Scelte del futuro

Un forum per discutere di tutto quello che non riguarda la matematica!

Moderatore: tutor

Bloccato
cip
Messaggi: 1
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00

Messaggio da cip » 01 gen 1970, 01:33

Salve a tutti! questo è il primo messaggio che mando quindi non so bene cosa verrà fuori. Comunque, per risponderti: secondo me dovresti fare la cosa che ti piace di più, quella che saresti disposto ad approfondire per ore e ore, magari senza arrivare a niente però divertendoti molto.
<BR>Ho letto un libro, \"Zio Petros e la Congettura di Goldbach\", dove si dice:\"Mathematicus nascitur, non fiat\". Secondo voi è vero? Uno come fa a sapere se è tagliato x la matematica o no? Basta il piacere personale e l\'impegno x migliorare o ci vuole sempre e comunque qualcosa in più di innato?forse voi sapete rispondere.

Biagio
Messaggi: 535
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00
Località: Piacenza

Messaggio da Biagio » 01 gen 1970, 01:33

ben arrivvato cip, anch\'io l\'ho letto quel libro, è bellissimo.Secondo me però non è vero che matematici si nasce, è però vero che se uno fin da bambino comincia a sviluppare un certo tipo di ragionare, alla quale ci aggiunge un bel po\' di passione e tanto lavoro(e studio), non vedo motivi perche\' uno non possa diventare un Matematico...Tabula rasa!!
<BR>ps:quando scrivi un messaggio in risposta a qualcosa seleziona la voce \"rispondi\" così non fai un forum nuovo.
<BR>

ma_go
Site Admin
Messaggi: 1906
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00

Messaggio da ma_go » 01 gen 1970, 01:33

io sono un po\' più radicale: bisogna essere predisposti per essere imo-boys, di questo do atto ai fortunati che ci sono stati (e su questo forum sono molti).
<BR>per una laurea in matematica, un futuro nel mondo del lavoro, basta allenamento e una certa predisposizione eteronomo-educativa (si vede che sono uno dei 200 che sta studiando kant??)

Avatar utente
W28
Messaggi: 448
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00
Località: Tra Castellammare e Napoli

Messaggio da W28 » 01 gen 1970, 01:33

\"Matematici si nasce ed io non nacqui\" <IMG SRC="images/forum/icons/icon27.gif">
<BR>
<BR>In effetti, credo che è l\'ambiente esterno che ti predispone a qualche attività.
<BR>
<BR>Per esempio ho imparato grazie ha mia madre la numerazione a tre anni scendendo dalle scale (questo mi ha determinato la mia caratteristica eversiva di fare filosofia e matematica insieme)
<BR>
<BR>(si vede che sto studiando Rosseur mentre dovrei fare le matrici).
<BR>
<BR>Ha proposito se domani m’interroga e le dico la trama di \"matrix\" quando mi metterà ?
<BR>[addsig]
Voglio sapere come Dio ha creato questo mondo voglio sapere i suoi pensieri tutto il resto è dettaglio (A.Einstein)

W29
Messaggi: 17
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00
Località: Severipoli
Contatta:

Messaggio da W29 » 01 gen 1970, 01:33

<!-- BBCode Quote Start --><TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE>
<BR>Per esempio ho imparato grazie ha mia madre la numerazione a tre anni scendendo dalle scale
<BR></BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE><!-- BBCode Quote End -->
<BR>
<BR>ogni volta che sbagliavo un numero mi buttavano giù dalle scale, per quello sono rimasto cerebralmente danneggiato
Voglio sapere come Dio ha creato questo mondo.
Voglio conoscere i suoi pensieri.
Il resto è dettaglio.
A. EINSTEIN

germania2002
Messaggi: 821
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00
Località: Cosenza
Contatta:

Messaggio da germania2002 » 01 gen 1970, 01:33

No, la numerazione non l\'hai imparata scendendo le scale.......
<BR>studi psicologici \"Il pallino della matematica\" Mondadori.
<BR>Tutti abbiamo una protoabilità di saper contare, è basilare per l\'evoluzione di una specie e per la sua sopravvivenza:
<BR>scelgo quale ramo ha più frutti, quale ruscello ha più pesci, etc...
<BR>la numerazione sembra venirti spontanea, ma in fondo l\'hai già dentro, la raffini solamente.
<BR>
<BR>per il fatto che matematici si nasce, bè secondo me, per certi versi si e per altri no, mi spiego:
<BR>(escludendo quelli con problemi fisici all\'encefalo)
<BR>
<BR>Ognuno di noi ha 8 macrointelligenze (matematico-logica; verbale, musicale, visiva, morale, sociale, naturalistica, motoria), che alla nascita sono tutte predisposte per la sopravvivenza nella natura selvaggia (tipo 10.000 a.c.), ma fin da quando il bambino inizia a sentire e a vedere (questo già nella pancia) si evolvono secondo l\'ambiente e la genetica.
<BR>Se tutti abbiamo una potenzialità di 100 per ogni intelligenza, nasceremo con una più sviluppata e un\'altra di meno. naturalmente allenare e portare al massimo dello sviluppo un\'intelligenza arretrata comporta più fatica (fatica=volonta) e và contro il principio naturale dell\'efficenza, quindi uno che nasce con l\'int mate sviluppata allenerà molto probabilmente quella perchè è predisposto maggiormente.
<BR>Quindi riassumendo, uno che nasce, secondo me, con l\'int mate sviluppata potenzialmente e anche praticamente è un grande matematico, uno che nasce con l\'int mate arretrata potenzialmente è un grande matematico, ma praticamente no....e solo se avrà volontà lo diverrà.[addsig]
"un uomo deve migliorare di qualcosa il mondo, se si vuole sentire realizzato..."
"Deutschland der beste Staat!"
[url:pvcj9bic]http://www.grid.org[/url:pvcj9bic] (pc vs cancro,sars,peste)

ma_go
Site Admin
Messaggi: 1906
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00

Messaggio da ma_go » 01 gen 1970, 01:33

evviva focus...
<BR>marea di puttanate, secondo me... scusa la causticità, ma io individuo massimo 6 intelligenze:
<BR>matematica
<BR>linguistica
<BR>motoria
<BR>artistica
<BR>pratica
<BR>relazionale
<BR>che poi non sono certo separate le une dalle altre... è molto facile che chi sviluppa intelligenza matematica sviluppi anche quella linguistica (e w28/29 è l\'esempio lampante di quanto spesso capiti che uno non sviluppi nessuna delle due), chi sviluppa quella motoria spesso sviluppa quella pratica... e ricordiamo che quella matematica è anche artistica...
<BR>comunque... è tutta una cazzata, alla fine... perché le \"intelligenze\" non sono forme a priori, ma forme acquisite dall\'educazione e dall\'ambiente, secondo me...
<BR>non so perché abbia scritto questo post.

germania2002
Messaggi: 821
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00
Località: Cosenza
Contatta:

Messaggio da germania2002 » 01 gen 1970, 01:33

focus???????
<BR>ma chi l\'ha detto, io veramente ho fatto una ricerca su google è ho trovato il professor martin Gardner......
<BR>Poi è sostenta da parecchi libri, e comunque la psicologia sperimentale in effetti è ai primordi.
<BR>Cmq uno che si inventa un racconto è catalogato nell\'intelligenza verbale? bò!
"un uomo deve migliorare di qualcosa il mondo, se si vuole sentire realizzato..."
"Deutschland der beste Staat!"
[url:pvcj9bic]http://www.grid.org[/url:pvcj9bic] (pc vs cancro,sars,peste)

edony
Messaggi: 204
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00
Località: Salerno

Messaggio da edony » 01 gen 1970, 01:33

secondo me invece l\'intelligenza è innata...come si spiega infatti che persone che nascno e crescono in ambienti mooolto simili hanno poi un rendimento completamente diverso già dalle elementari?.E\' ovvio che poi l\'educazione influenza molto la psiche,soprattutto come metodo di ragionamento.Quindi,alla fine, secondo me è un mix tra potenzialità, e sviluppo di queste potenzialità

germania2002
Messaggi: 821
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00
Località: Cosenza
Contatta:

Messaggio da germania2002 » 01 gen 1970, 01:33

ecco, più o meno il ragionamento ipotetico che faccio io.
<BR>abbiamo tutti una potenzialità 100 ma ognuno nasce con un certo grado di sviluppo in ogni intelligenza, etc.. (lo devo aver già scritto)
<BR>Fatto stà che, io non posso fare granche (solo ipotesi) visto che non ho fatto nessun test su persone.
"un uomo deve migliorare di qualcosa il mondo, se si vuole sentire realizzato..."
"Deutschland der beste Staat!"
[url:pvcj9bic]http://www.grid.org[/url:pvcj9bic] (pc vs cancro,sars,peste)

Bloccato