vettori equidistanti

Analisi, algebra lineare, topologia, gruppi, anelli, campi, ...
Rispondi
scambret
Messaggi: 626
Iscritto il: 23 mag 2012, 20:49
Località: Acquarica del Capo

vettori equidistanti

Messaggio da scambret » 08 ott 2017, 15:06

Sia $A_n \subset \mathbb{R}^n$. Per ogni $u, v \in A_n$ sappiamo che la distanza $d(u,v)$ è costante.
Qual è la cardinalità massima di $A_n$?

Questo è un risultato noto? Nel caso, come è la dimostrazione?
"Volevo er milkshake, lo bbevo ogni morte dde papa"
"M anno buttato la crema solare, era de mi mamma"
"Me vie na congestione"
Panini che viaggiano molto velocemente verso la faccia di un tizio che risponde "I'm not hungry"

Aeroporto di Atene, 8 maggio 2015! Ancora nel cuore ITA4

matpro98
Messaggi: 401
Iscritto il: 22 feb 2014, 18:42

Re: vettori equidistanti

Messaggio da matpro98 » 08 ott 2017, 23:52

Di $\mathbb{R}^n$ non so molto, quindi potrei benissimo dire cavolate.

Voglio dimostrare che, detta $f(n)$ la quantità voluta, $f(n)=n+1$.

$f(n) \geq n+1$ perchè riesco a costruire un politopo regolare che soddisfa: per $n=1$ ho due punti (passo base). Suppongo che in $\mathbb{R}^n$ i vettori siano sull'equivalente di una sfera in $n$ dimensioni (per come li costruisco). Sia perciò $O$ il centro di tale (iper)sfera (e l'origine degli assi) e $y$ la proiezione dell'$n+1$-esimo vettore su $\mathbb{R}^n$, allora $y \equiv O$ perchè altrimenti l'$n+1$-esimo vettore non avrebbe la stessa distanza dagli altri $n$ (sono su un'ipersfera e quindi hanno lo stesso modulo). Ho quindi un politopo che soddisfa in $\mathbb{R}^{n+1}$ prendendo uno dei due vettori sull'asse (non entrambi perchè altrimenti la distanza tra i due sarebbe maggiore rispetto a tutte le altre coppie).

D'altra parte non esistono altre configurazioni perchè, ammettendo che gli $n$ vettori non abbiano circocentro, proiettando l'$n+1$-esimo su $\mathbb{R}^n$ non potremmo mai avere che le distanze tra l'$n+1$-esimo vettore e gli altri $n$ siano uguali (un cateto in comune e gli altri diversi).

ma_go
Site Admin
Messaggi: 1906
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00

Re: vettori equidistanti

Messaggio da ma_go » 10 ott 2017, 14:12

@matpro98: scusa, ma non capisco quasi nulla di quello che stai scrivendo.
matpro98 ha scritto: Suppongo che in $\mathbb{R}^n$ i vettori siano sull'equivalente di una sfera in $n$ dimensioni (per come li costruisco).
per inciso, questa si chiama sfera anche in dimensione alta. se proprio vuoi darle un nome (e vuoi farlo), chiamiamola $S^{n-1}$, e diciamo che è l'insieme dei vettori che stanno a distanza 1 dall'origine.
matpro98 ha scritto: Sia perciò $O$ il centro di tale (iper)sfera (e l'origine degli assi) e $y$ la proiezione dell'$n+1$-esimo vettore su $\mathbb{R}^n$, allora $y \equiv O$ perchè altrimenti l'$n+1$-esimo vettore non avrebbe la stessa distanza dagli altri $n$ (sono su un'ipersfera e quindi hanno lo stesso modulo).
eh?
cosa stai proiettando dove? e come? di chi è la proiezione $y$? non stai cercando di costruire $n+1$ vettori in $\mathbb R^n$?
matpro98 ha scritto: Ho quindi un politopo che soddisfa in $\mathbb{R}^{n+1}$ prendendo uno dei due vettori sull'asse (non entrambi perchè altrimenti la distanza tra i due sarebbe maggiore rispetto a tutte le altre coppie).
ehm. chi ti dice che l'altezza del simplesso regolare (sì, quello che stai costruendo si può chiamare $n$-simplesso) non può essere esattamente metà del lato? se così fosse, i due vettori sull'asse avrebbero la distanza voluta, e quindi potresti metterceli tutti e due. io ho dovuto fare il conto per convincermene (ma ci sta che ci sia una dimostrazione più ovvia).
matpro98 ha scritto: D'altra parte non esistono altre configurazioni perchè, ammettendo che gli $n$ vettori non abbiano circocentro, proiettando l'$n+1$-esimo su $\mathbb{R}^n$ non potremmo mai avere che le distanze tra l'$n+1$-esimo vettore e gli altri $n$ siano uguali (un cateto in comune e gli altri diversi).
anche qui: chi stai proiettando dove? chi ti garantisce che le proiezioni preservino le distanze? (per inciso, non lo fanno.)

un suggerimento generale: da' i nomi alle cose (nei limiti del ragionevole), e spiega meglio cosa stai facendo.
intuitivamente mi è chiaro cosa vuoi fare, ma giuro che da com'è scritto non capisco un'acca.

matpro98
Messaggi: 401
Iscritto il: 22 feb 2014, 18:42

Re: vettori equidistanti

Messaggio da matpro98 » 11 ott 2017, 08:39

Concordo sul fatto che è scritto male, mi scuso.


ma_go ha scritto:chi ti dice che l'altezza del simplesso regolare (sì, quello che stai costruendo si può chiamare nn-simplesso) non può essere esattamente metà del lato?
Questo non saprei comunque dimostrarlo, quindi: tentativo fallito. Grazie comunque delle precisazioni! :D

ma_go
Site Admin
Messaggi: 1906
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00

Re: vettori equidistanti

Messaggio da ma_go » 12 ott 2017, 11:17

nota che non sto dicendo che la strategia fosse sbagliata, eh...

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti