Sottrazione letterale

Giochini matematici elementari ma non olimpici.
Avatar utente
Francutio
Messaggi: 1104
Iscritto il: 17 feb 2008, 08:05
Località: Torino

Messaggio da Francutio » 16 mag 2010, 17:50

Sempre soluzioni sono....cosa scrivi soluzioni se non sai ancora usare le citazioni correttamente? :? :? :?


Ehi, va' che scherzo :D


Comunque non chiedevo a te il libro, lo chiedevo all'amico di Erdos (Gallai :? )

Avatar utente
Hector
Messaggi: 105
Iscritto il: 29 apr 2010, 23:07

Messaggio da Hector » 16 mag 2010, 18:09

Francutio ha scritto:Sempre soluzioni sono....cosa scrivi soluzioni se non sai ancora usare le citazioni correttamente? :? :? :?
intanto guarda e impara come si cita, la classe non è acqua 8) ( in realtà devo ammettere che ho fatto anteprima una ventina di volte prima di postare :lol:
Francutio ha scritto:Comunque non chiedevo a te il libro, lo chiedevo all'amico di Erdos (Gallai :? )
per favore non fare allusioni così colte, io mi perdo :o
"Nessun maggior segno d'essere poco filosofo e poco savio, che volere savia e filosofica tutta la vita" G. Leopardi

Avatar utente
io.gina93
Messaggi: 386
Iscritto il: 24 apr 2010, 01:29

Messaggio da io.gina93 » 16 mag 2010, 18:36

Hector ha scritto:
Francutio ha scritto:Sempre soluzioni sono....cosa scrivi soluzioni se non sai ancora usare le citazioni correttamente? :? :? :?
intanto guarda e impara come si cita, la classe non è acqua 8) ( in realtà devo ammettere che ho fatto anteprima una ventina di volte prima di postare :lol:
si infatti era un po buffo vedere cio che scrivevi nelle citazioni, e cio che riportavi nel teto libero!! :D
Hector ha scritto:
Francutio ha scritto:Comunque non chiedevo a te il libro, lo chiedevo all'amico di Erdos (Gallai :? )
per favore non fare allusioni così colte, io mi perdo :o
io mi son già persa e ho perso!!! XD

Avatar utente
Francutio
Messaggi: 1104
Iscritto il: 17 feb 2008, 08:05
Località: Torino

Messaggio da Francutio » 16 mag 2010, 18:38

Hector ha scritto:intanto guarda e impara come si cita, la classe non è acqua 8) ( in realtà devo ammettere che ho fatto anteprima una ventina di volte prima di postare :lol:
Ehi ragazzo, va' che io so fare una cosa in questo forum. E cioè scrivere messaggi, quindi le citazioni son il mio pane quotidiano 8)
Hector ha scritto:per favore non fare allusioni così colte, io mi perdo :o


Hai iniziato te :shock:

Avatar utente
io.gina93
Messaggi: 386
Iscritto il: 24 apr 2010, 01:29

Messaggio da io.gina93 » 16 mag 2010, 19:11

Francutio ha scritto:
Hector ha scritto:intanto guarda e impara come si cita, la classe non è acqua 8) ( in realtà devo ammettere che ho fatto anteprima una ventina di volte prima di postare :lol:
Ehi ragazzo, va' che io so fare una cosa in questo forum. E cioè scrivere messaggi, quindi le citazioni son il mio pane quotidiano 8)
concordo!! XD
cmq non potrai mai superare la mia media di messaggi giornalieri!!! Un bel 4 virgola qualcosa!! 8) :D

Avatar utente
Hector
Messaggi: 105
Iscritto il: 29 apr 2010, 23:07

Messaggio da Hector » 16 mag 2010, 19:43

io.gina93 ha scritto:
Hector ha scritto:
Francutio ha scritto:Comunque non chiedevo a te il libro, lo chiedevo all'amico di Erdos (Gallai :? )
per favore non fare allusioni così colte, io mi perdo :o
io mi son già persa e ho perso!!! XD
@moderatori: mi scuso per l'OT, ma devo scrivere questo messaggio per due motivi: il primo è che mi devo allenare con le citazioni :wink: , il secondo è che devo chiarire quello che dicevamo io e francutio a gina
@gina: Paul Erdos è stato un grande matematico ungherese, famoso anche tra i matematici più scarsi come me perchè è il protagonista del libro " L'uomo che amava solo i numeri" (se vuoi te lo posso prestare alla premiazione martedì o qualche altra volta, almeno se riesco a trovarlo:)). Erdos amava dire che le dimostrazioni più belle in matematica venivano direttamente dal Libro, che poteva venire letto interamente solo da Dio, chiamato SF ( Sommo Fascista), mentre noi uomini possiamo darci una sbirciatina solo ogni tanto.
Da quanto ho capito Tibor Gallai ( quello vero) era un matematico amico di Erdos. Sintetizzando Erdos aveva una visione platonica della matematica, che dovresti conoscere visto che fai terza :wink: , e che, a mio parere, a prescindere dalla sua condivisibilità, resta comunque molto affascinante.
"Nessun maggior segno d'essere poco filosofo e poco savio, che volere savia e filosofica tutta la vita" G. Leopardi

Avatar utente
io.gina93
Messaggi: 386
Iscritto il: 24 apr 2010, 01:29

Messaggio da io.gina93 » 16 mag 2010, 20:09

so che ci sono delle premiazioni martedi, ma non so dove e a che ora!!! XD

bhe il libro mi interessa, ma cmq ne ho altri 3 da leggere!!
Uno, lo volevo regalare a qualcuno ma poi ho cambiato idea, il secondo l'ho comprato con focus e l'autore è uno che vorrebbe convertire i non-matematici, il terzo l'ho vinto allo stage di ivrea!! :D

cmq accetto il pensiero e ti ringrazio!! ^^
magari sarà per un'altra, quando finirò di leggerne uno, così ce li possiamo scambiare (uno scambio equo!! :D)

cmq sto facendo platone, ma la sua visione sulla matematica non ci siamo ancora arrivati...

Avatar utente
Francutio
Messaggi: 1104
Iscritto il: 17 feb 2008, 08:05
Località: Torino

Messaggio da Francutio » 16 mag 2010, 21:18

Yeahh, entro anche io nella categoria dei possessori del libro "l'uomo che amava solo i numeri" XD

io.gina93 ha scritto:cmq sto facendo platone, ma la sua visione sulla matematica non ci siamo ancora arrivati...
Mmm, non ce l'ho presente neanche io :? e mi scoccia perchè Platone mi piaceva XD

credevo rientrasse nella visione della conoscenza in generale: reminescenza, maieutica...ma mi sa più di Socratico che di Platonico....oh, bè, anche Platonico volendo.

Hector sciogli anche questo dubbio :lol:

trugruo
Messaggi: 192
Iscritto il: 31 ago 2009, 15:04

Messaggio da trugruo » 16 mag 2010, 21:28

Credo intendesse la concezione platonica secondo cui la verità risiede in un mondo a parte(l'iperuranio) e ciò che l'uomo trova sulla terra è solo una copia illanguidita,sbiadita della verità pura che si trova solo nell'iperuranio.

Avatar utente
Hector
Messaggi: 105
Iscritto il: 29 apr 2010, 23:07

Messaggio da Hector » 17 mag 2010, 15:49

trugruo ha scritto:Credo intendesse la concezione platonica secondo cui la verità risiede in un mondo a parte(l'iperuranio) e ciò che l'uomo trova sulla terra è solo una copia illanguidita,sbiadita della verità pura che si trova solo nell'iperuranio.
sì, sostanzialmente le idee matematiche sono nel mondo dell'idee ( iperuranio), e sono perfette e superiori alle cose terrene. per accedere all'idea di Bene si deve prima passare dalla bellezza delle idee matematiche, che sono fisse e immutabili ( la matematica per Platone è una scienza assolutamente vera). Platone infatti invitava a fare filosofia solo gli ultra quarant'enni, che prima però dovevano avere un'idea di cosa fosse la geometria. ( non è un caso che il Fields vada solo ai giovincelli :wink:
tra l'altro per Platone la matematica è importante anche perchè parte da uno schiavo che capisce il teorema di Pitagora per sviluppare la teoria della nemesi nel Fedone se non sbaglio
principalmente quello che può essere contraddetto è che la matematica sia una scienza certa e che esista una bellezza metafisica, però come detto prima secondo me è una visione perlomeno molto suggestiva

vorrei far notare che di quel compito ho preso solo 7 :evil:

p.s. tutte le idee sono fisse e immutabili, non solo quelle matematiche
"Nessun maggior segno d'essere poco filosofo e poco savio, che volere savia e filosofica tutta la vita" G. Leopardi

Rispondi