Pagina 1 di 2

2 = 1

Inviato: 12 mar 2007, 17:00
da Jacobi
Visto che Pic88 ha postato la famosa dimostrazione ( sbagliata ) che tutti i triangoli sono isosceli, io postero quella che 2 = 1:

a = b => a^2 = ab => 2a^2 - 2ab = ab + a^2 - 2ab => 2(a^2 - ab) = (a^2 - ab)

=> 2 = 1

Dov'e' l'errore?

Inviato: 12 mar 2007, 18:09
da Mila_88
hai diviso per zero...infatti se a^2=ab allora a^2-ab=0

Inviato: 12 mar 2007, 18:44
da Jacobi
Esatto!

Inviato: 13 mar 2007, 07:34
da Salva
...e da qui puoi ottenere il mondo. Charles Seife in un'appendice al suo libro "Zero" ha dimostrato che Churchill era una carota, io ho fatto lo stesso con un mio compagno di classe (A.R.) ed un mandarino. Seguitemi:

Nella tua "dimostrazione" sottraiamo all'ultima equivalenza 1 a destra ed a sinistra, otteniamo

(1) $ 1=0 $

Ora, A.R. ha una testa, quindi per la (1) ha zero teste. Non ha foglie sul corpo, quindi per la (1) ne ha una.
Moltiplichiamo ambo i membri per 2: otteniamo

(2) $ 2=0 $

A.R ha due braccia, quindi per la (2) ne ha zero. Idem per le gambe. Ora, per dimostrare che è un mandarino mi accontenterò (in questa sede) di dimostrare che è sferico e arancione.

SFERICO: prendiamo un punto dentro A.R. (centro) ed un punto sulla sua superficie. Questi punti hanno distanza $ r $. Prendiamo ora un altro punto sulla superficie, che avrà distanza dal centro $ r' $. Ora, se ovviamente $ \Delta r = r - r' $, moltiplicando ambo i membri della (1) per $ \Delta r $ otteniamo $ \Delta r $$ =0 $ Quindi tutti i punti sulla superficie di A.R. sono equidistanti dal centro.

ARANCIONE: Isoliamo un fotone proveniente da A.R. e misuriamone la lunghezza d'onda, chiamiamola $ l $. Moltiplicando ambo i membri della (1) per $ l $ otteniamo
$ l=0 $
Moltiplicando ambo i membri della (1) per 640 nanometri otteniamo invece
$ 640 nm =0 $
Ora sottraiamo le due equazioni:
$ l-640 nm = 0 - 0 $
$ l = 640 nm $
Quindi ogni fotone proveniente da A.R può essere ricondotto a lunghezza d'onda 640 nm. A.R. è quindi arancione.

Inviato: 13 mar 2007, 07:56
da Jacobi
Bellissimo!!!!! :D

Inviato: 15 mar 2007, 12:36
da Jacobi
Ieri non avevo niente da fare, cosi mi sono messo a sfogliare un libro di calcolo e ho trovato per caso un altra dimostrazione ( con errore ) che 1 = 0, eccola:

Data la funzione $ y = \frac{1}{x} $ possiamo integrarla attraverso l'integrazione per parti facendo: dv = dx e $ u = \frac{1}{x} $ e così:

$ \int u dv = uv - \int v du $, quindi:
$ \int(\frac{1}{x})dx = x \frac{1}{x} - \int(x)(-\frac{1}{x^2})dx $

Da cui:

$ \int(\frac{1}{x})dx = 1 + \int(\frac{1}{x})dx $

Quindi 1 = 0! Dov'e' l'errore?

Inviato: 15 mar 2007, 18:37
da EvaristeG
Purtroppo non c'è errore, come l'hai scritta tu...infatti
$ \int f dx $
non è un numero, ma un insieme di funzioni, ovvero tutte le funzioni che hanno lo stesso dominio di f, sono derivabili e la loro derivata è f.
E' ben noto che se tu prendi una tal funzione e ci aggiungi una costante, ottieni ancora una funzione di questo genere, quindi se aggiungi 1 ad ogni funzione dell'insieme $ \int f dx $ otterrai ancora lo stesso insieme.
E' un po' come dire che
$ \{x \mid x\in \mathbb{R}\}=\{x+1\mid x\in\mathbb{R}\} $

Inviato: 16 mar 2007, 14:32
da Jacobi
Nello sviluppo fatto da me c'e' un errore, infatti nell'ultimo passaggio non ho considerato l'esistenza delle costanti di integrazione, e cosi sono arrivato alla conclusione erronea che 1=0 :!:

Inviato: 16 mar 2007, 17:35
da EvaristeG
Se per ultimo passaggio intendi "Quindi 1=0", certo che l'errrore sta lì ... quello che ho detto io (e non l'hai letto, se vieni a nominarmi le costanti di integrazione, oppure non l'hai capito) è che dall'uguaglianza
$ \int f dx=1 + \int f dx $
(che è vera!!) non puoi dire più nulla perchè $ \int f dx $ non è un numero ma un insieme(e quindi non si può semplificare).

Inviato: 16 mar 2007, 18:23
da Jacobi
EvaristeG ha scritto:Purtroppo non c'è errore, come l'hai scritta tu...infatti
$ \int f dx $
non è un numero, ma un insieme di funzioni, ovvero tutte le funzioni che hanno lo stesso dominio di f, sono derivabili e la loro derivata è f.
Quello che intendevo dire è che l'errore durante l'ultima parte dello svolgimento c'era e come ( e non mi sembra che tu lo abbia detto!!! ) e cioè quello di passare da

$ \int(\frac{1}{x})= 1 + \int(\frac{1}{x}) $ a 1 = 0

Essendo l'integrale un insieme di funzioni diverse a meno di una COSTANTE non si puo farlo!!!

Inviato: 18 apr 2007, 17:11
da desko
La più bella che io conosca è -1=1, passando dai numeri complessi.
L'errore è particolarmente nascosto e, credo, più difficile da trovare rispetti alle altre classiche dimostrazioni sbilenche.

Inviato: 22 apr 2007, 21:08
da Anlem
Aggiungo quella del cerchio con due centri
http://www.cut-the-knot.org/Curriculum/ ... ters.shtml

Inviato: 23 apr 2007, 10:39
da Jacobi
desko ha scritto:La più bella che io conosca è -1=1, passando dai numeri complessi.
L'errore è particolarmente nascosto e, credo, più difficile da trovare rispetti alle altre classiche dimostrazioni sbilenche.
Per caso sai qualche sito dove posso trovarla?
Anlem ha scritto:Aggiungo quella del cerchio con due centri
Molto bella! :D !!

Inviato: 23 apr 2007, 20:05
da Sherlock
desko postala, no?

1=-1 nei complessi

Inviato: 26 apr 2007, 11:20
da HarryPotter
Penso che desko non si arrabbierà se posto io la sua pseudo-dimostrazione (o almeno quella che penso che lui intendesse).

Siamo nei complessi.

i) $ -1=-1 $

ii) $ \frac{1}{-1}=\frac{-1}{1} $

iii) $ \sqrt{\frac{1}{-1}}=\sqrt{\frac{-1}{1}} $

iv) $ \frac{\sqrt{1}}{\sqrt{-1}}=\frac{\sqrt{-1}}{\sqrt{1}} $

v) $ \frac{1}{i}=\frac{i}{1} $

vi) $ 1=i^2 $

da cui il fatidico

vii) $ 1=-1 $