Somma tra valori di diverso grado

Analisi, algebra lineare, topologia, gruppi, anelli, campi, ...
Avatar utente
Gatto
Messaggi: 487
Iscritto il: 25 nov 2007, 16:36
Località: Roma

Messaggio da Gatto » 27 nov 2009, 22:05

"Mi sento fortunato" su google:

http://it.wikipedia.org/wiki/Troll_%28Internet%29

P.S. Forse un topic simile dovrebbe finire quantomeno in birreria...
"Fu chiaro sin dall'inizio che ogni qual volta c'era un lavoro da fare, il gatto si rendeva irreperibile." (George Orwell - La fattoria degli animali)

Luca_S95
Messaggi: 18
Iscritto il: 27 nov 2009, 15:26

Messaggio da Luca_S95 » 27 nov 2009, 22:09

Maioc92 ha scritto:ma che diavolo è un troll??????
Guarda qui, ma è in inglese:
http://www.urbandictionary.com/define.php?term=troll
http://www.urbandictionary.com/define.php?term=trolling

fph
Site Admin
Messaggi: 3597
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00
Località: in giro
Contatta:

Messaggio da fph » 28 nov 2009, 02:07

Giovini (e meno giovini), che ne dite se la finiamo qui e dedichiamo i neuroni alla matematica?
Da moderatore, vi inviterei ad aggiungere qui sotto solo messaggi che parlino di matematica e non contengano niente che possa lontanamente essere scambiato per un insulto o un commento sarcastico. Grazie.
--federico
[tex]\frac1{\sqrt2}\bigl(\left|\text{loves me}\right\rangle+\left|\text{loves me not}\right\rangle\bigr)[/tex]

Avatar utente
SkZ
Messaggi: 3333
Iscritto il: 03 ago 2006, 21:02
Località: Concepcion, Chile
Contatta:

Messaggio da SkZ » 28 nov 2009, 03:48

come disse il saggio "non puoi sommare pere e mele, ma pere con pere, mele con mele".

Equazioni di sendo grado con unita' di misura si possono fare eccome: mai provato a calcolare l'energia di un corpo appeso ad una molla? ;)

Solo che tutta l'equazione deve essere consistente con le unita' di misura. Infatti questo controllo spesso viene fatto appunto per verificare che la formula sia corretta.
matematica: retta
$ ~y=mx+q $
fisica: moto uniforme
$ ~x[m]=v[\frac m s]t[s]+x_0[m] $
impara il [tex]~\LaTeX[/tex] e mettilo da par[tex]\TeX~[/tex]

Software is like sex: it's better when it's free (Linus T.)
membro: Club Nostalgici
Non essere egoista, dona anche tu! http://fpv.hacknight.org/a8.php

Tibor Gallai
Messaggi: 1776
Iscritto il: 17 nov 2007, 19:12

Messaggio da Tibor Gallai » 28 nov 2009, 04:48

Esatto, per quanto uno dia una definizione naif e facilona di unità di misura (o non la definisca affatto, come sembrate fare qui, peraltro con estrema quanto ingiustificata arroganza!), resta un dubbio: perché si possono moltiplicare tra loro unità di misura (esempio: cm^2) e non sommare?

Anche mia mamma riferiva fedelmente il mito della maestra elementare, che già ai suoi tempi diceva che non si possono sommare mele con pere. Ovviamente si tratta di una palese stronzata, e in effetti la storia non mi ha mai convinto, e mi ci sono dovuto inizialmente conformare per non far incazzare il Mondo. E' come dire che si possono mettere in un cesto 2 mele e 2 mele, ma non 2 mele e 2 pere. Quello che intende dire la maestrina in questione è semplicemente che 2 mele + 2 pere non fanno 4 mele, né 4 pere, ma restano 2 mele + 2 pere. In questo senso "non si possono sommare": non si possono sommare bovinamente i coefficienti, e grazie al piffero... Anzi, sono convinto che la stessa maestrina sarebbe più sgomenta all'idea di moltiplicare mele con mele (avete mai visto mele quadrate? ;) ), piuttosto che sommare mele con pere.

Detto ciò, Luca_S95, la domanda che poni pare molto legittima, sensata e ben argomentata. Lasciando stare la confutazione delle varie risposte più o meno trolleggianti, e che non mi sembra meritino repliche, mi limito a dire che l'equazione finale, secondo cui un cm è uguale a una certa funzione di x, può poi essere risolta algebricamente rispetto a x. Risolvendo, si ritrova (ovviamente!) il solito x=-20cm^2-10cm, che è l'equazione di partenza. Ora in questo puoi leggere tutte le spiegazioni filosofiche che vuoi, ma pensandoci bene non può essere altrimenti: poiché il centimetro è una costante, tu stai inizialmente definendo x come un'espressione costante. Quindi, comunque rigiri l'espressione, x continuerà a valere la stessa cosa. E' vano "risolvere rispetto a x", perché x è già fissato ed esplicitato in partenza... Ed anche il trucchetto di risolvere prima rispetto a cm è solo un rimescolamento algebrico della stessa espressione, che non sortisce in realtà alcun effetto. Tuttavia, sta di fatto che ogni deduzione che fai (i.e. i cosiddetti "passaggi algebrici") sia corretta.
[quote="Pigkappa"]Penso che faresti un favore al mondo se aprissi un bel topic di bestemmie da qualche parte in modo che ti bannino subito.[/quote]

Rispondi