Pagina 3 di 3

Inviato: 10 gen 2009, 16:56
da SkZ
considerato che l'apporto di massa e' molto piu' piccolo della massa totale, V dipende sostanzialmente da costanti. Quindi posso dire di no.
La falla e' tipica di queste approssimazioni :wink:

Inviato: 11 gen 2009, 00:12
da Pigkappa
Stai usando (come giusto) il fatto che m varia (hai usato $ \displaystyle d\vec{p}/dt $ anche se avresti potuto esplicitare di più e farci faticare di meno). E' giusto farlo, perchè altrimenti non si trova la risposta giusta.
Ma il raggio varia più o meno come m, quindi non puoi considerarlo costante se m invece la fai variare.

Inviato: 11 gen 2009, 01:04
da SkZ
piu' che altro
$ $\frac{\Delta m}{m}\ll 1 $ vuol dire$ $\frac{4\pi r^2v\rho \Delta t}{m}\ll 1 $ ovvero $ $\frac{vg\Delta t}{V^2}\ll 1 $
dato che ho studiato il comportamento asintotico $ ~v\approx V $, ergo
$ $\frac{g\Delta t}{V}\ll 1 $
quindi questa approssimazione non va bene per intervalli di tempo paragonabili al tempo tipico $ $\frac Vg $, cosa che io invece ho fatto ;)

Cmq il comportamento e' logico che sia comunque lo stesso, dato che considerando l'aumento di massa quello che ottengo e' di aumentare la sezione d'urto e quindi l'effetto di frenamento

PS: chi studiera' fisica ne vedra' di approssimazioni che funzionano anche se si rivelano non esse
re propriamente corrette.

Inviato: 11 gen 2009, 11:01
da BMcKmas
SkZ ha scritto:
PS: chi studiera' fisica ne vedra' di approssimazioni che funzionano anche se si rivelano non esse
re propriamente corrette.
??????

se funzionano sono 'ipso facto' corrette!