Un dubbio relativistico

Meccanica, termodinamica, elettromagnetismo, relatività, ...
Rispondi
Faust
Messaggi: 44
Iscritto il: 01 giu 2005, 19:50

Un dubbio relativistico

Messaggio da Faust » 28 ago 2005, 12:12

La relatività generale è sicuramente un argomento che ci affascina tutti, e più o meno sappiamo :evil: A GRANDI LINEE :evil: di che cosa si tratta (intendo dire principio di Mach, covarianza generale, curvatura dello spazio-tempo) grazie alla divilguazione di tanti bravi scrittori. Il problema è quando sorgono delle domande :?: in testoline bacate quanto la mia e ci rendiamo conto di non potervi rispondere :cry:, anche se magari ci siamo messi a studiare un pò di cinematica relativistica (che abbastanza comprensibile anche per i liceali come me). La domanda che mi assilla ultimamente è: vale il principio di costanza della velocità della luce per gli osservatori in moto uniforma? cioè, se stò accelerando e milanciano contro un laser, a quale velocità viaggia la luce per me ?
Ich bin der geist, der stets ferneint!

Tamaladissa
Messaggi: 173
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00
Località: Piacenza

Messaggio da Tamaladissa » 29 ago 2005, 20:50

Sempre a velocità c. Mentre acceleri il tuo tempo viene dilatato. Dal tuo sistema di riferimento però tutto sembrerà normale e la luce uscirà ed entrerà sempre a velocità c. Una volta che la tua accelerazione sarà terminata, il tuo tempo non subirà ulteriori dilatazioni. Infatti sono i corpi che accelerano che devono sottostare alle leggi relativistiche che hanno come base, proprio la costanza della velocità della luce. In teoria un corpo che non ha mai accelerato ma che ha sempre viaggiato in modo costante può avere una velocità maggiore di c. Diciamo che c non è superabile nel vero senso della parola: non possiamo andare oltre quella velocità se prima andiamo più piano.

Rispondi