Olifis Fase Nazionale 1998

Meccanica, termodinamica, elettromagnetismo, relatività, ...
Avatar utente
Fedecart
Messaggi: 522
Iscritto il: 09 mar 2008, 22:49
Località: Padova

Messaggio da Fedecart » 19 dic 2008, 21:04

Dai Converge, posta la tua soluzione (senza integrale)!! :D

CoNVeRGe.
Messaggi: 98
Iscritto il: 22 ott 2008, 18:51

Messaggio da CoNVeRGe. » 19 dic 2008, 21:15

non sapendo agire con l'anello con carica Q e raggio r, l'ho sostituito con quattro cariche Q/4 poste ai vertici di un quadrato di diagonale 2r, che penso abbiano lo stesso 'effetto', vista la direzione del fascio
(si puo fare anche con 2 cariche Q/2 poste alla stessa distanza, ora che ci penso)

il resto vien da sè: ho calcolato il potenziale a P e O, e ho eguagliato la differenza di energia potenziale con l'energia cinetica delle particelle q in P

(la soluzione con il latex solo se strettamente necessario :lol: )

Pigkappa
Messaggi: 1208
Iscritto il: 24 feb 2005, 13:31
Località: Carrara, Pisa

Messaggio da Pigkappa » 20 dic 2008, 02:27

Va bene, l'idea non è male perchè in ogni caso, se non funzionasse, fornirebbe un'approssimazione decente. Ma si fa prima a vedere che tutta la carica è alla stessa distanza dal fascio...

CoNVeRGe.
Messaggi: 98
Iscritto il: 22 ott 2008, 18:51

Messaggio da CoNVeRGe. » 20 dic 2008, 15:10

Pigkappa ha scritto:Ma si fa prima a vedere che tutta la carica è alla stessa distanza dal fascio...
si infatti ci sono arrivato tramite questa considerazione, e poi ho frettolosamente deciso di sostituirlo con 4 cariche complicandomi minimamente il lavoro :roll: (il risultato è identico penso)
mi veniva 4.03... u.m.a. se non ricordo male

String
Messaggi: 225
Iscritto il: 01 giu 2008, 17:21

Messaggio da String » 26 dic 2008, 18:53

CoNVeRGe. ha scritto:il resto vien da sè: ho calcolato il potenziale a P e O, e ho eguagliato la differenza di energia potenziale con l'energia cinetica delle particelle q in P
Scusate, non so molto di quest'argomento... Il campo al centro dell'anello dovrebbe essere nullo, giusto? Ma quindi il potenziale non deve essere nullo lo stesso in quel punto?
"fatti non foste a viver come bruti,
ma per seguir virtute e canoscenza"(Dante)

CoNVeRGe.
Messaggi: 98
Iscritto il: 22 ott 2008, 18:51

Messaggio da CoNVeRGe. » 26 dic 2008, 21:14

la scelta del punto in cui il potenziale è nullo è arbitraria (vabè, sicuramente volevi dire che il potenziale è lo stesso di quello a distanza infinita)

il campo elettrico risultante al centro è nullo ma questo non significa che il potenziale sia 'nullo' : se abbiamo diverse cariche, il potenziale in un punto è dato dalla somma dei potenziali dovuti ad ogni singola carica

(è lo stesso dubbio che mi è venuto in mente, quindi un chiarimento sarebbe sicuramente utile in quanto quest'argomento è nuovo anche a me)

String
Messaggi: 225
Iscritto il: 01 giu 2008, 17:21

Messaggio da String » 26 dic 2008, 23:51

Ok, ho capito, ma mi è rimasto un ultimo dubbio ancora... Il potenziale elettrico è definito come il rapporto tra l'energia potenziale e la carica, quindi se non è nullo significa che la carica ha una certa energia potenziale. L'energia però è associata alla capacità di compiere lavoro. In questo caso, se una particella carica è posta al centro dell'anello che lavoro potrebbe svolgere? :roll:
"fatti non foste a viver come bruti,
ma per seguir virtute e canoscenza"(Dante)

Pigkappa
Messaggi: 1208
Iscritto il: 24 feb 2005, 13:31
Località: Carrara, Pisa

Messaggio da Pigkappa » 27 dic 2008, 00:00

String ha scritto:Ok, ho capito, ma mi è rimasto un ultimo dubbio ancora... Il potenziale elettrico è definito come il rapporto tra l'energia potenziale e la carica, quindi se non è nullo significa che la carica ha una certa energia potenziale. L'energia però è associata alla capacità di compiere lavoro. In questo caso, se una particella carica è posta al centro dell'anello che lavoro potrebbe svolgere? :roll:
[Qui giaceva un rimprovero, cancellato per somma bontà]

La risposta alla tua domanda potrebbe essere che non ha gran senso dire "l'energia potenziale è zero", visto che l'energia potenziale è definita a meno di una costante. Ma, volendo evitare i trucchetti, potrebbe anche essere che l'energia è associata alla capacità di compiere lavoro da parte del campo sulla carica, e non viceversa, perciò non ha senso chiedersi che lavoro potrebbe svolgere la carica. Il lavoro svolto dal campo è ovvio: siccome l'equilibrio è instabile, il campo spinge via la carica in una direzione (diciamo coassiale, per semplicità), e quando la carica sarà a distanza infinita il campo avrà fatto su di lei un lavoro uguale all'energia potenziale che c'era prima.

String
Messaggi: 225
Iscritto il: 01 giu 2008, 17:21

Messaggio da String » 27 dic 2008, 00:13

Capito. Ti ringrazio Pigkappa :D Il rimprovero è in ogni caso ben accetto. Posto qui sul forum per imparare, dato che non ho la possibilità di confrontarmi con qualcuno... Grazie ancora :)
"fatti non foste a viver come bruti,
ma per seguir virtute e canoscenza"(Dante)

Rispondi