L\'inutilità del nove e del dieci!

Un forum per discutere di tutto quello che non riguarda la matematica!

Moderatore: tutor

Deca
Messaggi: 82
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00
Località: Polcenigo

Messaggio da Deca » 01 gen 1970, 01:33

che poi è ovvio.
<BR>il 10 serve perchè altrimenti chi li sfotte quelli che prendono 9?
<BR>
<BR>lo stesso discorso alla maturità, non ci fosse stato il 100 chi la prendeva per il culo la mia compagna spaccamaroni che arriva a 98?
<BR>
<BR>(secondo me ti fai queste domande solo perché ti piace sbrodolarti addosso.)
ci son nuvole in certe camere.. e meno ombrelli di quel che pensi...

Delta
Messaggi: 49
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00
Località: Pavia

Messaggio da Delta » 01 gen 1970, 01:33

Io di questi problemi non ne ho: infatti il 90% dei miei prof ha abolito il 9 e il 10 dalla scala di voti, con l\'eccezione della prof di mate che nell\'orale dà 7 a chi sa tutto il libro a memoria (bontà sua...)

colony
Messaggi: 33
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00

Messaggio da colony » 01 gen 1970, 01:33

la proposta di abolire il 9 e il 10 è una totale assurdità, non capisco che senso abbia...il discorso è che chi si impegna non deve essere premiato oppure che la scala decimale non funziona bene??? al di là dell\'uso che fanno i singoli professori dei voti, il sistema garantisce a chi più si interessa e studia la possibilità di ottenere non solo delle soddisfazioni personali (che io penso siano importantissime...) ma anche il successo nella vita. mi sembri come uno conosco che è stato capace di dire al prof di matematica che il compito che stava riconsegnando corretto era troppo difficile perchè tutti dovrebbero poter prendere 10...ma allora dov\'è la distinzione tra chi si applica e chi no??? la tua è una specie di predica al semi-disimpegno \"perchè tanto non ha nessun senso prendere 9 o 10\"????

Avatar utente
bh3u4m
Messaggi: 547
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00
Località: Milano

Messaggio da bh3u4m » 01 gen 1970, 01:33

I 9 ed i 10 per me si possono lasciare, e gli insegnanti dovrebbero darli a chi se li merita senza restringere la scala (restrizione che discrimina i propri studenti a vantaggio di quelli che hanno insegnanti più concessivi).
<BR>Certamente chi ha voti più alti ne potrà trarre vantaggi in vita, ma dubito che conoscere qualche poesia di un maniaco sessuale quale era Catullo (per citarne uno) possa essere d\'aiuto ad un ingegnere o ad un matematico.
<BR>Con ciò non voglio dire che non si debba apprendere la cultura, ma che si tratti di una materia libera, ciascuno di noi può interessarsi di tutto, coltivare i propri interessi per gli autori che vuole e non essere soggetto ad un programma scolastico che ipone con forza una certa cultura.
<BR>La cosa che più odio di questo sistema di valutazioni sono i voti strani (n/n+1, n e mezzo / n+1, e così via...) che sono poco chiari.
<BR>Penso che il sistema in 30° dell\'università sia più ordinato e non sarebbe male importarlo anche nelle medie inferiori e superiori.
In the break of new dawn
My hope is forlorn
Shadows they will fade
But I'm always in the shade
Without you...

My Selene - Sonata Arctica

cga
Messaggi: 45
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00

Messaggio da cga » 01 gen 1970, 01:33

ehi Deca
<BR>io dubito sulla presenza della vergine in classe <IMG SRC="images/forum/icons/icon_eek.gif">

Livia
Messaggi: 35
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00
Località: Pisa

Messaggio da Livia » 01 gen 1970, 01:33

Diamine
<BR>Mi sarebbe piaciuto beccare la discussione al momento giusto
<BR>E\' tardi ma ci provo ugualmente: allora, premesso che sono una studentessa di Filosofia (con una bella media del 28 per la quale non mi sforzo più di tanto; devo ammettere però che due esami sul teorema di Godel (diamine l\'alt+148 non funziona, lo lascio così perchè Goedel scritto così è un orrore) mi hanno dato non poco filo da torcere, ma li ho affrontati come un samurai e ce l\'ho fatta, tra l\'altro bellissimi) e al liceo quella ignorante della mia ex-prof (autrice della frase \"Più tanti venite, più meno pagate\" e convinta coniatrice di parole come \"interpretrare\" e cose amene) vi giuro davvero forse la persona più ignorante che abbia mai incontrato, prof di FILOSOFIA, non spiegava. Leggeva il libro.
<BR>E anche male.
<BR>
<BR>E siccome sapeva che io ero l\'unica a cui fregasse qualcosa della materia e non studiavo a memoria, ad ogni lezione io dovevo andare alla lavagna e schematizzare in tempo reale ciò che lei leggeva. Operazione che, come potete immaginare, oltre a non essere comoda (stavo tutta l\'ora in piedi sotto l\'esame attento dei miei compagni di classe, una massa di cretini per quasi la sua totalità) non era neanche facile.
<BR>
<BR>Ma io ero contenta: vedevo riconosciuta la mia passione. E quando qualcuno voleva decifrare il libro di Filosofia, veniva da me, e non dalla prof. Ciò mi gratificava, oltre al fatto ovvio che ai suoi compiti in classe ho sempre avuto i massimi voti. Ma chissà quanto valevano, da una ignorante così.
<BR>
<BR>Comunque, la cosa mi interessava marginalmente. Anche perchè ero la migliore, e lo dico davvero, perchè a nessuno fregava nulla di imparare qualcosa, in classe mia. A nessuno. Volevano solo i voti, non capivano una domanda fatta con interesse (tant\'è che hanno detto che io facevo le domande per leccare) (un\'assurdità mai vista). Ma è una caratteristica del paese da dove provengo, e lo dico con sincero dispiacere.
<BR>
<BR>Fatto sta che un bel giorno (io ero in 5 liceo) ai ragazzi della quinta dell\'anno prima viene in mente di vendicarsi delle azioni di quella donna spregevole, se posso chiamarla donna, e le scrivono parolacce col suo nome completo sulla strada davanti alla scuola, le sfondano il campanello di casa, le scrivono le stesse parolacce davanti casa e mandano una lettera piena di improperi alla preside per convincerla a mandare via la sciagurata prof. Suddetti ragazzi ci aveva preannunciato la cosa l\'anno prima nei bagni del liceo.
<BR>
<BR>Ora dovete sapere che io ero di banco con una ragazza che poverina studiava tantissimo, ma la prof visto che questo non sapeva valutarlo, o non gliene fregava nulla, e cmq odiava quella lì, le dava sempre 5. Potete immaginare il disappunto della suddetta ragazza. Allora lei ha chiamato i genitori per farli parlare con la prof...Non l\'avesse mai fatto. La prof l\'ha iniziata ad odiare profondamente, a fare battutine in continuazione su di lei in classe (e i compagni ridevano anche, immaginatevi che persone), e ovviamente quando è successo il fattaccio la prima indiziata è stata lei. Alè. La trattava davvero bruscamente, ad un compito in classe mi ha detto<IMG SRC="images/forum/icons/icon_frown.gif">testuali parole!!) (sapeva che io le avrei passato il compito) \"Tu! Alzati da lì e siediti di là!!\"
<BR>Non mi aveva mai trattato così, mai. E l\'ha detto con un tono che si meritava di essere frustata, credo.
<BR>
<BR>Io...In lacrime(maledetta me), le ho detto: \"Ma lei! Non può accusare così le persone senza sapere le cose!Perchè non crede a quello che le diciamo?Non può fare così con la gente!!\".
<BR>A quel compito (perchè poi l\'ho fatto), ho preso 9 e mezzo.
<BR>
<BR>Alè anche per me. Ha iniziato a odiare anche me. Pensava fossi coinvolta nel fattaccio.
<BR>Morale della favola: mi ha portato agli esami con 9, gli altri candidati al 100 come me li ha portati col 10, e non se lo meritavano assolutamente, credetemi, gente che studiava a memoria, persone spregevoli, capaci di fare tutto per un voto in più, opportunisti, lecchini (loro si che prendevano il caffè e lo portavano ai prof a ricreazione), egoisti, e ne avrei altre tante ancora da dire.
<BR>
<BR>PER CUI C***O SI CHE C\'è DIFFERENZA TRA UN 9 E UN 10.
<BR>
<BR>Ora mi sento meglio.
<BR>
<BR>Non avevo mai raccontato le torture psicologiche che ho subito al liceo...
<BR>Potrei scriverci un libro.
<BR>
<BR>Per Jack: come al solito superlativo. Comunque anche io odio con tutto il cuore quel bigotto di Kant, e già mi sto disperando perchè mi tocca studiarlo, finora l\'ho evitato <IMG SRC="images/forum/icons/icon27.gif">
<BR>
<BR>
<BR>Per tutti: LEGGETE E STUDIATE. Siamo nella società degli opinionismi, del qualunquismo e del sapere dei cretini le solite nozioni che i media ci propinano, tutti con le stesse parole, parliamo tutti con le stesse parole che ci infilano nella testa.
<BR>Il sapere rende liberi, a tutte le età. Io ho perso del tempo, e ne perdo in continuazione quando non leggo e non studio, e non sapete quanto rimpiango le cose che non ho studiato bene al liceo e che ora faccio molta più fatica ad imparare.
<BR>Interessatevi alle cose, incuriositevi del mondo, guardate e \"riempitevi gli occhi di meraviglie\" come dice Bradbury*. E\' l\'augurio più bello che posso farvi.
<BR>
<BR>Livia
<BR>
<BR>
<BR>
<BR>--------------------
<BR>* Ray Bradbury, \"Fahrenheit 451\" . Leggetelo e scoprirete che la realtà che ci circonda non è poi tanto diversa. Tra l\'altro si trova in edizione economica a 6 euro, credo,.

germania2002
Messaggi: 821
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00
Località: Cosenza
Contatta:

Messaggio da germania2002 » 01 gen 1970, 01:33

tecnicamente anche leggendo delle cose su un forum di media qualità (questo ed altri) stò studiando.
<BR>tecnicamente anche quando guardo google news....
<BR>etc...
<BR>
<BR>Cmq per me i professori descritti da Livia sono, ahimè, la maggioranza. prendono in odio o in simpatia le persone, spesso, sbagliate.
<BR>Comq dice Francesco, in questo modo è bravo chi trova il metodo per fragare la gente (vedi lecchini e cose varie)[addsig]
"un uomo deve migliorare di qualcosa il mondo, se si vuole sentire realizzato..."
"Deutschland der beste Staat!"
[url:pvcj9bic]http://www.grid.org[/url:pvcj9bic] (pc vs cancro,sars,peste)

Bloccato