Matematica....

Un forum per discutere di tutto quello che non riguarda la matematica!

Moderatore: tutor

tmart
Messaggi: 163
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00
Contatta:

Messaggio da tmart » 01 gen 1970, 01:33

E comunque non sono un poeta e ogni parola aggiunta deturpa [non so come dirlo in altre parole <IMG SRC="images/forum/icons/icon_razz.gif"> ]di più quel che provo.
[tex]\Im^\heartsuit_\TeX[/tex]

smarty
Messaggi: 10
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00
Località: Francia

Messaggio da smarty » 01 gen 1970, 01:33

Ciao a tutti <IMG SRC="images/forum/icons/icon_smile.gif">
<BR>Io sono certo la meno titolata a rispondere in merito all\'argomanto, ma mio padre è un matematico e ad oggi non mi ha parlato d\'altro che di matematica fisica logica arte e religione.
<BR>Per il reto non esiste<IMG SRC="images/forum/icons/icon_frown.gif">
<BR>
<BR>Da quanto ho capito, vedi i numeri irrazionali e la \"discontinuità\" lineare di un Hilbert, o Frege o Gödel (in una teoria esiste almeno una proposizione apartenente alla teoria o deducibile entro la teoria di cui non si può dire né che è vera né che è falsa, a meno di rinunciare ad almeno uno dei principi fondativi della teoria stessa, cioè la sua consistenza o la sua completezza), detto anche teorema di incomletezza \"semantica\" di Gödel; senza dimenticare la recente teoria dei frattali di Mandelbrot e il suo paradosso della misura della Gran Bretagna basata sull\'invarianza delle scale che perverrebbe all\'impossibilità di tale misura e che nella teria del Caos è anche nota, o ameno contemplata, nel calcolo \"caotico\" delle variazioni climatiche, dove una minima variante ha la possibilità di generare enormi conseguenze su larga scala: il volo della farfalla in una piazza di Pechino. ecc...
<BR>
<BR>Pure Russel con la sua teoria dei tipi e chi più ne ha più ne metta, ci riconducono all\'antico paradosso di Epimenide.
<BR>
<BR>Il problema è sempre lo stesso, sia nei linguaggi naturali sia in quelli formali: le proposizioni autoreferenti, almeno così in apparenza.
<BR>
<BR>Il vero problema di ogni teoria è il rapporto che intercorre tra la verità \"teorica\" e la verità \"reale\".
<BR>
<BR>La nostra conoscenza, di qualunque tipo essa sia è sempre teorica.
<BR>Questo è il punto.
<BR>Teorico è pure il linguaggio naturale che, diversamente da gli altri linguaggi, risulta alla fine essere il più potente: è talmente potente da includere e utilizzare la contraddizione, in modo \"naturale\" e \"incosapevole\".
<BR>
<BR>Infatti, a ben vedere, il problema ultimo è proprio nel concetto di identità, che è a fondamento di tutti gli altri concetti o principi della razionalità umana.
<BR>
<BR>Quando possiamo effettivamente dire che \"a\" è uguale ad \"a\"?
<BR>Probabilmente mai, o comunque \"mai\" è la risposta più ragionevole.
<BR>
<BR>Ciò non significa sfociare nel \"panta rei\" di Eraclito, ovvero non nel senso di questo antico saggio.
<BR>
<BR>Ciò che oggi sappiamo meglio degli antichi è che ogni verità è non solo teorica ma vale solo nell\'ambito della teoria entro cui è stata stabilita.
<BR>
<BR>Dunque, ancora teorie.
<BR>
<BR>E allora?
<BR>Non c\'è nulla di male in questo, solo la delineazione di un limite.
<BR>Infatti proprio questo è il punto: stabilire un limite, una misura è inaugurare un nuovo ambito di ricerca.
<BR>
<BR>Si tratterà sì di un\'altra serie di \"verità\", ma la nostra conoscenza del mondo che ci circonda si approssimerà sempre più e sempre meglio riusciremo non tanto a dimostrare questo o quello ma a descrivere questo o quello.
<BR>
<BR>In ciò possiamo dire che le matematiche e le scenze \"esatte\", come un tempo si chiamavano, oggi altrimenti definite non a caso \"dure\" o \"fondanti\" sono arte.
<BR>
<BR>C\'è una bellezza sconfinata in una dimostrazione, non lo dico per vezzo.
<BR>E\' una creazione pura dello spirito dell\'uomo, come una poesia, un quadro, una statua, una cattedrale.
<BR>
<BR>Tutto ciò che appartiene all\'uomo è razionale.
<BR>Allora, quale il senso che ricercava SoN_NYO?
<BR>
<BR>
<BR>La bellezza di ogni atto umano, la sua fantasia, il suo rigore, la sua razionalità, il suo lavoro, la sua passione, il suo amore e la sua dedizione a un progetto.
<BR>
<BR>Ho \"incollato\" qui sotto la \"nota a margine\" di SoN_NYO, che non intendo assolutamente offendere, e che rispetto nelle sue idee.
<BR>
<BR>Mi sia permesso però di esprimere la mia amarezza, perché questa sua posizione pessimistica, agnostica, cinica, banalmente cinica, rappresenta il punto di partenza della sconfitta dell\'uomo e della sua intelligenza, del suo compito, della sua missione benefica, costruttiva, ecumenica, in una parola, del suo \"innato\" amore.
<BR>
<BR>Smarty <IMG SRC="images/forum/icons/icon_cool.gif">
<BR>
<BR>=SoN_NYO= res. sezione Warcraft3 SON clan, la vera devastazione inizia ORA! I filosofi parlano con DIO, i matematici parlano con i filosofi, i fisici parlano con i matematici e tutti gli altri parlano tra loro!<--ma che grandissima ca**ata!!!
<BR>

tmart
Messaggi: 163
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00
Contatta:

Messaggio da tmart » 01 gen 1970, 01:33

Pensi anche tu quindi che sia un\'arte?
[tex]\Im^\heartsuit_\TeX[/tex]

Bloccato