Relazioni non simmetriche tra coefficienti

Polinomi, disuguaglianze, numeri complessi, ...
Rispondi
Avatar utente
Tess
Messaggi: 258
Iscritto il: 15 set 2009, 14:20
Località: Maserada s. P.

Relazioni non simmetriche tra coefficienti

Messaggio da Tess » 19 apr 2010, 21:04

In un problema di qualche anno fa (non mi ricordo dove, forse di una gara a squadre) ho trovato un problema che riporto qui in modo un po' più semplificato.
Mi basterebbe che qualcuno mi suggerisse un metodo per risolverlo.

Sia $ x^2+ax+b $ un polinomio con radici $ x_1 > x_2 $ reali, come posso calcolare una relazione non simmetrica come $ x_1^2+x_2 $ oppure $ x_1^2x_2 $?

(Mi pare che il problema utilizzasse un polinomio cubico, ma dovrebbe essere basato sullo stesso concetto)

Spammowarrior
Messaggi: 282
Iscritto il: 23 dic 2009, 17:14

Messaggio da Spammowarrior » 19 apr 2010, 21:54

uhm, usare la formula delle radici di un polinomio non aiuta?

missà che se è cubico il discorso è diverso:
puoi sempre calcolare usando le formule delle radici, ma immagino che il programma olimpico non le richieda, quindi c'è un altro modo, ora ci penso su

Avatar utente
karl
Messaggi: 926
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00

Messaggio da karl » 19 apr 2010, 22:23

Devi simmetrizzare l'espressione al seguente modo:
Poni $ \displaystyle u=x_1^2+x_2,v=x_1+x_2^2 $
Quindi avrai il sistema :
$ \displaystyle \begin{cases}u+v=(x_1+x_2)+(x_1+x_2)^2-2x_1x_2\\uv=(x_1x_2)^2+(x_1x_2)+(x_1+x_2)^3-3(x_1x_2)(x_1+x_2)\\ \end{cases} $
Da esso ti ricavi u e v e poi ,in base alla condizione $ \displaystyle x_1>x_2 $ che nel nostro caso corrisponde
a $ \displaystyle u>v $ ,vedi qual è il valore giusto per u.In modo analogo procedi per qualunque altra espressione
(semi)simmetrica.

Avatar utente
Tess
Messaggi: 258
Iscritto il: 15 set 2009, 14:20
Località: Maserada s. P.

Messaggio da Tess » 20 apr 2010, 20:48

Grazie 1000 :D .
Ora provo a vedere se funziona con il problema originale (se riesco a trovarlo)!

Avatar utente
Maioc92
Messaggi: 778
Iscritto il: 21 apr 2009, 21:07
Località: REGGIO EMILIA

Messaggio da Maioc92 » 20 apr 2010, 23:45

karl ha scritto:in base alla condizione $ \displaystyle x_1>x_2 $ che nel nostro caso corrisponde
a $ \displaystyle u>v $
in questo per determinare il maggiore tra u e v mi pare necessaria una stima delle radici, perchè $ x_1>x_2 $ non implica $ x_1^2+x_2>x_1+x_2^2 $
Il tempo svela ogni cosa......ma allora perchè quel maledetto problema non si risolve da solo?!

Avatar utente
karl
Messaggi: 926
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00

Messaggio da karl » 21 apr 2010, 13:39

Quello che dice Maioc92 è vero ma almeno in questo caso una scelta
è sempre possibile senza ricorrere al calcolo delle radici.
Determiniamo infatti u-v :
$ \displaystyle u-v=x_1^2+x_2-x_2^2-x_1=(x_1-x_2)(x_1+x_2-1) $
Pertanto,essendo per ipotesi $ \displaystyle x_1>x_2 $,risulta che :
$ \displaystyle u>v \text{ se }x_1+x_2>1,u<v \text{ se }x_1+x_2<1,u=v \text{ se }x_1+x_2=1 $
E lo spirito del quesito resta così rispettato.
Ovviamente se non ci sono le condizioni per una scelta precisa le soluzioni
diventano due ed u può assumere l'uno o l'altro dei valori che scaturiscono
dal sistema che ho proposto.

Rispondi