Anonimo saggio

BMcKmas
Messaggi: 343
Iscritto il: 13 mar 2006, 16:40

Messaggio da BMcKmas » 28 ago 2006, 12:05

Gauss_87 ha scritto:quindi l'unica soluzione plausibile è che non dipende dal lato L?
Nelle ipotesi fatte direi proprio di si
BMcKMas

"Ci sono almeno tre modi per ingannare: la falsità, l'omissione e la statistica" Anonimo saggio

Phoenix87
Messaggi: 8
Iscritto il: 03 set 2006, 16:02
Contatta:

Messaggio da Phoenix87 » 03 set 2006, 22:57

$ R_{eq} = \displaystyle\frac{R}{N} $ con $ N = \displaystyle\frac{L}{\lambda} $ e $ R = \rho \displaystyle\frac{L}{A} $

da cui

$ i = \displaystyle\frac{\mathcal{E}}{R_{eq}} = \displaystyle\frac{\mathcal{E}t}{\rho} $

con $ t $ spessore della lamina (bidimensionale...). In definitiva $ i $ nn dipende da $ L $...
In effetti, anche se aumenta la lunghezza della lamina, tutte le resistenze in parallelo danno una resistenza equivalente sempre minore...

bha...

Rispondi