Cambiamento di traiettoria!

Meccanica, termodinamica, elettromagnetismo, relatività, ...
Rispondi
String
Messaggi: 225
Iscritto il: 01 giu 2008, 17:21

Cambiamento di traiettoria!

Messaggio da String » 22 ott 2008, 20:26

Mi piacerebbe vedere come voi risolvereste questo problema, non difficile :P

Due palline di massa $ m_1=10g $, $ m_2=5g $ connesse da un filo teso, inestensibile, di massa nulla e lungo $ 2l=10cm $ si muovono su un piano orizzontale liscio con velocità uguale e perpendicolare al filo, di modulo $ v=5cm/s $. In un certo momento il centro del filo viene agganciato in un punto O e rimane bloccato. In seguito a ciò le due palline percorrono due archi di circonferenza di uguale raggio $ l $.

a) Se le due palline si urtano in modo totalmente anelastico, quale sarà la velocità angolare finale della massa risultante $ m_1+m_2 $?

b)Quanto vale la reazione vincolare nel punto O immediatamente prima e immediatamente dopo l'urto delle due palline tra loro?

(Si trascurino le dimensioni delle palline rispetto ad $ l $)

Good work :D
"fatti non foste a viver come bruti,
ma per seguir virtute e canoscenza"(Dante)

Alex90
Messaggi: 260
Iscritto il: 25 mag 2007, 13:49
Località: Perugia

Messaggio da Alex90 » 23 ott 2008, 16:19

Ci provo...

Allora se l'urto è anelastico abbiamo che la quantità di moto si conserva:

$ m_1v_1 + m_2v_2 = (m_1+m_2)v_f \Rightarrow v_f = v_i = 5 \, \textrm{cm/s} $

Quindi essendo $ \displaystyle \omega = \frac{v}{r}=\frac{0,05}{0,05}=1 \, \textrm{rad/s} $

Per la reazione vincolare devo calcolare la Forza Centrifuga della palline?

Agostino
Messaggi: 211
Iscritto il: 11 dic 2007, 17:43

Messaggio da Agostino » 23 ott 2008, 16:33

Provo così...le palline viaggiano a velocità costante fin quando dopo aver urtato (con il filo) il chiodo al entro, la direzione delle palline cambia descrivendo archi di circonferenza uguali (dal momento che si muovono alla stessa velocità). La forza vincolare del filo fa cambiare direzione alle palline quindi questa è la forza centripeta.
Le palline si scontrano e siccome l'urto è totalmente anelastico la velocità del corpo dovrei poterla ricavare da questa relasione $ $ m_1v+m_2v=(m_1+m_2)v_f \rightarrow v_f=\frac {v(m_1+m_2)}{m_1+m_2}= 5m/s $ quindo detta $ \omega=v/r $ avremo $ \displaystyle \omega=\frac{5 \frac{cm}{s}}{5 cm}= 1 rad/s $

Per il secondo (solo dopo l'urto, al resto poi i penso) la forza centripeta=forza vincolare quindo $ F_c=\omega^2 \cdot r \cdot (m_1+m_2) $ dove $ \displaystyle T=F_c=0.75 \cdot 10^-^3 $

EDIT:già preceduto :roll:
همؤهثمخ سفثممشفخ سخحقش يه ةثز

String
Messaggi: 225
Iscritto il: 01 giu 2008, 17:21

Messaggio da String » 23 ott 2008, 16:49

Stesso errore che ho fatto io... il risultato non è quello, evidentemente la quantità di moto non si conserva, forse per l'azione del vincolo...
"fatti non foste a viver come bruti,
ma per seguir virtute e canoscenza"(Dante)

Avatar utente
FeddyStra
Messaggi: 403
Iscritto il: 19 set 2006, 15:34
Località: 45° 7' 19.2'' N 7° 23' 20.1'' E

Messaggio da FeddyStra » 23 ott 2008, 16:56

Alex90 ha scritto:$ m_1v_1 + m_2v_2 = (m_1+m_2)v_f \Rightarrow v_f = v_i = 5 \, \textrm{cm/s} $
Occhio! Quando le palline si scontrano vanno una verso l'altra, quindi le velocità hanno lo stesso modulo, ma verso opposto. La quantità di moto è $ p=m_1 v_i - m_2 v_i=(m_1+m_2)v_f $ da cui $ \displaystyle v_f=v_i\frac{m_1-m_2}{m_1+m_2}=\frac53\simeq1.67\ cm/s\Rightarrow\omega=0.333\ rad/s $
Alex90 ha scritto:Per la reazione vincolare devo calcolare la Forza Centrifuga della palline?
$ \bullet $Prima dell'urto.
Nel moto circolare $ a_R=v^2/r $, quindi la forza centripeta è $ \displaystyle f_c=\frac{mv^2}r $.
Prima dell'urto allora $ \displaystyle f_c=\frac{m_1v_i^2+m_2v_i^2}r=7.50\cdot10^{-3} N $
$ \bullet $Dopo l'urto.
La forza centripeta è $ \displaystyle f_c=\frac{(m_1+m_2)v_f^2}r=8.33\cdot10^{-5} N $

La quantità di moto si conserva nell'urto. Il punto è che le velocità delle due palline hanno verso opposto.
Ultima modifica di FeddyStra il 23 ott 2008, 17:02, modificato 1 volta in totale.
[quote="julio14"]Ci sono casi in cui "si deduce" si può sostituire con "è un'induzione che saprebbe fare anche un macaco", ma per come hai impostato i conti non mi sembra la tua situazione...[/quote][quote="Tibor Gallai"]Ah, un ultimo consiglio che risolve qualsiasi dubbio: ragiona. Le cose non funzionano perché lo dico io o Cauchy o Dio, ma perché hanno senso.[/quote]To understand recursion, you fist need to understand recursion.
[tex]i \in \| al \| \, \pi \, \zeta(1)[/tex]

elendil
Messaggi: 78
Iscritto il: 17 lug 2008, 16:18
Località: Provincia di Pistoia

Messaggio da elendil » 23 ott 2008, 16:59

Io ho considerato le velocità come vettori quindi la somma delle due quantità di moto iniziali è in realtà una differenza. La velocità finale mi viene quindi 1,6 cm/s mentre la velocità angolare 0,333 rad/s...

sono stato preceduto anch'io :lol:

Avatar utente
FeddyStra
Messaggi: 403
Iscritto il: 19 set 2006, 15:34
Località: 45° 7' 19.2'' N 7° 23' 20.1'' E

Messaggio da FeddyStra » 23 ott 2008, 17:02

elendil ha scritto:Io ho considerato le velocità come vettori quindi la somma delle due quantità di moto iniziali è in realtà una differenza. La velocità finale mi viene quindi 1,6 cm/s mentre la velocità angolare 0,333 rad/s...
Bene! :)
elendil ha scritto:sono stato preceduto anch'io :lol:
Male... :P
[quote="julio14"]Ci sono casi in cui "si deduce" si può sostituire con "è un'induzione che saprebbe fare anche un macaco", ma per come hai impostato i conti non mi sembra la tua situazione...[/quote][quote="Tibor Gallai"]Ah, un ultimo consiglio che risolve qualsiasi dubbio: ragiona. Le cose non funzionano perché lo dico io o Cauchy o Dio, ma perché hanno senso.[/quote]To understand recursion, you fist need to understand recursion.
[tex]i \in \| al \| \, \pi \, \zeta(1)[/tex]

String
Messaggi: 225
Iscritto il: 01 giu 2008, 17:21

Messaggio da String » 23 ott 2008, 17:11

@ Feddystra: ok, giusto, però hai dato per scontato che prima e dopo l'aggancio del filo con il vincolo le velocità dei due corpi rimangono invariate, invece per me non era così immediato, quindi come lo dimostri?
"fatti non foste a viver come bruti,
ma per seguir virtute e canoscenza"(Dante)

Avatar utente
FeddyStra
Messaggi: 403
Iscritto il: 19 set 2006, 15:34
Località: 45° 7' 19.2'' N 7° 23' 20.1'' E

Messaggio da FeddyStra » 23 ott 2008, 17:20

Un filo teso può esercitare una forza solo lungo la sua direzione, non trasversalmente. Ora, se ammetti che dopo l'aggancio la massa continui istantaneamente a viaggiare nella medesima direzione (i.e. la tangente alla circf. che seguirà poi) e dato che in quel momento il filo è perpendicolare, sarai anche d'accordo sul fatto che la corda non può aver trasmesso un impulso alla massa in grado di modificare il modulo della sua velocità (impulsi perpendicolari modificano solo la direzione).
[quote="julio14"]Ci sono casi in cui "si deduce" si può sostituire con "è un'induzione che saprebbe fare anche un macaco", ma per come hai impostato i conti non mi sembra la tua situazione...[/quote][quote="Tibor Gallai"]Ah, un ultimo consiglio che risolve qualsiasi dubbio: ragiona. Le cose non funzionano perché lo dico io o Cauchy o Dio, ma perché hanno senso.[/quote]To understand recursion, you fist need to understand recursion.
[tex]i \in \| al \| \, \pi \, \zeta(1)[/tex]

String
Messaggi: 225
Iscritto il: 01 giu 2008, 17:21

Messaggio da String » 23 ott 2008, 17:41

ok, un'ultima cosa: per quanto riguarda il secondo punto, prima dell'urto, per calcolare la reazione del vincolo, non bisognerebbe fare la somma vettoriale delle forze centripete dei due corpi?
"fatti non foste a viver come bruti,
ma per seguir virtute e canoscenza"(Dante)

Avatar utente
FeddyStra
Messaggi: 403
Iscritto il: 19 set 2006, 15:34
Località: 45° 7' 19.2'' N 7° 23' 20.1'' E

Messaggio da FeddyStra » 23 ott 2008, 17:56

Sì, ma si suppone che i due corpi siano così vicini (tra le ipotesi ci sarà stato che le palline sono puntiformi) che le due forze centripete abbiano la stessa direzione e verso. E' per questo motivo che mi sono limitato al modulo.
[quote="julio14"]Ci sono casi in cui "si deduce" si può sostituire con "è un'induzione che saprebbe fare anche un macaco", ma per come hai impostato i conti non mi sembra la tua situazione...[/quote][quote="Tibor Gallai"]Ah, un ultimo consiglio che risolve qualsiasi dubbio: ragiona. Le cose non funzionano perché lo dico io o Cauchy o Dio, ma perché hanno senso.[/quote]To understand recursion, you fist need to understand recursion.
[tex]i \in \| al \| \, \pi \, \zeta(1)[/tex]

String
Messaggi: 225
Iscritto il: 01 giu 2008, 17:21

Messaggio da String » 23 ott 2008, 18:00

Ok, grazie mille per le spiegazioni e la pazienza :D
"fatti non foste a viver come bruti,
ma per seguir virtute e canoscenza"(Dante)

Rispondi