aiuto

Un forum per discutere di tutto quello che non riguarda la matematica!

Moderatore: tutor

Bloccato
dylan
Messaggi: 1
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00

Messaggio da dylan » 01 gen 1970, 01:33

Qualcuno mi aiuta a risolvere questo esercizio ???
<BR>
<BR>
<BR> Due corpi P e Q, di masse rispettive mP=30 Kg e mQ= 10 Kg, collegati tramite una
<BR>carrucola (senza attriti) da una fune inestensibile e di massa trascurabile, sono
<BR>collocati su due piani inclinati contigui AB e AC. I punti B e C sono allineati orizzontalmente. Il piano AB è lungo 5 m, il piano AC è lungo 10 m, il segmento AH (perpendicolare a BC) misura 4 m (vedere figura).Nell\'istante iniziale il corpo P, collocato sul piano AB, è fermo a contatto con il
<BR>il puntoA; il corpo Q è fermo a contatto con il punto C. Nell\'ipotesi che l\'attrito tra i corpi e i piani
<BR>sia trascurabile, calcolare (g=9.8 m/s2) :
<BR>1) il modulo dell\'accelerazione di P durante la sua discesa da A a B;
<BR>2) la tensione della fune durante tale discesa.
<BR>Nell\'ipotesi che tra i corpi e i piani il coefficiente d\'attrito statico µs sia identico,
<BR>3) calcolare per quale valore minimo di questo coefficiente il sistema rimane in
<BR>equilibrio.
<BR>Nell\'ipotesi che il coefficiente di attrito dinamico tra i corpi e i piani sia µd=0,2 ,
<BR>partendo dalle stesse condizioni iniziali del caso precedente, calcolare:
<BR>4) il lavoro degli attriti durante l’intera discesa;
<BR>5) l\'energia cinetica del corpo P al termine della discesa.
<BR>

Gufetto86
Messaggi: 18
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00
Località: L\'Aquila

Messaggio da Gufetto86 » 01 gen 1970, 01:33

ciao,ho provato a fare l\'esercizio che hai proposto...spero le soluzioni siano giuste!
<BR> all\'inizio per sapere l\'accellerazione di p,noi sappiamo la somma delle forze agenti su quel corpo deve essere uguale a ma,quindi
<BR> m(p)g sen(a)=m(p)a(p)
<BR>sen(a)=AH/AB
<BR>quindi
<BR>a(p)=7.84 m/s2
<BR>per trovare la tensione della fune devi mettere a sistema
<BR>
<BR>-m(q)g sen(b)+ T=m(q)a
<BR>m(p)g sen(a)- T=m(p)a
<BR>
<BR>ricordo che sen(b)=AH/AC
<BR>preso come verso positivo dell\'accellerazione quello da A verso B.
<BR>
<BR>si risolve sostiutendo a e si trova che T= 88,2N.
<BR>per l\'equilibrio si sa che la somma delle forze esterne e dei momenti è uguale a zero...
<BR>usando solo quella delle forze e mettendo l\'origine degli assi dove è la carrucola si trova che
<BR>
<BR>m(q)sen(b)+m(p)sen(a)-T(q)-T(p)-Fa(p)-Fa(q)=0
<BR>Fa(p)=m(p)gcos(a)us us=coeff.attrito statico
<BR>Fa(q)=m(q)gcos(b)us
<BR>T(p)=T(q)=T
<BR>
<BR>quindi si ottiene
<BR>
<BR>m(q)sen(b)+m(p)sen(a)-2T=[m(p)gcos(a)+m(q)gcos(b)]us
<BR> us=0.37
<BR>il lavoro svolto delattrito sul masso p è
<BR> L=- m(p)gcos(a)ud*AB= -176.4J
<BR>stessa cosa farlo per il masso q e infine sommarli...
<BR>per trovare l\'energia cinetica su p
<BR>sappiamo che quella potenziale finale,e quella cinetica iniziale sono zero,quindi
<BR>
<BR>E=kf-Ui+L=0
<BR>kf=Ui-L
<BR>Kf=1352.4 J
<BR>
<BR>spero vada bene...Buona Epifania

Gufetto86
Messaggi: 18
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00
Località: L\'Aquila

Messaggio da Gufetto86 » 01 gen 1970, 01:33

qualcuno può dirmi se il problema è risolto bene o meno?così semmai posso regolarmi...grazie!

Bloccato

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite