Ma 0^0...

In quest'area i ragazzi fanno proposte ai responsabili provinciali

Moderatore: tutor

Avatar utente
XT
Messaggi: 695
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00
Località: Piacenza

Messaggioda XT » 01 gen 1970, 01:33

..quanto dà?
"Signore, (a+b^n)/n=x, dunque Dio esiste!" (L.Euler)

Spider
Messaggi: 147
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00
Località: San Cono (CT)
Contatta:

Messaggioda Spider » 01 gen 1970, 01:33

Se non erro non è stato definito. <BR> <BR>Ciao, Spider

Avatar utente
Antimateria
Messaggi: 651
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00
Località: Vergate sul Membro

Messaggioda Antimateria » 01 gen 1970, 01:33

Se lo dovessi definire io, porrei 0^0=1, per varissimi motivi, tra cui il fatto che lim(x->0+) x^x = 1. Per la definizione ufficiale, mi rimetto al giudizio di K2... <BR> <BR> <IMG SRC="images/forum/icons/icon_razz.gif">

Avatar utente
XT
Messaggi: 695
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00
Località: Piacenza

Messaggioda XT » 01 gen 1970, 01:33

Erano esattamente le due versioni che si discutevano, ma se mi confermate che quella ufficiale è la prima...grazie.
"Signore, (a+b^n)/n=x, dunque Dio esiste!" (L.Euler)

DD
Messaggi: 644
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00
Località: Pisa, talvolta Torino

Messaggioda DD » 01 gen 1970, 01:33

<!-- BBCode Quote Start --><TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE> <BR>Se lo dovessi definire io, porrei 0^0=1, per varissimi motivi, tra cui il fatto che lim(x->0+) x^x = 1. <BR></BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE><!-- BBCode Quote End --> <BR>Mah... lim (x-> 0) 0^x=0 (anche se tu potresti rispondermi con lim (x-> 0) x^0=1), direi che possimao farne anche a meno
[img:2sazto6b]http://digilander.iol.it/daniel349/boy_math_md_wht.gif[/img:2sazto6b]

jack_202
Messaggi: 33
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00
Località: Chieti
Contatta:

Messaggioda jack_202 » 01 gen 1970, 01:33

Il discorso del limite è un po\' fazioso... <BR> <BR>0^0 = 0^(2-2) = (0^2)/(0^2) = 0/0 <BR> <BR>dunque ammettere 0^0=1 è pressochè come ammettere 0/0=1... <BR>anche se lim(x->0) x/x = 1 non possiamo passare dal limite all\'uguaglianza! <BR> <BR>

Spider
Messaggi: 147
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00
Località: San Cono (CT)
Contatta:

Messaggioda Spider » 01 gen 1970, 01:33

Secondo me sarebbe logico definire 0^0 come indeterminato, così come 0/0, per lo stesso motivo esposto da jack: 0^2 / 0^2 = 0/0 ma anche 0^0 per cui 0^0 potrebbe essere considerato uguale a 0/0... ma alla fin fine è solo questione di convenzioni <IMG SRC="images/forum/icons/icon_smile.gif"> <BR> <BR>Ciao, Spider

Ospite

Messaggioda Ospite » 01 gen 1970, 01:33

0^0 è una \"forma indeterminata\". Questo non significa che non si sa il risultato, ma che questo risultato è diverso da caso a caso; in altre parole il risultato dipende dal limite che si sta calcolando (tra l\'altro è sempre possibile \"trasformare\" la forma 0^0 nell\'altra forma indeterminata 0/0). Uno dei procedimenti classici per togliere l\'indeterminazione consiste nell\'applicare la regola di \"de L\'Hopital\" (qualcuna lo chiama Hospital...) alias Guy Francois, matematico dilettante della fine del \'600 il cui titolo nobiliare era, appunto, Marchese de L\'Hopital. <BR>k2 <IMG SRC="images/forum/icons/icon_wink.gif">

Avatar utente
XT
Messaggi: 695
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00
Località: Piacenza

Messaggioda XT » 01 gen 1970, 01:33

E quale sarebbe questo metodo?
"Signore, (a+b^n)/n=x, dunque Dio esiste!" (L.Euler)

Ospite

Messaggioda Ospite » 01 gen 1970, 01:33

Nel forum è difficile esporlo nel dettaglio. Lo trovi nei testi di matematica di quinta liceo. Per farla brevissima, il limite del rapporto f(x)/g(x) è uguale al limite del rapporto fra le derivate prime f\'(x)/g\'(x). E\' il caso però di approfondire l\'argomento su uno dei testi citati all\'inizio.

Nello
Messaggi: 101
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00
Località: Succivo(CE)

Messaggioda Nello » 01 gen 1970, 01:33

Salve <BR>Arriviamo ad un compromesso: <BR>Allora qualunque numero elevato a 0 è uguale a 1 n^0=1 <BR>Allora 0 con qualunque numero si moltiplichi da 0 0xn=0 <BR>Quindi io proporrei::::: 0,5!!!!! <BR>Clap clap clap <BR>Grazie,grazie,niente nobel x favore.... <BR>scherzo,non ho la + vaga idea,eheheheheh. <BR>Panta rei <IMG SRC="images/forum/icons/icon27.gif">
Qualunque cosa tu faccia, falla con stile.(F.Mercury)

Avatar utente
XT
Messaggi: 695
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00
Località: Piacenza

Messaggioda XT » 01 gen 1970, 01:33

... <IMG SRC="images/forum/icons/icon_eek.gif"> <IMG SRC="images/forum/icons/icon_eek.gif"> <IMG SRC="images/forum/icons/icon_eek.gif"> ...
"Signore, (a+b^n)/n=x, dunque Dio esiste!" (L.Euler)

colin
Messaggi: 544
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00
Località: Fano

Messaggioda colin » 01 gen 1970, 01:33

<!-- BBCode Quote Start --><TABLE BORDER=0 ALIGN=CENTER WIDTH=85%><TR><TD><font size=-1>Quote:</font><HR></TD></TR><TR><TD><FONT SIZE=-1><BLOCKQUOTE> <BR>On 2002-12-11 22:45, Anonymous wrote: <BR> il limite del rapporto f(x)/g(x) è uguale al limite del rapporto fra le derivate prime f\'(x)/g\'(x). E\' il caso però di approfondire l\'argomento su uno dei testi citati all\'inizio. <BR></BLOCKQUOTE></FONT></TD></TR><TR><TD><HR></TD></TR></TABLE><!-- BBCode Quote End --> <BR> <BR>Mi sembra basti dire, per completare il discorso, che il lim di f(x)/g(x) deve essere una forma indeterminata del tipo 0/0 o oo/oo o comunque (scusate tutti questi o) riconducibile a tali forme... <BR> <BR>Correggetemi se sbaglio

Ospite

Messaggioda Ospite » 01 gen 1970, 01:33

Sono le ipotesi dei due teoremi di de l\'Hopital. Nessun rilievo da fare quindi. <BR>k2 <IMG SRC="images/forum/icons/icon_wink.gif">

alita
Messaggi: 17
Iscritto il: 01 gen 1970, 01:00

Messaggioda alita » 01 gen 1970, 01:33

Ma io mi domando se non avete meglio da fare... <IMG SRC="images/forum/icons/icon_smile.gif">
Certi "perche" non hanno risposta! Ma è importante cercare di capire perche!


Torna a “[vecchio forum]Proposte ai Responsabili Provinciali”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite